sabato, novembre 17

Guida all’acquisto di un Notebook

0

Capita di dover acquistare un nuovo computer, che sia fisso o portatile, e la scelta è sempre difficile. Tantissime le possibilità e le combinazioni diverse. Ci si informa e sembra sempre che tutti consiglino di attendere, perché a breve uscirà questo o quel nuovo componente che ci darà più prestazioni ad un prezzo uguale se non minore. Ovviamente il computer ci serve e non possiamo aspettare; così finiamo per andare in negozio e comprare quello che ci consiglia l’addetto vendite, a volte dimenticandoci di tutte le informazioni raccolte e finendo con un computer acquistato “sulla fiducia”.

Oggi vogliamo darvi qualche piccolo consiglio per scegliere in maniera più consapevole cosa vi serve, ed anche cosa guardare prima dell’acquisto. Divideremo l’articolo con consigli sia in termini di componenti sia pratici. Non vogliamo essere tecnici, ma vogliamo dare delle informazioni utili a chi non ha idea di cosa cercare in un computer.
Questo articolo nasce dalla mia personale esperienza. Mi si è rotto il computer ed avevo necessità di acquistarne uno. Mi sono reso conto che il mercato proponeva tantissime soluzioni e che queste, aldilà di estetica e brand, erano quasi identiche tra loro se non per piccoli dettagli. Iniziamo insieme e partiamo con ordine.

Autoanalisi

No, non siamo da uno psicologo: non stiamo mettendo ordine nella nostra vita e non dovremo riflettere sulle nostre scelte. Con autoanalisi intendo che dovremo effettuare un’analisi delle nostre necessità e di cosa ci serve REALMENTE.
Posti davanti alla domanda “Cosa faccio con il computer?” dovremo essere in grado di dare una risposta onesta. Sarebbe inutile prendere un TOP gamma da 2000€ se poi quello che facciamo non è altro che navigare sui social ed al massimo scrivere un file Word. Allo stesso tempo è impensabile acquistare un computer basilare se il nostro intento è quello di giocare a giochi esosi di risorse. In pratica quello che voglio sia chiaro in questo primo paragrafo è che bisogna capire i propri bisogni e stabilire le proprie esigenze.

Ad esempio le mie esigenze erano molto chiare fin dal principio. Le mie necessità erano di acquistare un computer che mi consentisse di utilizzare Photoshop in maniera abbastanza intensa, pochi montaggi video. Utilizzo di social e scrittura con Word. Sembrano richieste abbastanza semplici vero? Noteremo più avanti che queste esigenze porteranno a determinate scelte.
Mi sono imposto infatti di base anche alcuni marchi obbligatori e vedremo più avanti il perché.

Prezzo

Può sembrare banale, ma è importante capire il prezzo che si dovrà spendere. Stabilite un tetto massimo, consapevoli però che questo tetto potrebbe oscillare leggermente. Ad ogni modo, è importante capire quanto si vuole spendere al massimo. Il nostro budget è il primo elemento da considerare: ci da una prima idea dei possibili computer e non ci fa perdere tempo nello spulciare caratteristiche di dispositivi che sono fortemente fuori budget. Non sapere quanto si vuole investire per l’acquisto renderà tutto molto più difficile. Vi troverete così tante possibilità che finirete per prendere qualcosa che non serve o qualcosa che non soddisfa le vostre esigenze. Questo tipo di passaggio va a braccetto con quello precedente. Questo perché se le nostre esigenze sono molto alte non potremo stabilire un tetto spesa basso; sarebbe impossibile. Tornando all’esempio di prima, se la nostra esigenza è un computer per il gaming, un budget veramente basso non potrebbe mai soddisfare le nostre esigenze.

Nel mio caso il budget è stato fissato da una valutazione molto semplice. Facendo un giro per i negozi (fisici e virtuali) mi sono reso conto di quali avrebbero potuto interessarmi. Una volta visti più computer mi sono dato un prezzo medio di spesa, fissato a circa 700€. Ero consapevole che avrei potuto sforare questo tetto ma che sforarlo troppo avrebbe significato prendere un computer di molto sopra le mie esigenze giornaliere. Abbiate in mente una cosa prima di effettuare un acquisto: il prezzo è secondario alle nostre esigenze; se il dispositivo che scegliamo può sembrarci troppo costoso per ciò che fa, allora ne possiamo fare a meno; se invece ci sembra troppo economico e ci rendiamo conto che dovremo effettuare delle rinunce importanti, neanche lui andrà bene. Valutiamo le esigenze, facciamo un primo confronto di prezzi e stabiliamo una cifra.

Display

Se dovessimo avere esigenza di un portatile, come me, ci troveremo a dover scegliere le dimensioni display ed eventualmente anche la risoluzione dello schermo stesso. Le considerazioni da fare sulla dimensione sono due: se la portabilità è un fattore primario e se il peso è importante. Se abbiamo la necessità di dover avere una portabilità elevata, potremmo dover prendere in considerazione un display da 13 pollici. Personalmente non mi spingerei mai al di sotto di questa soglia. Risulterebbe davvero difficile poi lavorarci comodamente. Visto che questo è un fattore anche molto personale, vi consiglio di provare effettivamente le due dimensioni più diffuse: quella da 13 e 15 pollici.
Per quel che riguarda la risoluzione, ormai qualsiasi portatile garantisce almeno una dimensione HD dei contenuti. Se il vostro scopo è quello di giocare non scendete sotto il FullHD.

Durante la mia scelta mi sono dedicato poco a riflettere su questo aspetto, le mie idee erano davvero molto chiare. La risoluzione per me ottimale erano i 15 pollici e preferivo un display FullHD per avere una visione ottimale anche durante la visione di contenuti multimediali.

Scheda Grafica

Scheda grafica integrata o dedicata? Bel dilemma. Ad oggi anche le schede grafiche integrate sono capaci di garantire quel minimo di prestazioni Le categorie d’utilizzo per le quali mi viene in mente la richiesta di una scheda grafica dedicata sono per giochi, video editing, foto ritocco. Forse ci saranno anche altre macro categorie dove una scheda grafica dedicata ha valore. Ad ogni modo, una scheda grafica dedicata può tranquillamente essere utilizzata per tutto il resto. Ad onor del vero se il nostro scopo è un utilizzo abbastanza blando e volessimo decidere di fare del leggero foto ritocco, anche una scheda integrata può essere utilizzata. Questo a patto che si conoscano i limiti del mezzo utilizzato.

Nella mia scelta ho cercato la scheda grafica migliore rispetto la fascia di prezzo da me scelta. Per assurdo, allo stesso prezzo erano presenti schede grafiche integrate e dedicate: ho scartato direttamente quelle senza scheda dedicata. Come accennato ad inizio articolo, la mia scelta è caduta su determinati marchi, tra cui Nvidia. Non avrei accettato una scheda grafica diversa da Nvidia, questo perché hanno sviluppato l’architettura CUDA. Questo tipo di architettura sottrae la CPU da determinati calcoli andando a sfruttare la potenza della GPU aumentando le prestazioni e rendendo più veloce il rendering delle immagini. Questo tipo di sistema deve però essere integrato nel programma per sfruttarne le potenzialità. Utilizzando in maniera massiccia Photoshop ed avendo integrata questo tipo di sistema, scegliendo una GPU Nvidia avrei sicuramente tratto giovamento.

Processore

Il processore è il vero e proprio cervello del computer. Durante l’utilizzo dei programmi è la CPU che si occupa di effettuare i calcoli. Più un processore è potente più calcoli riuscirà ad eseguire in un determinato lasso di tempo. L’unità di misura della potenza di una CPU sono i Ghz, questo è un discorso generale (questo perché architettura diverse hanno prestazioni diverse), però diamo che per sommi capi è così. Scegliere un processore da 1Ghz è diverso dallo scegliere un processore da 2Ghz o superiore. Potrei stare qui a parlare di famiglie di processori AMD e Intel. Sarebbe però un discorso lungo e che non porterebbe ad una soluzione su che tipo di processore scegliere.
Un consiglio che però posso darvi è di effettuare una ricerca della CPU prima di fare qualsiasi scelta; assicuratevi che la CPU sia quanto più recente possibile. Se stiamo scegliendo un portatile ricordiamoci, anche che se è vero che una CPU più potente consente più calcoli al secondo, che è anche vero che questa consumerà anche prima la batteria.

