Come creare il proprio Cloud gratis con Telegram

0

Le possibilità di Telegram sono davvero tante e grazie a questa semplice app possiamo avere una grande quantità di servizi senza uscire dalla stessa. Possiamo infatti parlare con i nostri amici, avere le notifiche degli ultimi articoli dai nostri siti preferiti, condividere file di grandi dimensioni con un semplice messaggio e tanto altro. Oggi scopriremo come poter creare un nostro servizio di cloud completamente gratuito e senza limiti di spazio.

Se vuoi scoprire cos’altro si può fare con Telegram potrebbe interessarti:
Come scaricare film con Telegram
Come scaricare Serie TV con Telegram
Ascoltare Musica Gratis con Telegram

Per creare un nostro spazio cloud privato bisognerà creare un BOT di Telegram. Questo BOT sarà completamente personale e non accessibile a nessun altro. Sarà utilizzabile da altri ma non farà nulla ne mostrerà niente. Sarà come una chat con un utente inesistente. Vediamo come procedere.

Creare un BOT Telegram per il nostro cloud

Creare un BOT su Telegram è facilissimo, basta parlare con il “BOT Padrino” e chiedere di volerne creare uno. Ovviamente per far si che il BOT faccia qualcosa bisognerà saper programmare. Per quel che serve a noi bisognerà solo seguire questi semplici passi per la creazione di un BOT.

  • Iniziamo cercando il “BotFather” dal menu di ricerca in alto. Bisogna solo premere nella barra di ricerca in alto e scrivere appunto “BotFather”, oppure premere sul link in basso che vi aprirà direttamente la pagina o l’applicazione di Telegram.

https://t.me/BotFather

  • Una volta nella chat con il BotFather premiamo “Avvia” in basso e attediamo la risposta del BOT.
  • Il BOT ti mostrerà un elenco di possibili risposte, nel nostro caso ci interessa solo la voce “/newbot” così da dargli il comando di voler creare un BOT nuovo.
  • Il BotFather ci chiederà come vorremo chiamare il nostro BOT. Questo sarà il nome che verrà visualizzato in alto della chat. Ti consiglio di dare un nome semplice, qui potrai dare qualsiasi nome vorrai senza problemi.
  • La seconda richiesta del BotFather sarà che username dare al nostro BOT. Questo username dovrà essere unico e quindi potrebbe dirci che è già in uso e quindi di sceglierne uno differente. L’username dovrà essere una sola parola e dovrà contenere la parola bot alla fine. Gli esempi proposti sono: TetrisBot oppure Tetris_Bot. Non mettere spazio ma puoi tranquillamente mettere il simbolo _ così da separare le parole.
  • Nel mio caso ho scelto il nome “TechboomProvaBOT”, il BotFather ci mette anche già il link di condivisione, premiamo sul link proposto per entrare in chat con il nostro BOT.
  • Dobbiamo solo avviare il nostro BOT e cominciare a condividerne i file, sia da smartphone che da computer, che vogliamo conservare e tenere sempre con noi pronti per essere condivisi o scaricati. In molti casi i file possono poi essere direttamente aperti sia da smartphone con la relativa app. Non vi preoccupate per il fattore sicurezza, questo BOT è utilizzabile da chiunque ma i file che condividerete saranno accessibili solo dal vostro account.

Conclusioni

Le possibilità di Telegram sono davvero tante e, come vedremo nel corso del tempo, non si fermano qui, oggi. Scopriremo alcuni BOT davvero utili o simpatici o come creare chat che si autodistruggono autonomamente. Se riscontri problemi o difficoltà utilizza pure il box dei commenti in basso. Se ti fa piacere cercheremo anche di creare un BOT telegram dal quale rispondere alle vostre domande.

Per il momento inizia ad iscriverti al nostro canale Telegram per restare aggiornato, lo utilizzeremo quanto prima.
Canale Telegram Techboom

Share.

Rispondi