Liberare spazio su smartphone Android – Guida

0

Vi siete trovati anche voi senza memoria improvvisamente e non sapete come poter installare quell’applicazione importantissima? Non potete più scattare foto o video per il poco spazio? Se anche voi avete questo genere di problemi non preoccupatevi, insieme forse una soluzione la si trova. Capiamo insieme come poter ridurre al minimo lo spazio occupato liberandolo dai files inutili.

Ecco una serie di piccoli trucchetti e suggerimenti su come poter liberare spazio sul vostro smartphone android.

1. Salvare foto e video con Google Foto

Se siete tipi particolarmente social le cose che occuperanno la maggior parte della nostra memoria saranno foto e video. Ovviamente nessuno di noi vuole perdere le proprie foto e vogliamo sopratutto averle sempre con noi. Purtroppo con il passare del tempo queste iniziano ad occupare uno spazio sempre maggiore che difficilmente potremo portare sempre con noi. In realtà una soluzione c’è e si chiama Google Foto.

Abbiamo già parlato di questo metodo in maniera esaustiva. Se volete approfondire qui sotto trovate la guida completa.

Articolo Suggerito: Come risparmiare spazio sul tuo smartphone – Guida..

Ad ogni modo non bisognerà far altro che scaricare l’applicazione Google Foto da link qui in basso.

Una volta scaricata ed aperta l’applicazione inizierà ad effettuare un salvataggio automatico di tutte le nostre foto e i nostri video. Al termine del salvataggio non bisognerà far altro che andare nella propria galleria fotografica e cancellare tutto ciò non vitale. Nel caso volessimo vedere le nostre fotografie caricare non bisognerà far altro che aprire l’applicazione di Google Foto ed avere tutto lo storico dei nostri ricordi. Un ulteriore vantaggio di questo metodo è l’analisi delle foto che viene effettuata. Ci ritroveremo tutte le foto catalogate con il riconoscimento dei luoghi e dei volti. In questo modo sarà ancora più facile per noi risalire ad una determinata foto.

2. Salvare foto e video su microSD

Per chi invece non vuole salvare le proprie foto online o non sempre dispone di una connessione ad internet per poterle vedere può optare per una memoria esterna. Mi sono trovato spesso persone con poca memoria disponibile ed una microSD completamente vuota, questo perché non era stata impostata la memoria esterna come memoria preferita per le immagini.

Per poter salvare le vostre foto su microSD non dovete far altro che aprire le impostazioni della vostra galleria e trovare la voce per l’operazione. Ogni modello ha la propria impostazione, sempre a patto di avere una microSD inserita. Selezionando poi tutte le vostre foto dovrebbe essere semplice spostarle sulla memoria esterna. Purtroppo ogni dispositivo presenta un percorso o delle voci differenti ma se avete la possibilità di inserire una memoria esterna state sicuri che potrete salvare le foto direttamente su di essa.

3. Cancellare le applicazioni inutili

Sembra una banalità ma quando acquistiamo un dispositivo nuovo questo ha già del software precaricato. Molte volte non risulta possibile disinstallare queste applicazioni ma in alcuni casi si. Provate quindi a disinstallare tutto quello che non vi interessa.

Forse non tutti sapete che anche le applicazioni precaricate di Google possono far recuperare spazio. Non possono essere rimosse, poiché servono per il funzionamento del sistema stesso. Possono però essere rimossi gli aggiornamenti di queste app riducendone notevolmente le dimensioni.

Andiamo quindi nelle impostazioni – applicazioni, cercando tutte quelle app di cui possiamo fare a meno. Selezioniamo disinstalla. Cerchiamo tutte quelle applicazioni di Google preinstallate che in realtà non usiamo. Vi metto qui sotto un elenco non esaustivo ma per rendere l’idea:

  • Google Pay
  • Duo
  • Google Play Film
  • Google Play Giochi
  • Gmail
  • Google Play Musica

Ci sarebbero anche altre applicazioni che consentono di avere una versione basilare della app per il corretto funzionamento di alcune operazioni ma senza tutti i servizi annessi. Spulciate questa sezione e cercate di rimuovere tutto ciò che è inutile.

4. Utilizza le versioni lite delle applicazioni

Alcuni ignorano l’esistenza della versione lite delle applicazioni più importanti. Esistono infatti delle versioni alleggerite di Facebook, Messenger, Skype e altre.

Queste versioni sono strutturate per essere installate su dispositivi con poca memoria disponibile e connessioni lente. Sono perfette per chi quindi non ha dispositivi molto capienti. Le si trovano facilmente sul Play Store, tranne alcune che sono, per il momento, limitate in determinati paesi. Volendo anche quelle limitate possono essere trovate e installate facilmente. Vi lasciamo qui sotto un collegamento diretto con quelle che sicuro utilizzate.

Non dimenticate inoltre che tantissime app che utilizziamo hanno anche una webapp e che quindi possono essere accessibili semplicemente dirigendoci sulla pagina web. Non riceveremo le notifiche ma in casi estremi potrà essere una soluzione valida per tutte quelle app non indispensabili.

5. Cancelliamo la cache ed i file temporanei

Durante l’utilizzo le applicazioni creano dei file temporanei. Questi files col tempo iniziano ad occupare uno spazio importante. Di solito il sistema operativo e le stesse app tendono a cancellarli ma non sempre ciò avviene quando a noi fa comodo. Per scegliere noi quando effettuare questa operazione dovremo scaricare un’applicazione creata dalla stessa Google, il cui scopo è esattamente liberare spazio.

Aprendo l’applicazione questa eseguirà una scansione del nostro dispositivo suggerendoci metodi per liberare spazio.

L’utilizzo è abbastanza semplice, bisogna però prestare attenzione. Potrebbe capitare di cancellare qualcosa involontariamente, controllate quindi sempre ciò che state cancellando.

L’applicazione funziona a schede. Ci mostra voce per voce quello che potrebbero essere files da poter cancellare per liberare spazio. Come potete osservare nell’immagine in alto attualmente sto utilizzando circa 30 GB.

Al termine della pulizia come potete notare ho liberato 7GB di files. Non ho cancellato tutto, andando a selezionare. Ovviamente non tutto ciò che ci propone va cancellato senza prima controllare. Nelle varie slide troveremo anche .apk di applicazioni magari scaricate e dimenticate. Viene proposta anche una lista dei files più grandi. Possiamo così subito trovare cosa occupa memoria. Prestate attenzione e eliminate il superfluo.

6. Attenzione alle app di messaggistica

Oramai viviamo nei social e tendiamo a condividere la nostra vita. Capita spesso di ritrovarsi le proprie chat piene di immagini e video condivisi. Col tempo le varie conversazioni inizieranno a pesare sempre di più, arrivando ad occupare anche il 50% del nostro spazio disponibile. Applicazioni come Whatsapp salvano tutto in locale Questo significa che se non facciamo una pulizia costante senza accorgercene troveremo GB di file senza sapere dove cominciare.

Il primo consiglio è quello di utilizzare chat di messaggistica non basagte sul locale ma sul cloud. Applicazioni come Telegram e Messenger utilizzano un sistema multi piattaforma. Tutti i dati restano su dei server che consentono di liberare la memoria cache ma non perdere i file, rendendoli recuperabili. Whatsapp invece utilizza un sistema basato sul locale, quando viene inviata una foto questa viene scaricata in locale sul nostro smartphone ed una volta cancellata non è più recuperabile.

Come fare quindi? Innanzitutto nelle impostazioni di Whatsapp elimina lo scaricamento automatico sia sotto rete WiFi che cellulare dei file multimediali. In questo modo dovrai selezionare tu il download dei singoli file. Tutto ciò di non necessario eliminiamolo subito. Andiamo poi nelle impostazioni di Whatsapp e poi in utilizzo dati e archivio. Nelle impostazioni di utilizzo archivio troveremo tutte le nostre chat ordinate in base alla grandezza dello spazio occupato. In questo modo avremo la possibilità di renderci conto su quale chat agire per liberare maggiore spazio.

Considerazioni

Se hai seguito tutti i nostri passaggi provandole tutte ma comunque non hai spazio, probabilmente sei in una situazione davvero critica. Se hai un dispositivo particolarmente vecchio potresti avere un quantitativo di memoria veramente esigua. In quel caso non c’è altra soluzione che cambiare il dispositivo con uno con una memoria maggiore, in quel caso ti consiglio di seguire le nostre guide sugli smartphone.

Se hai domande o dubbi utilizza pure il box dei commenti, cercheremo di rispondere quanto prima.

Share.

Rispondi