Proiettore M18 – Recensione

0

Pensare ad un proiettore non è la prima cosa che viene in mente. Generalmente chi lo acquista lo fa per questioni lavorative (presentazioni e simili), quindi difficilmente viene in mente come acquisto da effettuare per la propria casa. I prezzi di questi dispositivi sono calati molto, ed anche le dimensioni sono molto più compatte rispetto il passato. Ormai soluzioni dalle buone caratteristiche possono essere acquistate a buon mercato, anche se, come sempre, il prodotto scadente è sempre dietro l’angolo.
Oggi abbiamo avuto modo di provare per voi un proiettore dall’insolito nome, M18. Siamo stati attirati dal prezzo, particolarmente contenuto, e dalle caratteristiche, particolarmente buone. Ci ha convinto? Vediamo cosa ha da offrire.

Confezione e Design

Proiettore M18 out of the box

La confezione è in cartone rigido di colore blu con la stampa del proiettore sulla parte frontale. All’interno troveremo una confezione per il telecomando (senza pile), il cavo di ricarica e un cavo AV. Il proiettore è posizionato in una confezione di polistirolo per evitarne rotture accidentali durante il trasporto. Confezione semplice e spartana, quanto basta considerato il prodotto ed il prezzo pagato.

Il proiettore M18 ha un design semplice e senza particolari note di colore. Di plastica bianca e nera risulta essere abbastanza sobrio da non dare nell’occhio. Nella parte frontale troviamo l’obiettivo nella parte sinistra e la porta infrarossi a destra.

M18 proiettore tasti lato superiore

Il lato superiore presenta i tasti per controllare il dispositivo e l’apertura nella zona dell’obiettivo per controllare la messa a fuoco e la distorsione dell’immagine.

Proiettore M18 slot sd card, AV e cuffie

Il lato sinistro ha l’apertura con griglie per il raffreddamento della lampada e l’ingresso per una scheda SD e un cavo AV e audio Jack.

Proiettore M18 tutte le porte e interfaccie

Posteriormente troviamo tutta una serie di porte d’ingresso. Troviamo infatti una porta VGA, un’altra porta a infrarossi, 2 porte USB (una che eroga alimentazione a 5V) e 2 HDMI. Anche qui troviamo una apertura con griglie per il raffreddamento e una porta d’alimentazione. Il Lato destro invece è completamente libero.

M18 Proiettore Specifiche Tecniche

M18 Projector Front
Risoluzione1920x1080
Luminosità3000 lumen
Contrasto1000:1
Dimensione proiezione50" fino a 300"
Vita della lampada30.000 ore
Rumorosità28dB
Formati immagine jpg, png, bmp, gif
Formati videoavi, mkv, mp4, mov, mpg, mpeg, ts, tp, m2ts, dat, vob
Formati audiomp3, dts, mp1, mp2, mp3, wma
Ingressi2 porte infrarossi, 1 VGA, 2 USB (1 da 5V), 2 HDMI, 1 alimentazione
Dimensioni e Peso38.00 x 30.00 x 12.00 cm / 2.9 KG

Software

Proiettore M18 software UI

Il software è particolarmente semplice. Si sceglie la sorgente e si comporta in maniera differente rispetto la fonte. Ovviamente se si inserisce un dispositivo ad una porta HDMI si preoccuperà solo di riprodurre l’audio ed il video che vengono inviati. Inserendo un dispositivo in una porta USB o una SDcard mostrerà un menu. Inserendo quindi un dispositivo di memoria il proiettore M18 mostrerà 4 categorie di possibili riproduzioni Video, Musica, Foto e Testo. Per quel che riguarda musica e foto non ci sono particolari problemi di riproduzione. Selezionando Video (Movie) potremmo avere qualche problema in alcune occasioni.

Selezionando la riproduzione di video i formati più comuni sono facilmente riproducibili senza alcun tipo di problema. Potrebbero insorgere problemi con filmati particolarmente pesanti o con formati più difficili da gestire. Personalmente con video scaricati da internet non ho mai avuto problemi se non in una sola occasione, dove il video veniva riprodotto ma non l’audio. Fortunatamente a tutto questo ci sono diversi modi per poter risolvere ed avere anche un’esperienza migliore bypassando il software del proiettore M18.

Conclusioni

Ho avuto modo di provare il proiettore per un paio di settimane. Prima di queste prove non ho mai avuto un proiettore poiché pensavo fosse qualcosa di costoso e poco utile nella vita quotidiana. Mi sono dovuto ricredere.

Dopo le prime incertezze iniziali, dove posizionarlo, quanto buia dovesse essere la stanza, etc. Ho trovato dove collocare il proiettore in camera da letto (quella dove principalmente si sta la sera al buio). Posizionato il proiettore M18 verso una parete libera e comoda da vedere. Regolato la messa a fuoco e la distorsione dell’immagine e inserito la pendrive.

Durante le prime prove non ho avuto alcun tipo di problema, i file venivano riprodotti senza problemi e tutto risulta fluido. Le casse del proiettore (già integrate) emettono il suono in modo chiaro e forte, tanto da non essere infastiditi dal rumore delle ventole (una cosa normale per questi prodotti). Il sistema di gestione dei filmati ricorda però un vecchio lettore DVD di vecchio stampo. Pochi controlli e se si vuole andare di molto avanti non risulta subito fattibile. Ho però trovato una soluzione ideale alle mie esigenze.

La mia reale necessità non era tanto quella di fruire di film su pendrive ma di voler utilizzare Netflix. Ho quindi pensato di collegare alla porta HDMI la recente Xiaomi Mi Box S (che risulta particolarmente leggera posizionata sopra il proiettore). Questa soluzione mi ha reso l’esperienza nettamente differente. Ho messo da parte il telecomando del proiettore M18 ed avviata la riproduzione da sorgente HDMI, gestita dal mio TV Box. Ovviamente lo stesso può essere fatto magari con una FireStick di Amazon, che risulta anche più piccola e alimentabile direttamente dalla USB a 5V presente.

Articolo Suggerito: Xiaomi Mi Box S – Recensione..
Articolo Suggerito: Amazon Fire TV Stick Basic – recensione..

Considerando la dimensione che riesce a raggiungere, fino a 300″, la compattezza del prodotto e la facilità di utilizzo è qualcosa da tenere di conto per vivere un’esperienza di visione completamente differente. Creando l’ambiente adatto si riesce a vivere un’esperienza molto simile a quella di un cinema. Ovviamente non sto qui a dirvi come possa essere utile anche per presentazioni e lezioni in aula, visto che il suo utilizzo solito è proprio questo. La mia idea è quella di mostrarvi come, con una piccola spesa ed una TV Box si riesca a riprodurre praticamente tutto in maniera facile e veloce senza doversi complicare la vita. Personalmente mi sono ricreduto sulla qualità video a costi così contenuti.

Share.

Rispondi