Recensione Oukitel U18 – Lo smartphone che prende molta “ispirazione”

0

Ci sono segni distintivi che contraddistinguono uno smartphone dall’altro.
Sono segni che possono piacere o meno ma che rendono unico il prodotto. Oukitel ha deciso di “ispirarsi” ad alcuni di questi segni distintivi, fondendoli in un unico smartphone. Attraverso la recensione capiremo se queste “scelte” stilistiche convincono o se una copia resta soltanto una copia.

Confezione

La confezione si presenta di colore bianco, come da tradizione Oukitel, al suo interno, oltre lo smartphone troveremo:

  • manuale d’istruzioni
  • estrattore per lo slot SIM
  • cover in silicone
  • alimentatore da parete (presa europea) da 5V=2A
  • cavo da ricarica USB – USB type C
  • adattatore USB type C a mini jack

Specifiche Tecniche

  • Processore: MediaTek MT6750T, octa core a 1,5 GHz
  • GPU: Mali T860-MP2
  • Display: 21:9, 5.85″, HD+ 720×1512 (multitouch fino a 5 punti)
  • RAM: 4GB
  • ROM: 64GB, espandibile fino a 128GB con microSD esterna
  • OS: Android 7.0
  • Camera: Doppia camera posteriore da 16MP e 5MP, camera anteriore da 13MP
  • Sim Card: 2 nano SIM o 1 nano SIM e una microSD
  • Connettività: WiFi 802.11 a/b/g/n, Bluetooth 4.2
  • Batteria: 4000mAh con carica rapida
  • Altro: lettore d’impronte posteriore, face unlock, porta ingresso USB type C
  • Dimensioni: 150,5×73,2×10,0mm
  • Peso: 213,7gr
  • Rete: GSM 850/900/1800/1900 WCDMA 900/2100 LTE 1/3/7/8/20

Le prestazioni sono abbastanza limitate, questo dipende da due fattori, il processore scelto, il MediaTek MT6750T, non è all’altezza di far scorrere il dispositivo in modo fluido. Capita infatti di frequente di dover attendere il completamento dell’azione richiesta. S
e alle prestazioni non in linea si aggiungono continui lag, dovuti ad un software non completamente ottimizzato, si comprende come l’esperienza d’uso ne risenta. Se aveste intenzione di giocare, sappiate che è possibile a patto di impostare la qualità dei dettagli al minimo. Anche su questo lato il dispositivo si dimostra essere insufficiente.

Design

Sicuramente non è semplice parlare di uno smartphone la cui stessa azienda nel video di presentazione ha detto apertamente di aver preso “ispirazione” dall’estetica di due dispositivi. Siamo consapevoli che in Cina tendano, in molti casi, a scopiazzare alcune caratteristiche o design particolarmente popolari. Oukitel non è da meno e mentre la parte frontale del suo U18 copia apertamente iPhone X, il retro è molto simile al Mate 10 Pro di Huawei.

Il display è in 21:9 con una dimensione di 5.85″, questo rapporto rende il dispositivo abbastanza maneggevole da usare, anche con una sola mano. Quello che invece lo rende scomodo sono le dimensioni, in particolare lo spessore, di 150,5×73,2×10,0 mm, ma sopratutto il peso, di ben 213,7gr. Il dispositivo, infatti, durante l’uso quotidiano si fa sentire per il suo peso, sia in tasca che in mano. Noterete che durante l’utilizzo si sentirà tutto il suo peso facendovi poi scrivere con entrambe le mani, qui il display più stretto renderà scomodo l’uso di due mani per la scrittura.

Il retro è in plastica satinata, con un bordo in alluminio. La back cover non sembra essere particolarmente resistente agli urti. Ho utilizzato il dispositivo per alcuni giorni senza cover ed ho riscontrato leggeri graffietti sulla cover. La cover mantiene inoltre molto le impronte. Nella parte centrale alta trova posto la doppia camera con il dual flash LED. Appena sotto la camera c’è il lettore d’impronte digitali. Questo lettore è rotondo ed è in una posizione comoda.

Il lato destro presenta i tasti volume, posti nella parte alta, mentre subito al di sotto è presente il tasto power. I tasti hanno una buona corsa e sono facili da individuare. Il lato sinistro è completamente assente dai tasti: trova posto infatti solo il vano sim. Da notare che il vano sim può ospitare due nano SIM o una nano SIM ed una microSD.
Su Oukitel U18 è infatti possibile espandere la memoria interna fino a 128GB, una memoria più che sufficiente per tutti. Il lato superiore è completamente privo di ogni tasto o sensore, mentre nella parte in basso è presente la porta USB Type-C, il microfono di chiamata e l’altoparlante.

Display

Il display presente su Oukitel U18 è di 5.85″ con un formato di 21:9, la densità non è tra le più alte, 286ppi, ma più che soddisfacente, la risoluzione è di 720X1512 pixel. Il display è forse la cosa migliore di questo dispositivo, i colori infatti sono luminosi e brillanti. La luminosità anche sotto luce diretta è buona.
Forse il sensore di luminosità non sembra funzionare bene: una volta attivato non sembra regolare la luminosità in maniera automatica. I bordi sono sottili al punto giusto da non provocare tocchi inaspettati durante l’uso ed il formato stretto rende salda la presa, unico problema sono le parti più alte del display, difficili da raggiungere ad una mano.

Nella parte alta è presente il cosiddetto “notch”, in questa zona sono racchiusi il sensore di prossimità, la camera anteriore ed il ricevitore. Dal punto di vista estetico il notch può piacere o meno, dal punto di vista funzionale invece occupa una zona dedicata ad alcune informazioni (tipo carica residua, potenza segnale telefonico o wifi). A livello di sistema invece questo notch non è integrato per nulla, quando si ricevono delle notifiche queste vengono tagliate nella parte centrale. Oukitel avrebbe potuto sfruttare meglio questa porzione di display guadagnata.

Il touch di questo dispositivo può registrare fino a 5 tocchi contemporaneamente. Purtroppo anche l’uso quotidiano il dispositivo perde di frequente tocchi. Inizialmente credevo di aver sbagliato io, ma con l’uso gli errori erano sempre più evidenti e frequenti, fino a non lasciar più dubbi sulla poca reattività del touch. Non che sia qualcosa di inutilizzabile, ma per chi ha una certa praticità questo può essere un rallentamento durante l’uso quotidiano.

Fotocamera

Come abbiamo visto, quella presente su Oukitel U18 è una doppia fotocamera. Il sensore principale da 16MP, un Sony IMX135, è affiancato da un sensore secondario da 5MP, a lato è presente un doppio flash LED dual tone. Purtroppo la qualità rasenta la sufficienza nelle migliori condizioni di luminosità per essere insufficienti in ambienti più scuri.

Presente la funzione Blur (funzione che dovrebbe creare effetti di sfocatura attorno al soggetto della foto), purtroppo questa modalità non fa altro che mostrare un cerchio al centro messo a fuoco ed il resto sfocato.

Il sensore della camera anteriore è OmniVision OV8858, le prestazioni, così come la camera anteriore, sono sufficienti. I colori in pieno giorno sono fedeli, basta però avere una luminosità leggermente minore per veder scende drasticamente la qualità e aumentare il rumore fotografico.

Audio

Il compartimento audio non richiede particolari parole. L’audio in capsula si sente in maniera chiara e forte. La potenza dell’altoparlante principale, pur essendo mono, è buona, anche se non tra le più potenti. I toni sono piuttosto piatti, tutte le frequenze più basse non si notano durante la riproduzione.

Autonomia

Su Oukitel U18 è montata una batteria da ben 4000 mAh, la durata dovrebbe quindi essere considerevole, purtroppo durante l’utilizzo i numeri su carta non sono stati dei migliori, forse per un software non ottimizzato. Con un utilizzo intenso siamo arrivati a fare quasi un giorno e mezzo d’uso. Con un uso nella media si possono arrivare a fare anche due giorni. Forse da una batteria di tali dimensioni mi sarei aspettato qualcosa di leggermente superiore.

Software

La versione presente su questo U18 è Android 7.0, con aggiornamento di sicurezza datato 5 Gennaio 2018. L’aspetto è quello di Android Stock con qualche ispirazione alle icone di Samsung. Il sistema non è totalmente ottimizzato, come detto il notch non è stato sfruttato e per il sistema è come se non esistesse. Quando arrivano le notifiche queste non si leggono correttamente.

Oukitel ha però inserito nel suo dispositivo alcune sorprese, come il Face Unlock, che funziona discretamente bene. Purtroppo attivandolo non è possibile utilizzare anche il sensore d’impronte. Parlando del sensore c’è da dire che funziona discretamente bene, diciamo che 7 volte su 10 risponde correttamente, quello che non convince è la velocità di risposta a schermo spento. Se infatti lo schermo risulta spento e appoggiamo il dito sul sensore ci vorranno circa 1/2 secondi prima che il dispositivo si sblocchi. Altre funzioni interessanti sono le gesture con più dita, che consentono ad esempio l’attivazione della fotocamera da qualsiasi schermata o lo screenshot senza pressione dei tasti.

Video Ufficiale OUKITEL

 

Conclusioni

Purtroppo copiare l’estetica non basta. Oggi ci vogliono anche prestazioni adeguate. Il dispositivo infatti non eccelle in nessuna caratteristica o funzione. Ho cercato di trovare il suo punto forte ma purtroppo non sono riuscito a trovarlo. Probabilmente la cosa migliore di questo dispositivo è il display e i suoi colori. Dall’altro canto un software non ottimizzato con bug e prestazioni non al TOP, una camera appena sufficiente ed un multi touch che non risponde in maniera immediata ai tocchi fanno di questo smartphone solo una copia riuscita male.

Il dispositivo non ha un prezzo esorbitante, anche rapportato a quello che ha da offrire. Bisogna però scendere a patti con le sue prestazioni e i suoi limiti. Per chi fosse interessato vi lasciamo i link per i vari store dove trovarlo.

189,99€
1 new from 189,99€
Amazon.it
Last updated on settembre 25, 2018 11:16 pm
63%
63%
Awesome

Copiare l'estetica non basta! Oggi ci vogliono anche prestazioni adeguate

  • Design
    6.5
  • Display
    7
  • Fotocamera
    6
  • Audio
    6.4
  • Batteria
    6.7
  • Prestazioni
    5.5
  • Software
    5.7
Share.