Viviamo in un mondo dove basta un click per essere disattivati completamente: il nostro conto corrente, la nostra identità, le nostre proprietà e nei casi peggiori anche la nostra incolumità possono essere messi a rischio per un semplice commento “sbagliato”.

Viviamo tuttavia in un mondo che definiamo libero dove tutti hanno il diritto di esprimersi. In questa guida ti spiego come utilizzare twitter riducendo al minimo la possibilità di esporre la tua identità.

Nota bene: Twitter è una piattaforma centralizzata e il tuo contenuto può essere censurato senza preavviso – sarai anche responsabile di quello che scrivi 😉

Scrivo questo articolo perché stando in Cina da più di 7 anni ho imparato ad avare molto a cuore la mia privacy.

Twitter “tollera” Tor

Tor è un browser che fa uso di una rete anonima per connetterti al web. Non mi addentro troppo nel meccanismo di questo browser; considera questo sistema come una rete che maschera la tua identità (maggiori informazioni)

Il problema nell’utilizzare Tor è che il sito di destinazione potrebbe impedire il caricamento della pagina agli utenti che usano questo browser; fortunatamente Twitter tollera l’utilizzo delle connessioni Tor (anche se potresti trovare qualche captcha di più).

Come si scarica Tor?

Se stai usando un pc/mac vai su http://torproject.org

Ti consiglio comunque di cercare in autonomia il file di installazione, onde evitare eventuali attacchi di depistaggio a questo sito 😉

Puoi anche installarlo sul telefono, ecco le App:

O dal sito ufficiale l’apk per Android

Leggi attentamente:

  • E’ inutile registrarsi a Twitter con Tor se poi “dai via” la posizione facendo login tramite la app mobile
  • Scordati la app mobile (anche se usi una VPN come proxy, è troppo facile regalare la tua identità)
  • Devi usare il tuo account anonimo sempre e solo con Tor

Una volta installato, il browser funzionerà solamente solo se connesso alla rete tor. Quindi se tu accedi al servizio tramite Tor, sarai sempre protetto. Se per sbaglio farai login al tuo account con un altro browser, saranno cazzi!

Ci metterà qualche secondo potrai poi fare un test andando a vedere quale è il tuo indirizzo ip.. cerca semplicemente “what is my ip address”

ecco nel mio caso che mi trovo in Ukraina.

Puoi aggiungere una VPN (facoltativo)

Alcuni super nerd potrebbero suggerirti di mettere una VPN sicura tra te e Tor in modo da offuscare ulteriormente il tuo traffico dati.

Siamo a livello paranoia 1000 ma se ti fa sentire più sicuro, fallo.

Ricordati però che le VPN sono un sistema centralizzato e il provider che ti vende il servizio potrebbe tenere traccia della tua attività o ancora peggio potrebbe regalare i tuoi dati (se i server sono in Europa o negli Stati Uniti).

Quindi puoi aggiungere una VPN ma ti sconsiglio vivamente di escludere Tor.

Adesso ti serve una email anonima

Per registrarti a Twitter hai bisogno di un numero di telefono o di una email sulla quale appoggiare l’account.

Non ha molto senso registrarti con una Gmail che comincia e finisce con il tuo nome, vero? 😉

Ecco una lista di provider email a prova di Hacker / Governi.

Ovviamente, anche se i provider che indico nella guida sovrastante sono “sicuri”, ti consiglio comunque di nasconderti già dietro a Tor per la creazione di questa email.

Ti consiglio di salvare le mail su uno stack sicuro ma difficilmente utilizzabile. Se stupidamente le salvi in 1Password potresti poi fare login per sbaglio su un altro browser. Prova una nota sicura (la stessa cosa varrà per Twitter successivamente)

Qualora il provider come protonmail richieda una verifica con una email secondaria – ti consiglio di crearne una usa e getta. Cerca sul web (temporary email) – sempre stando sotto la rete Tor.

Una volta creata la mail, effettua il login e il tuo account sarà pronto per ricevere la mail di attivazione di Twitter.

Registrazione a Twitter

Adesso che hai una email anonima, puoi avviare la registrazione del tuo nuovo account anonimo Twitter tramite Tor.

Ricordati solamente di selezionare la registrazione tramite email.

Il vantaggio di Tor è che a differenza degli altri browser non ti chiederà mail di condividere la posizione con un servizio ed eventuali script maligni non verranno eseguiti in principio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui