GearBest vs Banggood: la sfida

0

GearBest e Banggood sono i due store B2C (vendita diretta al cliente) cinesi più popolari al mondo, ed entrambi hanno a disposizione una spedizione senza dogana e dei magazzini in Europa. Sul web italiano troviamo opinioni discordanti. Molti preferiscono Banggood, altri preferiscono GearBest. Quale dei due è il migliore? Scopriamolo in questo articolo analizzando i principali punti a favore – e a sfavore- dell’uno e dell’altro.

Per ogni aspetto preso in considerazione, assegneremo un punteggio in base alla nostra esperienza, ricerca e recensioni da parte di clienti. Ricordatevi che tutto è in scala sui negozi cinesi. Sentitevi liberi di commentare ed esporre la vostra opinione. Analizzeremo prima BangGood (che viene prima per anzianità e per ordine alfabetico) senza nessun favoritismo

Dimensioni e riconoscimenti

Nonostante GearBest abbia una forza lavoro numericamente superiore, ci limitiamo a comparare i due negozi in termini di reach e popolarità a livello mondiale. Utilizzando dati Alexa (uno strumento online per misurare alcune metriche dei siti web), scopriamo i risultati:

2015-2017 Banggood vs GearBest (Fonte: Alexa.com)

Nonostante Banggood sia molto più anziano di GearBest, nel 2015 c’è stato il sorpasso da parte di GearBest.

GearBest ha inoltre ricevuto un riconoscimento ad inizio 2017 conferito da Brandz di Millward Brown per essere uno dei 30 marchi cinesi più popolari al mondo

Questo non è indice di qualità del servizio ma tenetelo a mente, aiuterà a capire la maggior parte delle valutazioni che effettueremo nei prossimi punti

Prezzi

Abbiamo selezionato prodotti popolari a caso navigando entrambi i siti. Non abbiamo fatto nessuna ricerca coupon, abbiamo preso i prodotti con i prezzi indicati sul sito per analizzare la competitività dei prezzi dei due negozi. Ecco i nostri risultati:

ProdottoBanggoodGearBestVincitore
Mi Band 221€19€GearBest
Oneplus 5419€404€GearBest
Xiaomi Mi6395€356€GearBest
DJI Mavic Pro1074€1104€Banggood
Creality 3D CR-10425€375€GearBest

Con i tassi di cambio offerti dai siti, sui prodotti analizzati, GearBest riesce ad essere più competitivo. Questo anche durante la settimana nella quale si celebra l’undicesimo compleanno di Banggood. Su questo c’è poco da discutere. GearBest è una società pesantemente finanziata, che può permettersi ingenti perdite con l’aspettativa di una crescita più rapida.

Magazzini

Entrambi i negozi hanno dei magazzini non asiatici. In europa troviamo 1 magazzino per Banggood e 2 magazzini per GearBest. Sia Banggood che GearBest non adottano politiche di back-order. Tutti i prodotti ordinati da questi magazzini sono in stock e pronta evasione

Il magazzino Europeo di Banggood offre una serie di prodotti di elettronica (no telefoni e tablet) e dei quadricotteri economici, nulla di speciale. Troviamo comunque sia dei prodotti non stagionali per geeks alla ricerca di componenti economici, che possono venir spediti molto più rapidamente.

Per quanto riguarda GearBest, solo il magazzino a Londra può spedire in Italia. In questo magazzino troviamo tutto e niente. I telefoni sono obsoleti, probabilmente vengono spediti stock in eccesso sui quali poi viene abbassato il prezzo (rispetto a quello del magazzino cinese). Inoltre, abbiamo osservato che tra tempi di evasione e spedizione da Londra,  a volte ci vuole più tempo che avere il pacco spedito dalla Cina con Italy Express.

I magazzini Europei di Banggood e GearBest sono semplicemente delle trovate di marketing per ottenere credibilità nell’UE. E’ nostra opinione, comunque, che questi magazzini esistano principalmente per favorire lo sdoganamento a costo zero tramite le furbate messe in atto nel Regno Unito

Inoltre, in caso di prodotti danneggiati, non è possibile restituire i prodotti ai magazzini. Bisogna rispedirli in Cina. Questo vale sia per Banggood che per GearBest. Ci sbilanciamo a favore di Banggood che ha quantomeno capito che la spedizione dal magazzino europeo deve essere più vicina e consone agli standard europei

Evasione

Per evasione intendiamo l’abilità del negozio di evadere i prodotti rispettando le tempistiche indicate a sito

Per quanto riguarda Banggood, abbiamo fatto molti ordini in passato. Dobbiamo ammettere che gli ordini sono sempre stati evasi nei tempi indicati. Il problema per noi è sempre stato “trovare i prodotti in stock“. Il difetto principale di Banggood in questa fase è: se non riescono ad effettuare l’evasione, cancellano l’ordine e rimborsano su PayPal. Da un punto di vista professionale (rispetto alla media dei negozi cinesi) si comportano bene. Altri store farebbero pressione per cambiare il prodotto pur di tenersi i soldi. Dal punto di vista di pazienza da parte del cliente è una grande seccatura vedere un ordine cancellato. Nei nostri esperimenti con Banggood, 1 ordine su 5 è stato annullato. E’ frustrante

 

In merito a GearBest, dobbiamo ammettere un miglioramento. La società ha ridotto l’atteggiamento di segnalare tempistiche a casaccio sulle schede dei prodotti. Commettono i loro errori, ma i problemi continuano a rimanere dopo l’evasione. GearBest ha inoltre smesso di rimborsare su GB Wallet qualora il prodotto non ci sia. Continuano a fare i furbi comunque: se il prodotto non c’è, raramente si prendono il disturbo di contattare il cliente.

Ultimo fattore: Banggood è localizata a Guangzhou mentre GearBest è a Shenzhen. Se l’ago della bilancia era in bilico per le considerazioni precedenti, GearBest vince a Shenzhen.

Google maps: sezione della regione del Guangdong, Cina

A Shenzhen ci sono i quartieri generali di tutti i principali marchi cinesi del Guangdong: DJI, TCL, Vernee, Oneplus, Huawei, ZTE, Beelink, Cubot, tutti. La tecnologia in Cina è marchiata Shenzhen, la nuova silicon valley del mondo. Questo permette una comunicazione diretta con tutti i principali produttori, che riduce il tempo di “drop shipping” in caso di out-of-stock. Inoltre, Shenzhen e’ a 30 minuti di macchina da Hong Kong dove tutte le parcelle “esenti a dogana” possono partire in aereo.

Spedizione – Italy Express

Entrambi i negozi offrono diversi metodi di spedizione. Da questo benchmark escludiamo le spedizioni postali normali e le spedizioni veloci con DHL. Questi negozi oggi giorno vendono principalmente con le spedizioni no dogana: Italy Express.

In questa situazione, GearBest offre un servizio migliore consegnando in Italia con corriere (Bartolini). Banggood nonostante i miglioramenti, consegna ancora con Poste Italiane.

Il vantaggio di GearBest è ancora dovuto alle dimensioni aziendali che permettono uno sviluppo migliore del network logistico che ha incluso l’Italia sin dalle prime spedizioni. Avendo trattato ampiamente questi metodi di spedizione, dichiariamo GearBest vincente rimandandovi ai due articoli per maggiori dettagli.

Esempi Spedizioni

Tracking

Il tracking di Italy Express offerto dai due negozi è differente.

Ad oggi, Banggood si serve di 17track usando una spedizione simile a quella di NL Posts (poste olandesi). In qualche modo, probabilmente dichiarando un valore più basso più uno sdoganamento gestito in autonomia, riesce a consegnare senza dogana.

GearBest invece sviluppa piattaforme proprie. Ne abbiamo vista di tutte, da sky56 a faryaa a oneworldexpress per poi finire poi sul sito di Bartolini.

Banggood, secondo la nostra opinione, non complica troppo i passaggi lasciando la gestione del tracking a piattaforme esterne che offrono un servizio quantomeno consistente

Per quanto riguarda il tracking, assegnamo la vittoria a Banggood

Assistenza Clienti

Per quanto riguarda il post vendita entrambi gli store fanno a gara per offrire il servizio peggiore. Questa è una caratteristica cinese. Tutto è conveniente e fantastico fino a quando non sorgono problemi. Ed in Cina, questa mentalità è applicata a tutto. Vorremmo astenerci da questa valutazione perché andare a contare le recensioni negative sul web sarebbe uno spreco di tempo. Quello che possiamo fare è assegnare un punteggio negativo a GearBest, e vi spieghiamo: GearBest è molto più grande di Banggood ed ha molto più budget da spendere. Con tutta la pubblicità che vediamo sul web, non osiamo immaginare le migliaia di euro che ogni giorno GearBest spende solo in Italia in inserzioni. E’ uno scempio vedere clienti dover correre dietro a GearBest per risoluzioni che il negozio potrebbe saldare con una frazione del costo, anziché correre dietro con tutto il budget per nuovi clienti e ordini

Servizi offerti per l’Italia

Banggood ha iniziato ad offrire di recente una spedizione Italy Express esente a dogana. Un buon inizio per dimostrare interesse nei confronti degli italiani. Sui canali di supporto abbiamo sempre l’impressione di parlare con un robot e risposte copia incolla. La stessa cosa vale durante le comunicazioni sulla pagina Facebook in italiano quando abbiamo mandato un messaggio di prova per domande generiche su un ordine

Per quanto riguarda GearBest, vediamo uno sforzo maggiore su Italia che anche se in alcuni casi ha falle, dimostrando che GearBest sta cercando di integrare maggiormente la logistica in Italia. Abbiamo visto due corrieri ad oggi (BRT e GLS) collaborare in GearBest: un sollievo per molti clienti poter avere un riferimento con pacco in Italia che non siano le poste. Per il customer service di GearBest: la comunicazione in italiano è orrenda. Abbiamo però visto che GearBest ha messo in piedi da quasi un paio di anni un blog in Italiano dove i casi peggiori, commentando, trovano aiuto a quanto pare da un italiano nella struttura.

GearBest ha sicuramente sviluppato non meglio ma “di più” il servizio in Italia

Conclusioni

GearBest vince: le dimensioni dell’azienda e i finanziamenti permetteranno al negozio di offrire prezzi più bassi e siamo sicuri che andrà avanti per ancora un po’. Il canale dedicato Italy Express è arrivato praticamente poco dopo la creazione del sito. Il canale di marketing di GearBest è più grande di quello di Banggood il che significa che qualora ci sia un problema ci saranno più persone (dalla pagina facebook ai responsabili sui siti) a fare pressione sull’assistenza per trovare una soluzione.

Banggood, compiuti 11 anni nel 2017 dovrebbe dimostrare un’esperienza molto piu elevata rispetto a GearBest che ne ha solo 3.  Purtroppo in Cina il rimescolamento del personale è molto elevato e tutti coloro che rimangono, contano i soldi anziché sviluppare l’azienda.

Concludiamo dicendo che le due aziende, comparate ad Amazon, sono tremende allo stesso modo. GearBest compie uno sforzo maggiore (a volte invano) ma dimostra sicuramente potenziale maggiore nel futuro

Rispondi