Oltre a marchi come Apple e Samsung, la galassia dei produttori di smartphone cinesi è vasta e comprende grandi e importanti aziende. Huawei ha cercato di consolidarsi come il secondo brand al mondo nel settore, con molto successo nei mercati asiatici ed europei. Ma, a causa dei divieti imposti dagli Stati Uniti, la sua posizione è stata scalzata.
L’azienda concorrente nel settore, che ha guadagnato il secondo posto come produttore mondiale di smartphone, è la meno conosciuta BBK Electronics.

BBK è una multinazionale cinese. Possiede una serie di marchi famosi in vari settori dell’elettronica di consumo, e tra gli smartphone quattro brand importantissimi: Oppo, Vivo, Realme e OnePlus.

Chi è BBK?

BBK Electronics opera in varie sezioni dell’industria elettronica cinese dagli anni ’90. Duan Yongping, un miliardario solitario, ha dato vita all’azienda. Dopo aver generato con successo più di 1 miliardo di Yuan dalla console di gioco “Subor”, un concorrente del Nintendo Entertainment System, Duan ha lasciato la sua posizione nel 1995. Ha quindi avviato la società Bubugao, che sarebbe poi diventata BBK. L’azienda ora possiede numerosi stabilimenti e da lavoro a più di 17.000 dipendenti.

BBK Electronics ha iniziato producendo lettori CD, MP3 e DVD, insieme ad altri elettrodomestici, per grandi aziende internazionali. I prodotti non apparivano sul mercato con il marchio BBK, ma con il logo e sotto l’ombrello di nomi più noti. Nel 2004, con il CEO Tony Chen, Duan fonda Oppo.

I brand BBK: Oppo, Vivo, Realme e OnePlus

Vivo è stata la prima grande azienda sussidiaria di Oppo, e quindi di BBK. Fondata da Duan con il CEO Shen Wei nel 2009. I primi smartphone Vivo sono apparsi nel 2011, con un’attenzione particolare al design e facendo affidamento su famose celebrità per pubblicizzare i telefoni. La specialità di Vivo sono gli smartphone di fascia media ricchi di funzionalità, ma negli ultimi anni ha conquistato popolarità per i suoi concept sperimentali di telefoni come Apex e la serie Nex.

Realme è un altro spin-off di Oppo, simile a Vivo ma molto più recente. È stato fondato da Sky Li, in precedenza vicepresidente di Oppo Electronics, il 4 maggio 2018. Il marchio è apparso originariamente in Cina come Oppo Real nel 2010 prima dell’ingresso come Realme in una serie di nuovi mercati, tra cui Europa e India, nel 2018 e nel 2019. Gli smartphone Realme combinano tecnologia all’avanguardia con prezzi accessibili.

Duan non è tra i fondatori del marchio OnePlus, fondato dall’ex vicepresidente di Oppo Pete Lau e Carl Pei nel 2013. Sebbene OnePlus abbia il profilo globale più alto tra i marchi BBK, è ancora una sussidiaria di Oppo, ovvero una consociata della casa madre BBK. OnePlus si rivolge principalmente al mercato estero, europeo e statunitense, soprattutto grazie alle vendite online tramite piattaforme come Amazon.

Secondo (o terzo) produttore mondiale di smartphone

Nel mondo degli smartphone, BBK Electronics è uno dei grandi del settore, anche se la maggior parte dei consumatori non ne ha mai sentito parlare. Oppo e Vivo sono da tempo i principali marchi non solo nel mercato cinese dei telefoni, ma anche a livello internazionale. OnePlus e Realme stanno rapidamente aggiungendo ulteriori mercati e vendite all’azienda BBK.

In Cina, Oppo e Vivo sono riusciti a superare il tasso di crescita di Xiaomi (un tempo apparentemente invincibile) costruendo una rete di negozi locali, mentre il suo concorrente si è concentrato sui suoi sforzi online. Apple e Samsung hanno lottato per tenere il passo con la natura competitiva in termini di costi dei telefoni cinesi, compresi quelli della rete BBK.

Su scala globale, i dati di CounterPoint non considerano le quote di mercato totali del marchio BBK; ma se uniamo i marchi (Oppo, Vivo, realme e Oneplus), BBK è il secondo produttore mondiale di smartphone alla fine del 2019. Secondo dati più recenti, BBK è riuscita a superare la potenza combinata di Huawei e Honor ed è subito dietro a Samsung in termini di spedizioni globali e quote di mercato.

Guardare i marchi BBK individualmente dipinge un’immagine abbastanza diversa. C’è un familiare primo, secondo e terzo posto rispettivamente per Samsung, Huawei e Apple. Oppo rimane il più grande marchio individuale di BBK ed è solo un paio di punti percentuali dietro Apple per il terzo posto da solo.

Il cambiamento negli ultimi due anni è dovuto principalmente all’enorme crescita in mercati come Cina e India. I marchi cinesi hanno capitalizzato sui loro mercati interni e la loro proposta incentrata sul rapporto qualità-prezzo ha funzionato bene in India e nei mercati del sud-est asiatico. Nel frattempo, Apple e Samsung, in particolare, stanno lottando per far crescere i loro marchi in questi mercati e fanno invece affidamento sulle loro basi più tradizionali ma stagnanti.

Le stime di mercato hanno sempre un certo margine di errore, ma i dati mostrano una corsa serrata per il secondo posto tra BBK e Huawei nel quadro più ampio e globale. Nessuno dei due è molto indietro rispetto al leader di mercato Samsung. Le classifiche 2021 sono tutte da giocare.

I migliori smartphone BBK

Da molti anni noi di Techboom conosciamo, testiamo ed usiamo i telefoni BBK. Siamo tutti grandi sostenitori di OnePlus, anche se con l’addio del fondatore il marchio potrebbe essere stravolto. Per rendere più facile far conoscere gli smartphone del gruppo BBK, abbiamo preparato una serie di articoli dedicati per ciascun brand:

OPPO:

VIVO:

REALME:

ONEPLUS: