La caratteristica principale dei telefoni per anziani è la loro facilità d’uso. Poiché vista, udito e coordinazione possono diminuire con l’età, i dispositivi dedicati compensano queste debolezze. E chiunque pensi che la vecchia generazione non abbia alcun interesse per la tecnologia si sbaglia di grosso; secondo il portale Statista, quasi un quarto degli over 60 afferma di utilizzare Internet più volte al giorno. E ci sono sempre più persone anziane che vogliono rimanere in contatto con figli e nipoti attraverso i canali di comunicazione digitale.

I telefoni per così dire “dedicati” agli anziani, consentono l’accesso a tutti i principali strumenti di comunicazione e tengono conto della diminuzione della vista e dell’udito che deriva dall’età avanzata.

Naturalmente, anche uno smartphone convenzionale può offrire alcuni ausili operativi. Ad esempio, sia su dispositivi Android che iOS, i caratteri possono essere ingranditi; e il contrasto ed i colori del display possono essere regolati in base alla propria vista. Alcuni smartphone hanno anche una funzione di lettura. D’altra parte, un telefono per anziani ha una serie di altre utili funzioni appositamente studiate.

Miglior telefono per anziani Flip a conchiglia

Iniziamo con una delle categorie più amate dai nonni: i telefoni flip, anche detti “a conchiglia”. Sono decisamente un’ottima scelta per gli anziani che non hanno bisogno di molte funzioni. I telefoni flip combinano schermi di grandi dimensioni con tastiere fisiche. Perfetti, quindi, per gli anziani che preferiscono i tasti grandi allo schermo touch a scorrimento di uno smartphone. Inoltre sono di solito piccoli e facili da trasportare, il che significa che si adattano facilmente alla maggior parte delle borse e delle tasche.

Per non parlare della caratteristica più importante: il meccanismo di apertura/chiusura che permette di rispondere velocemente alle chiamate. Diamo un’occhiata ad alcuni telefoni a conchiglia pensati proprio per gli anziani.

Doro Primo 413

Schermo: 2.4″, 320 x 240 | Camera: 2 MP | Batteria: 1050 mAh, autonomia in standby 192 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth, Porta USB | Peso: 115 g.

Doro Primo 413 è il telefono per anziani a conchiglia con le migliori recensioni su Amazon. Il display è facile da leggere, il volume delle chiamate è sufficiente anche per le persone con apparecchi acustici e i pulsanti sono grandi. Ma la caratteristica che piace di più, sono i tre tasti personalizzabili M1, M2, M3 da assegnare ad altrettanti numeri di telefono per le chiamate rapide. Addirittura, qualcuno consiglia di prendere un foglio di carta e scrivere sotto i tasti il nome corrispondente. Poi fare una foto e salvarla come sfondo, così una volta aperto il telefono, si vedrà subito l’assegnazione dei pulsanti di selezione diretta. C’è comunque anche un tasto di emergenza fisico sul retro del telefono.

Altra caratteristica che piace, è la base per la ricarica. Spesso, infatti, gli anziani hanno difficoltà ad inserire i piccoli connettori nella presa corrispondente per la ricarica. Ecco che allora tutto diventa molto più facile se il telefono lo si appoggia alla sua base.

Primo 413

Panasonic KX-TU456

Schermo: 2.4″ | Camera: 0.3MP | Batteria: 1000 mAh, autonomia in standby 600 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth | Peso: 112 g.

Un altro ottimo telefono per anziani a conchiglia è questo Panasonic TU456. È semplice da usare, le funzioni disponibili non sono molte ma c’è tutto l’essenziale per chi desidera telefonare ed inviare sms. Come funzioni aggiuntive, anche qui abbiamo la possibilità di memorizzare 3 numeri per chiamate rapide. Presente anche la possibilità di effettuare chiamate avviate automaticamente in vivavoce (funzione che Panasonic chiama “Chiamata Prioritaria”).

I tasti sono grandi, facili da premere e da vedere. C’è anche una funzione di composizione acustica, che conferma il tasto premuto con la voce. In questo modo l’utente ha la certezza che il numero sia corretto.
Inoltre, resiste agli urti e alle cadute da 1,5 metri. La resistenza del telefono viene valutata secondo lo standard di test per le apparecchiature utilizzate dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

È possibile regolare il volume di ogni banda di frequenza fra tre diversi tipi di audio. Il volume supera quello di un telefono tradizionale per favorire chi ha difficoltà uditive. Panasonic ha pensato di aggiungere anche la compatibilità con gli apparecchi acustici. Il telefono è infatti equiparato a una classificazione M3/T4 del metodo di test ANSI C63.19.

Panasonic KX-TU456

Brondi Amico Fedele

Schermo: 2.8″. 240 x 320 | Camera: 1.3MP con flash | Batteria: 800 mAh, autonomia in standby 200 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth | Peso: 240 g.

La prima differenza con i telefoni precedenti, è che Amico Fedele è Dual SIM. Brondi è particolarmente attento alle necessità dei suoi clienti anziani, come dimostra il vasto catalogo dell’azienda. Amico Fedele ha tasti grandi e volume alto in chiamata; anche la vibrazione è più forte di quella di un normale smartphone. Ha in dotazione un paio di auricolari ed una comoda base di ricarica.

Presente anche il tasto SOS che chiama automaticamente i numeri memorizzati in caso di emergenza e la funzione “vedi e chiama”, con la quale si può associare a 9 contatti una foto, in modo da rendere più facile la chiamata. Inoltre offre anche il controllo remoto delle funzioni principali del telefono quali: SOS, Volume, memorie dirette M1 / M2 / M3 e Rubrica telefonica.

Brondi Amico Fedele

Alcatel Go Flip

Schermo: 2.8″, 320 x 240 | Camera: 2MP con flash | Batteria: 1350 mAh | Connettività: GSM-2G, Bluetooth 3.0 | Peso: 108 g.

Alcatel Go Flip 3 è un robusto e semplice telefono a conchiglia. Ha uno schermo da 2,8 pollici, che visualizza testo e numeri in modo luminoso e chiaro. Anche il volume della suoneria è potente ed è compatibile con apparecchi acustici M4/T4.

Ottima durata della batteria, Go Flip si ricarica nella sua basetta senza dover collegare spinotti microscopici. Non poteva mancare il tasto SOS per la chiamata di emergenza e la torcia a LED.

Alcatel 30.26

Nokia 2720 Flip-phone

Schermo: 2.4″, 240 x 320 | Camera: 2MP | Batteria: 1500 mAh | Connettività: GSM-3G, Wi-Fi, Bluetooth 4.2 | Peso: 118 g.

Il Nokia 2720 non è propriamente un telefono per anziani come i modelli precedenti, ma bensì un telefono a conchiglia con qualche funzione smart. Infatti abbiamo non solo Facebook e Whatsapp pre-installati a bordo, ma anche l’Assistente di Google.

I tasti non sono particolarmente grandi, ma è presente il pulsante di emergenza. Premendo il tasto si invia un messaggio di testo di emergenza, inclusa la posizione corrente, e si chiamano cinque contatti di emergenza della rubrica.

Nokia 2720

Artfone

Schermo: 2.4″, 240 x 320 | Camera: 0,3MP | Batteria: 1000 mAh, autonomia in standby 200 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth 2.1 | Peso: 66 g.

Pulsanti grandi, display ampio e design a conchiglia: questi sono i vantaggi di questo Artfone. Ha molte funzioni pratiche come una fotocamera, radio FM, torcia elettrica, sveglia, calendario, calcolatrice, ecc. C’è anche un pulsante laterale per controllare lo sblocco e la torcia.

Sul retro, presente il tasto SOS che chiamerà i contatti di emergenza. Se il primo contatto non risponde, chiamerà automaticamente il successivo fino ad un massimo di cinque numeri. Due sono i tasti personalizzabili per le chiamate rapide: M1-M2. La batteria ricaricabile integrata da 1000 mAh, permette una durata di 3-4 ore in conversazione e 190-200 ore in standby. E si ricarica con la sua basetta.

Artfone

Miglior telefono per anziani con tasti grandi

Di seguito troverai i migliori e più consigliati telefoni dal design old school e tasti grandi. Dedicati a chi proprio non riesce a navigare il touch screen, sono generalmente economici.

Brondi Amico Home

Schermo: 1.77″ | Batteria: 600 mAh, autonomia in standby 210 h | Connettività: GSM-2G, Dual SIM | Peso: 90 g.

Brondi Amico Home è decisamente un telefono per anziani, da utilizzare a casa e fuori. Questo modello è pensato per la comodità e la libertà di utilizzo: il tutto in un unico prodotto. La facilità di utilizzo ne è la caratteristica principale grazie ai grandi tasti, alla forte suoneria, all’alto volume degli squilli e di ascolto.

Ha il tasto sos, che invia sms e chiama automaticamente i numeri memorizzati; ed il controllo da remoto, per la gestione del dispositivo a distanza. Inclusi nella confezione, un paio di auricolari con microfono e la base per la ricarica.

Brondi Amico Home

Doro Phone Easy 613

Schermo: 2.4″ | Camera: 2MP |Batteria: 800 mAh, autonomia in standby 220 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth | Peso: 105 g.

Doro Phoneeasy 613 combina facilità d’uso con caratteristiche di sicurezza. I tasti sono grandi ed in rilievo, il design è robusto ed ha anche una fotocamera da 2 megapixel. Tre sono i pulsanti di chiamata rapida, oltre ai tasti per SMS e fotocamera.

Compatibile con apparecchi acustici M4 / T4, ha la radio e la memoria da 2 GB è estendibile tramite microSD. Inclusa nella confezione, la comoda base per la ricarica.

Doro Phone Easy 613

Trevi SICURO 10

Schermo: 1.77″ | Batteria: 800 mAh, autonomia in standby 220 h | Connettività: GSM-2G, Bluetooth | Peso: 60 g.

Trevi Sicuro 10 è un telefono con tasti grandi, la cui facilità d’uso si abbina a un’interfaccia grafica di estrema funzionalità.
Abbiamo tasto dedicato SOS in caso di emergenza e la possibilità di chiamare automaticamente fino a cinque numeri telefonici in sequenza.

Ha una memoria interna capace di memorizzare oltre 200 contatti in rubrica e 50 SMS, ulteriormente espandibile grazie allo slot di memoria aggiuntiva fino a 16 GB. Il lettore MP3 e la sveglia completano la dotazione multimediale del dispositivo.In dotazione, la base di ricarica.

Trevi SICURO 10

Artfone GSM

Schermo: 1.8″ | Batteria: 800 mAh, autonomia in standby 220 h | Connettività: GSM-2G | Peso: 140 g.

Ancora tasti grandi per questo robusto Artfone, con tasto SOS e supporto per auricolare (non incluso). Le recensioni su Amazon sono ottime, anche se non aspettatevi che faccia grandi cose; supporta solo funzioni come calendario, calcolatrice, sveglia, ecc. Comodo il tasto laterale per accendere/spegnere la torcia.

Sul dietro del telefono, troviamo il pulsante SOS che consente di fare chiamate ed inviare SMS ai contatti preferiti in caso d’emergenza.

Artfone GSM Telefono

Opis PushMeFon mobile – Telefono vintage/cellulare da tavolo

Dalla tedesca Opis, il telefono cellulare con SIM Card slot più vintage che ci sia. Disponibile anche con la classica rotella, è possibile usare il PushMeFon come un telefono di rete fissa, che ha bisogno di una carta SIM e non di un cavo per funzioanre. Per fare un numero si usa la tastiera come si faceva negli anni ottanta. Il suono autentico è generato da un campanello meccanico.

Ha una durata massima della batteria in chiamata di 5 ore; in standby fa una settimana e si ricarica con il cavo in dotazione. Non è possibile inviare SMS, ma si possono memorizzare fino a 9 numeri tramite tasti di scelta rapida. Per gli anziani meno convertibili alle moderne tecnologie, super consigliato.

Opis PushMeFon

Miglior smartphone per anziani

Doro 8035

La serie di smartphone Doro ha una reputazione di lunga data nella progettazione di telefoni per anziani. Nonostante sia fatto su misura per chi ha particolari esigenze di accessibilità, Doro 8035 è uno smartphone moderno ed elegante, con Android 9.0 Pie ed un ampio display da 5,7 pollici.


Tra le funzionalità dedicate agli anziani, Doro 8035 permette di scegliere tra un’interfaccia Android tradizionale e un’interfaccia Doro altamente intuitiva, semplificata e basata su verbi d’azione, rendendo la navigazione più semplice. Compatibile con gli apparecchi acustici, ha un pulsante SOS sul retro del telefono che contatta immediatamente i contatti designati e tagga la posizione GPS in caso di emergenza. Anche la base di ricarica è una bella aggiunta; come la possibilità di amplificare l’audio e aumentare il volume della chiamata fino al 20%.

Doro 8035 resta comunque uno smartphone 4G LTE, con una fotocamera frontale da 2 MP e 5 MP per quella principale, accesso email ed internet, torcia integrata, app Google preinstallate, Google Assistant e Bluetooth. Potete tranquillamente scaricare ed installare qualunque applicazione a vostra scelta (Facebook, Instagram e WhatsApp incluse). Ottima durata della batteria: fino a 550 in stand-by e fino a 15 ore in chiamata.

Doro 8035 Smartphone 4G

Emporia Smart 3 Mini

L’ultima edizione del popolare Emporia Smart incentrato sull’accessibilità non è solo un telefono progettato per anziani, è in realtà uno smartphone potente e aggiornato. Ha caratteristiche importanti, come i pulsanti del display di grandi dimensioni, la compatibilità con gli apparecchi acustici e un pulsante di chiamata di emergenza; ma monta Android 9.0 ed uno schermo con risoluzione HD.

Lo schermo da 5 pollici dovrebbe davvero essere il minimo per un anziano, in quanto offre un ampio margine di manovra per pressioni meno accurate ed è di buone dimensioni per garantire la visibilità di tutto sullo schermo. Non mancano Bluetooth e connettività dati LTE / 4G.

Emporia Smart 3 Mini

Brondi Amico Smartphone

Amico Smartphone di Brondi possiede tutte le caratteristiche di un telefono per anziani, associate al design e alle funzionalità dei più recenti smartphone. Purtroppo le recensioni sottolineano che non è poi così facile da usare, e ci sono alcuni bug noti che speriamo Brondi risolva presto. Detto questo, Amico Smartphone è dual sim e wifi, e arriva con Skype e Whatsapp pre-installati.

C’è un tasto SOS, che chiamerà automaticamente i numeri memorizzati in caso di emergenza. E come per gli altri modelli della lista, c’è anche il controllo remoto, per modificare le impostazioni dello smartphone a distanza tramite SMS. In più ha una fotocamera principale da 5MP ed una secondaria frontale da 2MP. La memoria non è molta (1.5GB), ma è espandibile tramite Micro SD fino ad un massimo di 64GB.

Brondi Amico

Quali vantaggi offrono i telefoni per anziani?

Una delle caratteristiche più importanti degli smartphone senior è la loro facilità d’uso. Di norma, hanno una struttura di menu personalizzata e un’interfaccia utente con simboli molto grandi. Grazie ai display di grandi dimensioni con touchscreen di facile utilizzo, anche gli anziani con problemi di vista possono orientarsi facilmente. Se non vuoi un touchscreen, puoi optare per telefoni con display e tastiera per le funzioni utilizzate più di frequente. Spesso, sui telefoni per anziani troviamo anche un pulsante di emergenza per chiamare rapidamente un numero memorizzato. Può trattarsi di un membro della famiglia o direttamente di un call center di emergenza. Anche la possibilità di localizzazione GPS si rivela utile. Alcuni smartphone possono anche essere facilmente collegati all’apparecchio acustico tramite Bluetooth o induzione, che sopprime le interferenze durante le chiamate.

Naturalmente, anche la dimensione del carattere e il volume delle suonerie sono regolati per adattarli alla vista e all’udito. A differenza dei dispositivi convenzionali, l’attenzione principale è meno su prestazioni e design, ma più su funzionalità e facilità d’uso. Molti hanno anche buone fotocamere e, se non hai abbastanza spazio di archiviazione, puoi espanderlo con una scheda microSD.

Come trovare il modello giusto

La gamma di telefoni per anziani è ora molto ampia e i produttori adottano approcci diversi. È così che si possono distinguere smartphone senior e telefoni cellulari senior. Inoltre, può essere decisivo se il modello dispone di un pulsante per chiamate di emergenza o di un’app per chiamate di emergenza.

Qual è la differenza tra telefoni per anziani e un normale smartphone?

I telefoni per anziani sono dispositivi con accesso a Internet adattati alle esigenze della vecchia generazione, e consentono di utilizzare i servizi di messaggistica convenzionali come WhatsApp o la videotelefonia tramite Skype. Si possono anche scaricare app e beneficiare di impostazioni individuali, come dimensione del carattere, colori e contrasto più elevato. Molti i modelli senza schermo touch, ma con tasti extra grandi e staccati sotto il display. Anche qui, la dimensione e il volume del carattere possono essere regolati per adattarsi alla vista e all’udito individuali. Ma di solito i telefoni con tastiera non sono compatibili con gli apparecchi acustici.

Qui sotto riassumiamo brevemente i vantaggi e gli svantaggi di un telefono “dedicato” per anziani:

Telefoni per anziani PRO:

  • Funzioni aggiuntive come il pulsante di emergenza
  • Schermo, caratteri e icone GRANDI
  • Spesso compatibili con apparecchi acustici
  • Dimensioni ottimali dei tasti
  • Possibile utilizzo di app

Telefoni per anziani CONTRO:

Più grandi e meno maneggevoli
Memoria ridotta
Processore non di ultima gen

Il più adatto quindi dipende dalla destinazione d’uso. Se in realtà stai solo cercando un dispositivo per effettuare chiamate, dovresti utilizzare un telefono cellulare per anziani: questi modelli sono i più facili da usare grazie alla presenza di pulsanti, sono relativamente economici e hanno anche un pulsante di chiamata di emergenza. Chiunque sia più esperto di tecnologia e si aspetti una gamma più ampia di funzioni è ben servito con uno smartphone senior.

Guida rapida: app per chiamate di emergenza e tasto emergenza a confronto

Un compito importante dei telefoni per anziani è la possibilità di ottenere aiuto rapidamente e facilmente tramite una chiamata di emergenza. Molti dispositivi hanno un pulsante di emergenza sul retro del dispositivo, che invia un messaggio SOS preformulato tramite SMS a un contatto memorizzato.

Gli smartphone con GPS inviano anche la posizione. Oltre agli SMS, c’è anche la possibilità di specificare un elenco di numeri di telefono in caso di emergenza, che il dispositivo chiama automaticamente uno dopo l’altro. Se nessuno dei contatti nell’elenco è raggiungibile, la chiamata verrà trasferita automaticamente ai servizi di emergenza. La tabella seguente riassume i vantaggi di un telefono con pulsante di chiamata di emergenza:

Vantaggi tasto di emergenza:

  • Utilizzo semplice e veloce
  • Operazione possibile anche con visibilità ridotta

Svantaggi:

