Con il cambio del presidente della banca centrale europea, la firma su ogni banconota avrà presto una nuova firma: il vecchio Mario Draghi verrà sostituito da Christine Lagarde. Evviva!

Le vecchie banconote potrebbero diventare obsolete, lo sapevi?

Tra le varie misure contro l’evasione fiscale, le banconote vecchie potrebbero non essere più accettate dalle banche e dai commercianti.

Rito utilizzato negli anni 2020 per validare il denaro dei cittadini

Le vecchie banconote da 50 euro, prodotte tra il 2002 e il 2013, finiranno fuori corso. Ci sono state molte discussioni in merito, che spesso però vengono censurate (fonti).

Niente panico per il momento, nulla è ancora ufficiale, la sola possibilità tuttavia rappresenta un rischio per tutti i risparmiatori che non hanno fiducia nelle banche e preferiscono altri metodi per mettere al sicuro i propri risparmi.

La cosa divertente è che potresti essere considerato un criminale per detenere dei soldi “vecchi”, il tutto mentre la presidente della BCE, la donna che mette la sua firma su tutte le banconote dell’euro zona, è una criminale dichiarata.

L’euro si svaluta, è inevitabile

Prendiamo il dollaro come riferimento, una valuta FIAT come l’euro in circolazione da molto più tempo. Ecco il potere di acquisto della valuta più importante al mondo negli anni:

Più si “stampano” euro, meno valgono gli euro in circolazione. L’equazione è molto semplice. Nel 2020 la BCE ha annunciato un quantitative easing illimitato (immettere altri euro) per far fronte alle insicurezze della situazione economica. Gli euro che risparmiamo perderanno sempre più valore.

I soldi che lasciamo alle banche, diventano delle banche

Gli impiegati bancari sono diventati peggio delle telefonate spam che ci vogliono rifilare servizi inutili e spesso fregature.

Obbligati a raggiungere dei target di vendite mensili, i dipendenti bancari sono disposti a tutto pur di rifilarti titoli tossici che non valgono nulla. Alla peggio il governo dovrà stampare altri soldi per coprire il loro pessimo lavoro.

La cosa peggiore è che non importa quanto sia regolamentato il mercato bancario italiano. Deutsche Bank, la banca nr. 1 in Germania, a furia di giocare con derivati e spazzatura è praticamente fallita:

Il risultato è che verranno stampati altri euro per salvare questa banca, direttamente (con il MES) o indirettamente (svalutando l’euro) a nostre spese.

Ma la cosa che mi fa più infuriare è che in tutto questo i criminali sono sempre i cittadini: per aprire un conto ci sono delle procedure di KYC (know your customer – conosci il tuo cliente) pazzesche. Che lavoro fai, quanto guadagni, da dove arrivano i tuoi soldi.

Perchè Bitcoin?

I motivi sono tanti, vediamoli tutti:

1. Ci sono solo 21 milioni di Bitcoin

Questa valuta è composta da un numero finito di Bitcoin. Ce ne sono 21 milioni e non è possibile aggiungerne altri. Con l’euro che per definizione continuerà a svalutarsi, il Bitcoin non farà altro che apprezzarsi; in modo analogo all’oro.

Sopra: Oro vs $, Sotto Bitcoin vs $

Come l’oro, Bitcoin è scarso. La differenza principale è che il Bitcoin non è materiale e tutti noi abbiamo paura a credere in qualcosa che non possiedi fisicamente. In realtà, una volta che hai la tua chiave privata (una semplice password), sei l’unico proprietario dei tuoi Bitcoin.

In una società che è sempre più digitale, il Bitcoin non ha fatto altro che crescere nei sui primi 10 anni. Cosa succederà nei prossimi 10?

2. Il Bitcoin è tuo e non è pignorabile

Non devi andare a bussare la porta di nessuno per poter creare un portafogli bitcoin. Non hai bisogno di dover lasciare recapiti, documenti d’identità, numeri di telefoni e email. Ti basterà scaricare l’app di Bitcoin e potrai creare il tuo primo indirizzo in pochi minuti.

La sicurezza dei tuoi Bitcoin è una tua responsabilità, dimenticare la tua password equivale a una perdita totale dei tuoi fondi e non c’è un numero verde che potrai chiamare per farti aiutare. Il principio di Bitcoin si basa sulla non necessità di intermediari. L’accesso alla blockchain è libero a tutti senza restrizioni e discriminazioni.

3. Privacy

Nonostante Bitcoin non sia la miglior criptomoneta in termini di privacy (l’eccellenza in questo campo è rappresentata da Monero), non dovrai rendere conto a nessuno delle tue transazioni.

Ti basterà avere l’indirizzo del beneficiario e potrai mandare direttamente i fondi richiesti per pagare beni e servizi.

La transazione andrà direttamente sulla blockchain e accrediterà il portafogli del destinatario, senza dover essere approvata da cassieri, e intermediari.

4. Valore BTC = fiducia degli utilizzatori

Il valore dell’euro è intrinsecamente collegato al potere della banca centrale. Un unico ente che in europa garantisce per più di 500 milioni di persone.

Il valore di Bitcoin è molto volatile perché essendo un mercato difficile da regolamentare, la finanza ci gioca in maniera molto cattiva (Pump & Dump: pompa il valore, poi vendi e trai profitto)

Bitcoin è stato dichiarato morto più di 300 volte, è stato dichiarato uno schema piramidale, considerato la valuta dei truffatori, considerato infungibile come valuta.

E il suo valore non ha fatto altro che crescere, e mentre le banche lo accusavano ulteriormente, queste ultime venivano scoperte sempre più deboli.

Che sia chiaro, bitcoin è rischioso e ancora difficile da “maneggiare”, e difficilmente sostituirà il sistema del potere bancario. E’ un’opzione, un’alternativa ai soldi sotto il materasso =)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui