Ascoltare musica su iPhone gratis – Tutti i modi

0

Chi ha un iPhone e vuole ascoltare musica ha diversi metodi. Volendolo farlo in maniera legale, le applicazioni sono varie e diverse. Alcune contemplano un ascolto gratuito, ma con pubblicità, mentre altri prevedono un ascolto di alcuni mesi di prova. Oggi vedremo tutti i metodi, elencandovi prima quelli classici e poi rimandandovi alle guide, per quelli più creativi.

Applicazioni per ascoltare la musica

Su iPhone, come su Android, le applicazioni per l’ascolto di musica in streaming sono molte. Ogni applicazione prevede un periodo di prova. In questo modo l’utente è incentivato a provare per un determinato periodo il servizio e valutarne la qualità.

Spotify

Ovviamente Spotify è uno dei primi ad essersi inserito in questo mercato. I costi variano se lo si utilizza con un piano famiglia o meno. Il periodo di prova gratuito è di un mese, ma spesso ci sono offerte per 3 mesi ad 1 euro. Prendere a volo queste offerte.

Apple Music

Apple Music è installato automaticamente su ogni iPhone. Da poco ha anche superato Spotify per numero di utenti. Anche in questo caso il prezzo varia per diversi fattori. Abbonamento annuale, famiglia e studente. Questi sono solo alcuni metodi per spendere di meno. Alla prima attivazione Apple Music da 3 mesi di prova gratis.

YouTube Music

YouTube Music. Forse l’ultimo entrato in questo campo. Google dalla sua ha un’utenza enorme che già utilizza i suoi servizi per fruire di musica. Con YouTube Music, Google già sa che musica interessa e cosa proporre. Alla registrazione offre un mese gratis.

Deezer

Deezer, forse il meno conosciuto ma non per questo non di qualità. L’ho utilizzato per un certo periodo, piacendomi. Offre un mese gratis. Spesso ci sono offerte per ascoltarlo gratis per chi ha Fastweb a casa.

Amazon Music

Anche Amazon è tra i competitor di questo mercato. La cosa veramente interessante è che chi ha Amazon Prime ha in automatico anche Amazon Music. Amazon regala l’ascolto di 2 milioni di brani e 40 ore al mese senza pubblicità. Per chi invece avesse delle esigenze maggiori può optare per Amazon Music Unlimited.

Queste sono le applicazioni generalmente più usate per l’ascolto di musica. Ovviamente si presuppone un costo per continuare a fruire del servizio. Nel mondo Android i metodi per ascoltare musica in maniera meno legale sono molto più facili da trovare. Nel prossimo paragrafo scopriremo che anche su iOS è possibile ascoltare musica in maniera completa in modo gratuito.

Alternative per ascoltare musica su iPhone gratis

Come già detto, su iPhone ci sono tantissime app per l’ascolto di musica a pagamento. Gli sviluppatori con il passare del tempo hanno cercato di sfruttare le varie falle delle versioni gratuite delle stesse per proporre l’ascolto in modo gratuito. Quelle che vi presenteremo sono tra le soluzioni più utilizzate. Non funzionano sempre e potrebbe essere necessario riscaricarle di tanto in tanto, perché vengono bloccate, ma funzionano.

NOTA: I passaggi illustrati in queste guide sono solo a scopo di formazione.

Ci sono diversi Store che consentono il download di app modificate o non presenti sullo store Apple. Ecco qui di seguito le diverse guide per ognuno dei vari store. Vi mettiamo le diverse guide in quanto uno di questi potrebbe non funzionare ed attraverso gli altri store potreste risolvere.

Spotify

Ovviamente Spotify è il primo servizio che ci viene in mente per ascoltare musica. Con la versione gratuita su iPhone ci sono molteplici limitazioni. Non possiamo fare più di un certo numero di skip, dobbiamo ascoltare la pubblicità e tante altre piccole cose che bloccano l’esperienza utente. C’è un modo per ottenere una versione modificata di Spotify sul tuo iPhone senza particolari problemi e senza uso del computer. Si può ascoltare musica in streaming ma non scaricarla in locale.

YouTube Music

YouTube sta continuamente proponendo il suo servizio a pagamento musicale, YouTube Music. Sicuramente avrete notato che accedendo all’applicazione o bloccando il dispositivo viene continuamente proposto questo servizio. YouTube Music consente l’ascolto di musica senza le limitazioni di YouTube, quindi ascolto in background e assenza di pubblicità. Ovviamente i vari sviluppatori hanno trovato il modo di rimuovere il limite della pubblicità anche senza pagare il servizio. Come per Spotify, musica in streaming ma nessun download in locale. Le guide faranno riferimento a YouTube e YouTube Music. Questo perché i contenuti sono gli stessi ma l’interfaccia cambia. Molti store non hanno YouTube Music ma la sostituzione migliore è YouTube normale.

Deezer

Non il primo servizio che ci viene in mente, ma sicuramente porta con se un’alta qualità del servizio. Applicazione ben fatta e nella versione modificata consente anche di scaricare le canzoni in locale per un ascolto offline.

Telegram

Non tutti sanno che attraverso Telegram è possibile scaricare velocemente e facilmente le nostre canzoni preferite. La bellezza di questo tipo di sistema è che non ha necessità di scaricare ulteriori app o store alternativi, non ha bisogno di attivare certificati e funziona offline. Volendo liberare memoria lo si fa facilmente attraverso Telegram. Gli svantaggi sono che non ci verranno proposte canzoni simili a quella ascoltata etc, sarà tutto scelto da noi e dovremo utilizzare Telegram o app alternative per la gestione della musica.

Share.

Rispondi