  • Rischio di attivazione accidentale

Un’app di emergenza funziona allo stesso modo, ma deve essere prima scaricata sul telefono. Inoltre, un’app non è così intuitiva, facile e veloce da usare come un pulsante di chiamata di emergenza. Molte applicazioni offrono utili funzioni aggiuntive, come il rilevamento di incidenti e cadute. La seguente panoramica raggruppa i vantaggi e gli svantaggi delle app per chiamate di emergenza:

Vantaggi app di emergenza:

  • Offre anche agli utenti di smartphone senza un pulsante di emergenza un aiuto rapido
  • Pratiche funzioni aggiuntive

Svantaggi:

  • Necessaria installazione
  • Il funzionamento è più complicato rispetto a un pulsante di chiamata di emergenza

Quali caratteristiche cercare in un telefono per anziani?

I modelli di telefoni per anziani differiscono notevolmente l’uno dall’altro. Mentre alcuni smartphone sono particolarmente adatti per persone con prestazioni visive deboli, altri modelli supportano specificamente gli anziani con problemi di udito o problemi di coordinazione. Per questo motivo non è importante solo scegliere tra un telefono con tastiera o uno smartphone, ma anche guardarsi intorno con attenzione tra le rispettive tipologie. In termini di prezzo, i telefoni per anziani si trovano in fasce di prezzo basse rispetto ai modelli di smartphone convenzionali.

Il sistema operativo

Se stai cercando un telefono per anziani dedicato, non puoi evitare Android; iOS o Windows non sono in questo segmento di mercato. Il vantaggio dei dispositivi che girano su Android è che sono molto flessibili e configurabili individualmente, e possono quindi essere adattati in modo ottimale alle esigenze dell’utente.

Ci sono anche alcuni produttori come Big Launcher che offrono software e UI per anziani. Ciò consente di trasformare l’interfaccia standard di Android in un’interfaccia semplificata, che ha icone più nitide, più contrasto e campi di input più grandi. Questa opzione è ideale per chi se la cava con il display touch e non vuole acquistare uno smartphone speciale per anziani.

Dimensioni e risoluzione dello schermo

I display con una diagonale dello schermo di 4 pollici o superiore, con caratteri grandi, sono chiari e facili da usare per gli utenti con problemi di vista. Telefoni oltre 5 pollici e mezzo offre una superficie ancora più visibile, ma potrebbe essere troppo ingombrante. Oltre alla dimensione corretta dello schermo, anche la risoluzione gioca un ruolo importante nella leggibilità; un telefono per anziani dovrebbe avere almeno 1.280 x 720 pixel in modo che le immagini e il testo siano visualizzati nitidamente sullo schermo.

Capacità della batteria

La capacità della batteria dei telefoni per anziani deve garantire una durata minima di due giorni con uso intensivo. Si consiglia un modello con una capacità di almeno 3.000 mAh, soprattutto per le persone anziane che non hanno molta esperienza con gli smartphone e non prestano attenzione alla ricarica del proprio dispositivo. Ciò riduce al minimo il rischio che il telefono si scarichi e non siano disponibili le chiamate di aiuto in caso di emergenza. Una ricarica settimanale è spesso sufficiente per buoni telefoni con una batteria potente.

Tempo massimo di standby

Il tempo massimo di standby misura la durata della batteria quando il dispositivo è acceso ma non utilizzato. Nei telefoni per anziani, di solito il tempo massimo in standby dura molti giorni, un grande vantaggio di questi dispositivi.

Tempo di conversazione massimo

Il tempo massimo di conversazione è ben al di sotto del tempo massimo di standby e descrive la durata massima della batteria che può essere dedicata alle chiamate. Per gli smartphone senior, è fino a 18 ore.

La fotocamera – adatta anche per i fotografi dilettanti

Non solo nel mondo degli smartphone standard, ma anche nei telefoni per anziani le fotocamere sono migliorate. Molti dispositivi hanno solo una fotocamera principale sul retro, altri hanno una fotocamera frontale aggiuntiva per selfie o videochiamate, ad esempio con i nipoti. Se una buona qualità dell’immagine è importante, assicurati di scegliere un telefono per anziani con fotocamera da almeno otto megapixel. A proposito: come con tutti gli smartphone, il flash della fotocamera può essere utilizzato come torcia.

