Recensione completa Redmi Note 7: la rivoluzione della fascia media

0

Xiaomi sta attuando una serie di scelte commerciali per separare il proprio marchio dal termine “economico”. Per non perdere però clientela ha deciso di separare la serie Redmi facendola diventare un vero e proprio brand, economico.

Articolo Suggerito: Redmi e Honor: è guerra tra gli smartphone economici..

Il primo prodotto del nuovo brand è il Redmi Note 7 che a mio avviso crea una voragine dietro tutti i dispositivi economici e rispetto molti medio gamma. Un dispositivo che rende quasi inutile cercare un altro smartphone in questa fascia di prezzo. Non ha specifiche da TOP gamma ma tutto quello che fa lo fa bene e senza particolari compromessi. Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

Confezione

Confezione che richiama, ovviamente, i modelli Xiaomi della serie Redmi. Colore arancione e bianco, di cartone rigido, curata e davvero semplice.

Internamente troviamo la solita dotazione, caricatore, cavo USB type C/USB e cover sottile in silicone. Ovviamente per tenere bassi i costi non ci sono particolari accessori, ma la dotazione è in linea anche con i TOP gamma, quindi nulla di cui lamentarsi. In realtà trovo sempre superiore la qualità degli accessori, anche confrontandoli con prodotti di marchi più blasonati.

Specifiche Tecniche

Design
Dimensioni 159,2 x 75,2 x 8,1 mm
Peso 186 g
Colori Nero, Oro, Blu
Fotocamere
Posteriore 48 MP, 5 MP
Anteriore 13MP
Funzionalità HDR, Dual-LED flash
Display
Dimensioni 6,3 Pollici
Risoluzione 1080 x 2340 Pixels
Tipo IPS, 16M Colori
Funzionalità Corning Gorilla Glass
Hardware
Chipset Snapdragon 660
GPU Adreno 512
Memoria 3/4/6 RAM, 32/64 Storage
Batteria 4000 mAh (Li-Po, Non rimovibile, Fast Charge)
Sensori Type-C, Giroscopio, Accelerometro, Fingerprint (Retro)
Software
OS Android 9.0
Connettività
Procolli LTE, HSPA, GSM, EDGE, GPRS
Bande 4G 850, 900, 1800, 1900, 2000, 2100, 2300, 2500, 2600
Bande 3G 850, 900, 1900, 2100
Funzionalità Infrarossi, GLONASS, GPS, Bluetooth 5.0, Wi-Fi 802.11

Design

Estaticamente simile a tanti altri smartphone Xiaomi. Il Redmi Note 7 è completamente piatto con vetro anteriore e posteriore, bordo in metallo e solo la fotocamera posteriore che sporge. Vediamo nel dettaglio.

Completamente in vetro nella parte frontale. Il display copre quasi l’intera superficie lasciando un leggero bordo nero. Perdiamo il notch, ereditato da iPhone, e prende il posto la goccia, per la fotocamera. Nel bordo superiore del display si trova il ricevitore, molto sottile.

Posteriormente troviamo ancora vetro, sensore d’impronte nella parte alta al centro. Si sblocca molto facilmente durante l’uso quotidiano. La camera sporge molto, tanto che anche con la cover in silicone continua a sporgere.

Con una custodia leggermente più spessa la cosa dà meno fastidio. Sotto la doppia camera, a semaforo, si trova il flash led. In basso, al centro, il nuovo marchio del brand Redmi.

Nella parte inferiore troviamo i fori per il microfono e per l’altoparlante. Al centro l’ingresso per l’USB type C.

Superiormente porta jack, non ancora rimosso su questo modello, ed il sensore ad infrarossi, piacevole presenza.

Lato sinistro completamente privo di tutto, unica presenza l’ingresso per le due nano sim o una nano sim ed una microSD.

Lato destro con tutti i tasti. Tasti volume e leggermente più in basso tasto accensione e spegnimento.

Come vedete Redmi Note 7 richiama sempre l’estetica generale di tutti gli Xiaomi della stessa fascia di prezzo, andando a pulirne le linee. Trovo infatti, su questo modello, maggiore eleganza e cura dei dettagli. Nell’utilizzo quotidiano si sente che, rispetto altri Redmi, questo porta uno spessore maggiore. Probabilmente l’essere completamente piatto fa sentire tutto lo spessore, personalmente preferisco questa soluzione piuttosto che avere uno smartphone con i bordi più sottili che aumentano nella parte centrale.

Display

Redmi Note 7 ha un ampio display IPS da 6,3″, risoluzione da
FullHD+ (2340 x 1080 pixel), molto bello a mio avviso. Bordi presenti e visibili, ma tutto sommato comprensibile lo spessore visto il prezzo dello smartphone. Redmi Note 7 ha un buon display, ottimo se confrontato con dispositivi dello stesso prezzo. Abbastanza luminoso per tutte le situazioni di visione. Visione di taglio che non modifica i colori e display abbastanza vicino al vetro da non dar fastidio. La goccia per la fotocamera non si nota quasi durante l’uso quotidiano. Così piccola che sembra quasi sparire dalla vista mentre si usa lo smartphone.

Piccola nota a parte per la gestione della luminosità. Credo sia una cosa che riguardi il software piuttosto che il sensore vero e proprio. In generale in tutte le mie recensioni e prove ho sempre notato che tende a tenere il display leggermente più scuro di quanto serve. Se lasciate lavorare il sensore di luminosità senza intervenire troverete che imposta sempre la luminosità leggermente più bassa, quel tanto da farvi sforzare la vista.

Fotocamera

Redmi Note 7 porta un nuovo primato in questa fascia di prezzo, una fotocamera da ben 48 megapixel. Difficile avere questi numeri anche tra i TOP gamma, figurarsi nella fascia bassa. Ma sono solo numeri per fare colpo o fotografa bene? Fotografa bene, anzi benissimo!

Parlando di specifiche delle camere posteriori. Le camere, come potete vedere, sono 2. Una ha una risoluzione da 48 megapixel, ƒ/1.8, mentre la secondaria è da 5 megapixel, ƒ/2.4. La seconda camera serve solo per la lettura della profondità. Grazie alla presenza di una camera fisica la lettura della profondità di campo avviene per questioni ottiche piuttosto che per scelte della sola intelligenza artificiale. In questo modo in modalità ritratto avremo dei risultati davvero belli, senza quell’effetto finto di questa fascia di prezzo.

Parlando della camera principale, il sensore è da 48 megapixel ma le foto che vengono elaborate sono da 12 megapixel. Questo avviene perché i 4 pixel vengono interpolati in 1. In questo modo la definizione e la qualità dell’immagine aumenta. Volendo foto da 48 megapixel bisognerà entrate in modalità Pro, in questo modo avremo modo di poter regolare più valori ed avere scatti a piena risoluzione. Personalmente non vi consiglio di scattare a 48 megapixel per diversi motivi.

Avere foto da 12 ha molto più senso che foto da 48, in quanto aumenta solo la dimensione del file e le dimensioni dell’immagine, ma diminuisce la qualità della foto. Scattare foto così grandi, se non ne abbiamo necessità crea solo problemi d’elaborazione piuttosto che con dimensioni minori. Quando verranno condivise, queste foto, saranno sempre compresse dai programmi di messaggistica e social network vari.

La pecca principale del Redmi Note 7 sono le foto di notte che non convincono. Probabilmente con i vari aggiornamenti miglioreranno ma per il momento queste hanno una qualità nella sufficienza e solo leggermente superiore a dispositivi simili per prezzo.

Articolo Suggerito: Honor View 20 e Xiaomi Redmi Note 7: chi..

I video sono sufficienti. Redmi note 7 effettua registrazioni a 1080 a 60 fps. Per quanto riguarda quindi la fluidità di ripresa non ci sono problemi, noto però troppo rumore e tremolio nelle registrazioni, tale da non convincermi pienamente.

Camera frontale da 13 megapixel ƒ/2.0. Foto buone, forse colori leggermente più slavati, rispetto la camera posteriore. Ottima la modalità ritratto con la camera interna.

Google Camera e intelligenza artificiale

Forse non tutti sapete che Google per i propri Pixel ha sviluppato un’app fotocamera che riesce a creare degli scatti molto buoni, tirando fuori il meglio da ogni camera. Questa app può, teoricamente, usato su un numero davvero ridotti di dispositivi, in maniera ufficiale. Fortunatamente tanti sviluppatori sono riusciti ad estrapolare questa app e renderla compatibile con tantissimi altri smartphone, a patto di avere determinate API sbloccate ed utilizzabili. Indovinate un po’? Il Redmi Note 7 ha di base già le API sbloccate, quindi non ci saranno problemi nell’installazione di questa app, senza necessitare di root e sblocchi vari.

Ho voluto fare delle foto comparative con le foto proposte sopra, questa volta vi inserirò a sinistra la foto con lo scatto della camera stock, mentre a destra con la camera di Google installata. Fateci sapere cosa ne pensate e se le foto sono effettivamente migliori. Nessuna foto è stata modificata ma scattata e pubblicata.

Come potete notare, le foto scattate con la camera stock hanno già una buona resa ma che migliora di molto con l’utilizzo della Google Camera. In generale la Google Camera con la fotocamera del Redmi Note 7 crea delle foto con più profondità e contrasto.

C’è da dire che in generale anche la camera del Redmi Note 7 ha un’intelligenza artificiale che migliora le foto, come potete vedere con le foto in basso.

La foto a sinistra utilizza l’intelligenza artificiale del Redmi mentre nella foto a destra è stata rimossa l’elaborazione con l’AI. Come si nota, il sistema ha riconosciuto che scattavamo una foto alla vegetazione. l’AI ha applicato una calibrazione del colore su un verde più scuro aumentando le graduazioni di verde, come era in effetti nella realtà.

Personalmente trovo l’uso della Google Camera come camera principale, l’unico limite di questa camera, a dispetto della versione scelta però, rende lo scatto leggermente più lento se si utilizzano tutte le opzioni attive. Poco pratica quindi per scatti a volo, ma ottima per tutte quelle occasioni dove il soggetto è fermo e non c’è necessità di fare le cose a volo, dove preferisco l’uso della camera stock.

Audio

Il Redmi Note 7 mi ha sorpreso per un audio pulito. Buona la potenza e la qualità in capsula. Se devo pensare alla sola potenza, capsula auricolare potete tanto da dover abbassare l’audio in chiamata. Per quello che riguarda la potenza dello speaker invece leggermente sotto tono. Si poteva fare qualcosina in più da questo punto di vista. Si sente ma non mi ha sorpreso come la capsula auricolare.

Autonomia

Redmi Note 7 è dotato di una batteria capiente, come consuetudine della serie Redmi. Su questo dispositivo rimarremo difficilmente senza carica durante la giornata grazie alla sua capiente batteria da ben 4000 mAh. Presente anche la ricarica rapida, peccato per la mancanza di un caricatore che sia capace di sfruttarla. Quindi se utilizzare il caricatore presente in confezione la carica sarà standard, un caricatore più potente vi consentirà di caricare questa immensa batteria.

Durante i miei test con un uso abbastanza intenso arrivavo ad un 40/50% di batteria residua. Non mi consentirebbe di chiudere completamente 2 giorni intensi ma ci mancherebbe davvero poco. Se invece utilizzerete lo smartphone con un uso moderato ci arriverete senza alcun tipo di problema.

Software

Redmi Note 7 è dotato di Android 9 Pie, personalizzato da Xiaomi con la MIUI 10.2. Come si comporta? Bene, con i soliti limiti di questa personalizzazione. Vera scocciatura sono le notifiche, non visibili. Avendo una fotocamera che occupa uno spazio minimo della parte alta dello schermo lo spazio per mostrare le notifiche c’è, eppure Xiaomi sceglie ancora di non mostrare le notifiche nella parte alta. Spero che questa scelta venga modificata nel minor tempo, perché costringe in più TAP per la visione di notifiche che dovrebbero avere una priorità maggiore nell’uso quotidiano.

La MIUI è fluida ed ha una serie di funzioni sempre interessanti, come il clonare app (comodo per le app di messaggistica) ed il creare un secondo spazio (privato per le nostre cose più intime). Redmi Note 7 inoltre ha il doppio TAP per risvegliarlo, senza necessità di premere tasti, ed il solleva per attivare, come su iPhone.

Android Auto funziona e nell’uso totale mostra raramente segni di blocco. Qualche bug software presente ma di poco conto, sono sicuro verranno risolti a breve. I giochi sono fluidi e girano bene, presente una modalità gaming che toglie le distrazioni durante le sessioni di gioco.

Conclusioni

Redmi Note 7 è un dispositivo che disintegra tutta la concorrenza. Tranne promozioni di dispositivi di molto più costosi, non ha molto senso girare o confrontare altro in questa fascia di prezzo. Infatti per me è lui il vero Re.

Camera che scatta vere foto senza dover rinunciare a tanto. Estetica curata, materiali pregiati. Dimensioni contenute con display ampio. Batteria capiente. Sono tanti i punti a favore di questo Best Buy assoluto. Ma quanto costa Redmi Note 7? Ufficialmente è un dispositivo che si colla nella fascia di prezzo di 200€. Attualmente i tagli previsti sono 3:

  • 3GB 32GB di memoria a 179,90€
  • 4GB 64GB di memoria a 199,90€
  • 4GB 128GB di memoria a 249,90€

Prezzi davvero spettacolari se si considera cosa ha da offrire. Attualmente il dispositivo è acquistabile sui soliti shop online cinesi a prezzi molto simili a quelli proposti su Amazon. Per domande o dubbi utilizzate sempre nel post dei commenti in basso.

Trova il tuo sconto Xiaomi

Nella nostra sezione sconti troverai 200+ coupon dedicati a Xiaomi!

168,00€
disponibile
51 nuovo da 168,00€
3 usato da 163,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
167,99€
disponibile
37 nuovo da 167,99€
1 usato da 176,57€
Amazon.it
Spedizione gratuita
222,90€
disponibile
28 nuovo da 220,00€
3 usato da 157,41€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Settembre 20, 2019 4:39 am
Share.

Rispondi