Guida Soundbar: consigli e installazione

0

Attualmente le televisioni che troviamo sul mercato, incluse le più economiche, possiedono una qualità di risoluzione eccezionale. Scorrendo tra le offerte su internet troviamo sicuramente una televisione migliore e più economica di quella che abbiamo acquistato magari solamente un anno fa. Recentemente abbiamo visto passare tantissime tecnologie dal 4K Ultra HD, all’HDR fino agli schermi ultra piatti e curvi. Ovviamente una TV così sottile non ha lo spazio fisico per ospitare degli altoparlanti decenti. Per questo motivo la soluzione più veloce e pratica è usare una soundbar!
La maggior parte delle soundbar non è stato progettata per riprodurre musica, come un sistema HiFi, ma solo per migliorare il suono di film e serie TV, rispetto a quello prodotto dagli altoparlanti integrati nella TV.

Soundbar

Come abbiamo detto, una soundbar riesce a migliorare la qualità dell’audio di una TV riducendo al minimo l’ingombro che si potrebbe avere con un sorround system.
I modelli più compatti hanno la forma di una barra lunga e sottile che contiene una serie di altoparlanti.
I prodotti della Yamaha sono sempre tra i più piccoli e infatti il subwoofer è integrato nella barra.

Altrimenti si può optare per la soundbar Xiaomi, molto più compatta e che dà la possibilità di essere fissata a una parete. Unico inconveniente è la mancanza della porta HDMI, come vedremo, per collegarla.

Generalmente per riprodurre bene la gamma delle basse frequenze è necessario un subwoofer, che è più grande degli altri altoparlanti e difficilmente lo si può integrare in un una soundbar. Per questi limiti di spazio alcuni soundbar vengono venduti assieme a un subwoofer da collegare con filo o wireless. Non dovete neppure preoccuparvi di posizionare la cassa del subwoofer vicino alla tv o sopra un mobile, ad altezza orecchio come per gli altri altoparlanti. Basta che sia a terra, tanto il nostro orecchio non riuscirà a distinguere la direzione da cui provengono i suoni a bassa frequenza. Il modello venduto da Sony potrebbe essere una soluzione grazie al subwoofer satellite connesso senza fili.

Last updated on settembre 25, 2018 5:12 am

Soundbar con gli steoridi

Tuttavia, se siete amanti dei film di azione con spari e esplosioni, il consiglio è di acquistare a parte un subwoofer di qualità, oppure pensare di acquistare una soundbase.
La finalità e il principio di funzionamento è tale e quale a una soundbar, ma è più grosso. Solitamente una soundbase è una scatola rettangolare abbastanza sottile, che va posizionata sotto la televisione. Zvox è stata la prima azienda a portare sul mercato questi prodotti, anche se adesso stanno perdendo popolarità. Il problema principale è che adesso la maggior parte delle TV ha i piedini di appoggio ai lati e non più un grande supporto centrale. Per questo motivo se la soundbase non fosse abbastanza larga, sarebbe un problema trovargli un posto vicino alla televisione.

Last updated on settembre 25, 2018 5:12 am

Che dimensione scegliere?

Partiamo dicendo che più la barra sarà lunga, migliore sarà la riproduzione spaziale del suono. Solitamente conviene scegliere una soundbar di dimensioni uguali a quella della TV. Le televisioni purtroppo sono misurate in pollici lungo la diagonale. Per questo motivo vi abbiamo fornito una tabella per convertire i pollici della vostra TV in centimetri della sua larghezza:

LarghezzaPollici TV
12 < 42
38-4542 - 50
5055 - 60
6070

Cablaggio

Adesso la maggior parte delle TV vengono progettate per funzionare come degli switch perchè devono ricevere il segnale da lettore blu-ray, tv box, console, ecc…
Nello schema più semplice tutti i dispositivi si connettono alla TV, che successivamente si collega alla soundbar e le affida il segnale audio. In questo modo tra TV e soundbar avremo un solo collegamento che di solito avviene tramite cavo ottico.

Nella seconda possibile configurazione è la soundbar a fungere da switch e ricevere tutti i cavi HDMI dai dispositivi multimediali. Per collegare infine la soundbar alla televisione basterà un cavo HDMI contrassegnato con la sigla ARC. Questa soluzione offre più vantaggi perchè il cavo HDMI supporta più protocolli e permette lo scambio di informazioni tra TV e soundbar. In questo modo si potrà usare un solo telecomando per controllare entrambi i dispositivi.

Se siete amanti della musica e non potete farne a meno di ascoltarla in qualsiasi momento, allora è meglio cercare una soundbar con Bluetooth. Potrete connettere il vostro smartphone e trasmettere la musica alla barra. Non sarà ottimizza per la musica, ma la qualità sarà sicuramente di gran lunga migliore rispetto a quella di un telefonino! Allora BlitzWolf propone una soluzione compatta ad un prezzo accessibile. La soundbar che vende non possiede subwoofer satelliti perché sono già integrati nella scocca. Riguardo alle connessioni non abbiamo limitazioni in quanto offre cavo ottico, cavo coassiale, HDMI ARC, aux e ovviamente Bluetooth.

Adesso che potete ascoltare l’audio della TV come se foste al cinema, non vi resta che proiettare il vostro film preferito o una serie di Netflix. Se ancora non sapete come fare, guardate i migliori dispositivi che trasformano la vostra televisione in un cinema!

Share.