Nella mia ricerca avevo come obbligatorio una scelta di una CPU Intel. Ho provato in passato anche AMD ma ho sempre riscontrato alcuni problemi o limiti, ad esempio quando ho provato a virtualizzare diverse macchine sul computer ho riscontrato rallentamenti, blocchi. Sicuramente rispetto al passato le cose saranno migliorate e le recenti AMD Ryzen stanno riscuotendo un ottimo successo. Ma,, come detto avevo scelto una GPU Nvidia ed attualmente non mi è sembrato di trovare soluzioni ibride AMD/Nvidia. Per quanto riguarda la serie, ero intenzionato a prendere un i5 di una generazione al massimo 6. Questo perché volevo sfruttare le tecnologie quanto più recenti e le migliori ottimizzazione per i nuovi formati come l’H265.

RAM

Su questo argomento non c’è molto da dire. Questo non vuol dire che la RAM non sia una cosa importante, anzi. Solo che, a meno di non essere molto pratici sui componenti di un computer, la RAM viene proposta quasi sempre delle stesse dimensioni sui notebook. Per chi non lo sapesse la RAM è quel tipo di memoria, volatile, che consente l’accesso diretto e rapido ai dati al suo interno. Serve principalmente al processore per inserire i dati durante l’elaborazione. Questo per sommi capi. Vi basti sapere che maggiore è la presenza di RAM maggiori saranno i file che potremo andare ad elaborare. Attualmente i computer presentano tagli da 4, 8 e in pochi casi 12GB. Certo ci sono portatili anche con 16 e 32GB di RAM ma sono di una fascia molto alta. Una dimensione da 4GB oramai è lo standard, per un utilizzo giornaliero può andare bene.

Ho scartato a priori notebook con ram inferiori a 8GB, perché per il mio utilizzo grafico questa memoria è il minimo necessario. Avendo lavorato con un fisso da 8GB non mi andava di scendere sotto questa dimensione. L’unica alternativa sarebbe stata quella di scegliere un portatile con 4GB, con la possibilità però di poterla espandere in maniera facile (quindi ci sarebbe dovuto essere lo sportellino accessibile dall’utente sotto la scocca).

Spazio d’archiviazione

Nota molto importante. Quanto spazio ho bisogno? Ho sempre pensato che la  memoria interna non può essere utilizzata per quei file importanti. Ho sempre utilizzato Hard Disk esterni per il salvataggio di ciò che ritengo utile. Se questo dovesse essere il nostro unico computer, una memoria interna ampia è probabilmente necessaria. Questo perché ci ritroveremo a riempire la memoria velocemente con filmati, musica e fotografie. Attualmente una memoria di tipo “standard” è di 512GB circa. Hard Disk da 256GB potrebbero risultare inutili, se utilizzati come unica memoria. Se avete, invece, la possibilità di poter utilizzare un HDD esterno la memoria interna potrebbe passare in secondo piano. Dovrete però ricordarvi di svuotare la memoria interna o di recuperare i file quando serve.
Volevo ricordare anche la possibilità di acquistare portatili con memorie SSD, queste tipo di memorie hanno il vantaggio di avere velocità di scrittura ampiamente maggiori rispetto gli HDD fisici. Questo perché, mentre l’HDD ha un sistema meccanico di lettura e scrittura dei dati, un SSD non ha parti meccaniche che fisicamente devono spostarsi durante la lettura e la scrittura dei dati. La scelta di un computer con SSD aumenta notevolmente le prestazioni di un computer, questo perché durante l’utilizzo il computer ha dei rallentamenti provocati proprio durante le fasi di scrittura dei file.