Memoria interna

La memoria interna disponibile nei telefoni per anziani di solito varia tra i 4 e gli 8 gigabyte. Prima di procedere all’acquisto, fate attenzione anche alla quantità di spazio di archiviazione: il software preinstallato può limitare la possibilità di installare app e salvare foto e video.

Se non riesci a quantificare i gigabyte come unità di misura per lo spazio di archiviazione, ecco una regola pratica: un gigabyte è sufficiente per circa 200 foto e 250 tracce musicali.

Slot per scheda microSD

La capacità di archiviazione limitata dei telefoni per anziani può diventare rapidamente un fastidio, soprattutto per i fotografi dilettanti o per chi ama salvare le foto della propria famiglia. Se pensi che la memoria interna non sia sufficiente, dovresti cercare un modello con uno slot per schede microSD. Con una microSD, la memoria interna può essere espansa in base alla capacità della scheda. Per scattare e salvare foto senza pensieri.

Compatibilità con apparecchi acustici

Durante le chiamate, i portatori di apparecchi acustici sentono spesso rumori fastidiosi. Per questo motivo, molti telefoni per anziani sono progettati affinché non si verifichino tali interferenze: questa proprietà è chiamata compatibilità con apparecchi acustici. Molti produttori contrassegnano i modelli compatibili con gli apparecchi acustici con la sigla “HAC” (“Hearing Aid Compatibility”).

GPS per localizzare e utilizzare app di navigazione

Gli smartphone di solito hanno anche la funzionalità GPS. Che, ad esempio, viene utilizzato dalle app di navigazione per determinare la posizione. Ma anche altre app utilizzano la funzione di localizzazione: le app per le chiamate di emergenza sui telefoni per anziani possono inviare rapidamente la posizione dell’utente via SMS.

Wi-Fi e bluetooth

Le tecnologie di connessione come Wi-Fi e Bluetooth sono standard negli smartphone, anche nei modelli appositamente progettati per le esigenze degli anziani. Con il Wi-Fi, si può accedere alla rete di casa per non sovraccaricare il volume di dati mobili. Con il Bluetooth, altri dispositivi abilitati possono essere collegati allo smartphone. Ad esempio, cuffie o altoparlanti senza fili.

Stazione di ricarica e cavo USB

Un cavo USB è sempre incluso, per collegare il telefono e trasferire dati come foto, musica o film. Il cavo di ricarica USB viene utilizzato anche per ricaricare la batteria, utilizzando il caricabatterie o delle “stazioni di ricarica” dove inserire il telefono.

App utili, soprattutto per gli anziani

Oltre alle funzioni tecniche come il pulsante SOS, c’è anche tutta una serie di utili app che possono essere installate su qualsiasi smartphone. Il Play Store Android offre ampie opzioni per personalizzare il telefono in base alle tue preferenze.

Quali app non dovrebbero mancare su un telefono per anziani?

Molto utili, ad esempio, le app per la salute con cui l’utente può registrare la pressione sanguigna o i valori di insulina e condividerli anche con il medico curante. Le app sveglia/promemoria offrono un ottimo supporto per ricordarti di assumere farmaci e i pedometri possono fornire motivazione per mantenersi in forma, anche in età avanzata. Se nel telefono per anziani manca un pulsante di chiamata di emergenza, questa funzione può essere sostituita da un’app.

Non dimenticata la gamma di app per comunicare. Da Whatsapp a Skype, sono tante le applicazioni facili da usare per chattare, fare telefonate video. Oltre all’amatissimo invio di foto o altri file da salvare direttamente sullo smartphone.

Ci sono anche molte app per passare il tempo o mantenere il cervello in forma. Indipendentemente dal fatto che si tratti di cruciverba, app di fitness speciali per anziani, brain jogging o app per imparare una nuova lingua, vale la pena dare un’occhiata in giro. Moltissime sono anche gratuite.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui