lunedì, dicembre 17

Recensione Xiaomi Mi Band 3

0

Durante la conferenza del 31 maggio (qui tutti i dettagli), Xiaomi ha anche rilasciato una versione aggiornata della famosa smartband Xiaomi: l’attesissima Mi Band 3.

Secondo le statistiche rilasciate da IDC all’inizio di quest’anno, il tasso di crescita delle spedizioni di dispositivi indossabili nel 2017 è diminuito significativamente e la domanda del mercato è gradualmente diminuita. Nonostante questo, le aziende leader nel settore Apple, Xiaomi e Fitbit competono ancora ferocemente.

E nonostante siano passati quasi due anni da quando la Mi Band 2 è stato rilasciata nel 2016, Xiaomi ha continuato a sbaragliare la concorrenza con un solo dispositivo!

Nel frattempo, Mi Band 3 è stato rilasciata in Cina e ne ho comprata una per darvi un’anteprima del gadget. L’aggiornamento vale davvero la pena? Vediamolo nel dettaglio

Xiaomi Mi Band 3: Unboxing e Nuovo Look

A prima vista, la nuova Mi Band non sembra molto diversa dal suo predecessore.
Dal punto di vista del design non ci sono grandi sorprese: la Mi Band 3 è leggermente più grande, ma continua ad adottare un cinturino regolabile in gomma rimovibile e un tasto sul davanti.

Il display è un po’ più grande e il dispositivo dovrebbe essere impermeabile fino a una profondità di 50m. Tuttavia, sono i piccoli dettagli a rendere la Xiaomi Mi Band 3 un vero highlight.

Tutte le precedenti funzionalità sono state mantenute, ma sono state leggermente modificate e migliorate.

Lo schermo OLED con una diagonale di 0,78 pollici, è ora quasi il doppio rispetto al suo predecessore. È quindi possibile visualizzare sul display fino a 26 caratteri cinesi, che superano la lunghezza media dei messaggi su app di messaggistica come WeChat in Cina. Anche il valore PPI dello schermo è stato migliorato a 193.

Nonostante il display touch più ampio, la durata della batteria da 110 mAh dovrebbe essere ancora di 20 giorni.

Anche i materiali sono cambiati: dal vetro + lega di alluminio a un singolo pezzo di vetro curvo, che viene ufficialmente chiamato “design a goccia d’acqua“:

Il cinturino è intercambiabile ed è fatto di un materilae (elastomero termoplastico) che Xiaomi assicura essere più comodo. Le dimensioni esatte del tracker sono 17,9 x 46,9 x 12 mm e pesa solo 20 g.

Le scelte di colore sono attualmente grafite nera, arancione e blu scuro.

Utilizzo

Esistono due modi per attivare Xiaomi Mi Band 3. Il primo, attivabile tramite la funzione “bump up wrist”, è semplice: la rotazione del polso comporta l’attivazione del display:

L’altro metodo è quello di premere direttamente il tasto Home, sulla parte bassa del display:

Tramite il touch screen, continuando a scorrere verso l’alto troviamo le principali funzioni, tra cui la frequenza cardiaca, il tempo, le notifica e le quattro voci principali da noi selezionate.
Scorri verso sinistra e destra su ciascun elemento per visualizzare i vari dettagli. Ad esempio, nella colonna “Meteo” puoi vedere le previsioni del tempo per i prossimi due giorni. Premere il pulsante Home per tre secondi per inserire ciascuna voce di funzione.

App Xiaomi Mi Fit

Non sono un grande fan dell’app Xiaomi perché è necessario o un account Mi o effettuare il login tramite un’app di terze parti. Per inciso, l’app non ha una politica sulla privacy conforme a DSGVO, quindi i tuoi dati verranno trasferiti alla sede centrale.

Tuttavia, l’App Mi Fit è anche molto facile da usare e ci permette di controllare tutte le funzioni della smartband

Con l’app, è possibile controllare funzionalità quali notifiche, rilevamento del sonno, allarmi e altro.
Il mio preferito è lo sblocco dello smartphone tramite Mi Band 3, poiché non è necessario alcun PIN o impronta digitale. Certo, se si dispone di riconoscimento facciale sul proprio smartphone, si può anche fare a meno di questa funzione.

“Event reminder” è un’altra delle nuove funzionalità veramente utili, con la Xiaomi Mi Band 3 che vibra per ricordati di quell’appuntemento o di togliere le lasagne dal forno, anche con il telefono spento. 

Conclusione: è valsa la pena aspettare?

Per i proprietari di Mi Band 1 o 2, attualmente non vedo alcun motivo per passare a Mi Band 3. La caratteristica più importante, il contapassi per le attività sportive, è migliorata solo leggermente e può essere misurata anche con Xiaomi Mi Band 2; inoltre, la durata della batteria è la stessa.

Però, se volete visualizzare e utilizzare le notifiche, la misurazione del sonno e tutte le altre funzionalità, l’ampio display è sicuramente un grande vantaggio che semplifica la vita.
Dal punto di vista del design, Xiaomi è andata nella direzione giusta, rendendo più semplice  indossare la Mi Band in maniera discreta.

Nel complesso, quindi, un ottimo aggiornamento, ma senza funzionalità davvero nuove. Il prezzo resta comunque ancora imbattibile rispetto alla concorrenza!

89%
89%
Awesome

La Mi Band 3 non offre niente di rivoluzionario rispetto a Mi Band 2. Ma se vuoi comprare un fitness tracker, il rapporto prezzo / prestazioni di Mi Band 3 è il migliore in circolazione.

  • Design
    8.9
  • Funzioni
    8
  • Rapporto Qualità/Prezzo
    9.9
Share.

Rispondi

15585

Un'ultima cosa 😏 

Mi Sconti di Oggi

Macchine del 😴

Ultimi Gadget

Migliori Cloni