Nella mia scelta l’SSD era una cosa quasi essenziale. Non importava la dimensione. Questo perché ho provato in prima persona i vantaggi di un SSD su di un PC che precedentemente aveva un HDD classico. Dico che non importa la memoria perché sono solito utilizzare un NAS in casa per il salvataggio e la visione dei contenuti nella rete domestica. Non ho intenzione di caricare tanti file multimediali. Purtroppo devo ammettere che notebook con SSD sono difficili da trovare se non nelle fasce più alte del mercato.

Conclusioni

Abbiamo fatto una panoramica di quelle che sono le componenti principali da osservare durante la scelta di un portatile. Come detto questa guida non è una spiegazione tecnica e dettagliata di ogni componente; vuole essere, invece, un dialogo per spiegare nella maniera più semplice possibile cosa valutare durante l’acquisto. Ho messo le mie impressioni e le mie decisioni; in questo modo si comprende dove mi ha portato il mio ragionamento durante le varie fasi di ricerca. Ho evitato di parlare di estetica: perché ho notato che i portatili tendono quasi tutti ad assomigliarsi ed i vari cambiamenti estetici si notano solo nelle fasce più alte del mercato.

Non sottovalutate inoltre dove effettuare l’acquisto del portatile. Personalmente ho deciso di affidarmi ad Amazon, l’unico che ad oggi mi ha sempre dato la tranquillità di acquisti sicuri e senza problemi. L’assistenza post acquisto la reputo uno dei fattori di scelta e, sebbene ho effettuato dei giri presso altri negozianti, ho deciso di effettuare poi i miei acquisti presso Amazon.
Ho fatto controlli quasi giornalieri per verificare se fossero usciti nuovi notebook, o se quelli che potevano interessarmi fossero scesi di prezzo. Avevo deciso di monitorare il prezzo di alcuni portatili (qui la guida su come monitorare il cambiamento dei prezzi su Amazon).
Fortunatamente non avevo una grossa fretta ed ho saputo attendere il prezzo migliore. Avevo infatti inserito in lista alcuni portatili che mi interessavano, avevo rispettato il budget e la maggior parte delle caratteristiche. Purtroppo in ogni dispositivo trovavo sempre una leggera carenza di qualche elemento: la mancanza di SSD o della scheda grafica dedicata, nessuno mi soddisfaceva realmente. Fortunatamente, avevo inserito anche alcuni portatili leggermente fuori budget, visti durante le mie ricerche. Ho poi ricevuto la mail di camelcamelcamel che mi avvisava che il prezzo di un notebook era diminuito.

Come si può notare dal grafico in alto questo portatile è stato proposto ad un prezzo di circa 950€ per poi scendere sotto il periodo natalizio a 769€, un prezzo che rientrava nel mio budget. Ho subito approfittato dell’offerta, questo perché le specifiche mi calzavano a pennello (CPU intel i5, GPU Nvidia, 8GB RAM e la presenza sia di un SSD che di un HDD chicca di non poco conto). Mi sono poi reso conto di non aver notato un particolare davvero apprezzato. Il portatile è compatibile con Windows Hello, in pratica è dotato di un lettore d’impronte digitali. In questo modo posso accedere a Windows senza dover inserire le password. Credo di aver fatto un ottimo acquisto ed infatti se ora dovessimo cercare il portatile su Amazon questo non è più disponibile se non con un’attesa di un paio di mesi.

Ci sarebbero ancora tante altre cose da dire e il discorso andrebbe ulteriormente ampliato su quelle che sono le informazioni tecniche, ma come detto, non è questo lo scopo di questo articolo. Spero davvero che la mia esperienza possa servire anche a voi e se aveste dubbi o vorreste qualche parere utilizzate pure il box in basso.

Share.

Rispondi

15585

Un'ultima cosa 😏 

Mi Sconti di Oggi

Macchine del 😴

Ultimi Gadget

Migliori Cloni