domenica, dicembre 16

RED Hydrogen One: il primo smartphone con schermo olografico

0

Arriva il nuovo Red Hydrogen One, l’innovativo smartphone con il suo schermo olografico! Dobbiamo innanzitutto dire che la tecnologia 3D non è nuova nei dispositivi mobili, basti pensare a LG Optimus 3D e 3DS. Tuttavia, la differenza fondamentale tra Red Hydrogen One e questi altri telefoni, è che l’utente non deve necessariamente osservare lo schermo anteriore per apprezzare la differenza di profondità del contenuto. Più avanti spiegheremo questo concetto.

Ma iniziamo col parlare di RED, marchio produttore di fotocamere industriali professionali negli Stati Uniti. RED produce principalmente attrezzature per il cinema. Famosi film hollywoodiani come “Guardiani della Galassia”, “Transformers” e “Hobbit” sono tutti girati con la fotocamera 4K / 8K di RED.
A luglio 2017, RED ha annunciato sul sito ufficiale il lancio del suo primo telefono Android. Dopotutto, non è la prima volta che i produttori di fotocamere provano a lanciarsi nel mercato della telefonia. Ad esempio, negli ultimi due anni, ci sono stati Panasonic CM1 e Kodak Ektra, e anche Polaroid è stata coinvolta nel settore. Alcuni sono semplici dispositivi OEM, ma lo smartphone RED è diverso!

Nei prossimi paragrafi comunque proveremo ad illustrare questo interessante prodotto.

Caratteristiche generali di Red Hydrogen One

Tra le altre caratteristiche, sappiamo che RED Hydrogen One includerà

  • il processore Snapdragon 835 di ultima generazione
  • una batteria da 4.500 mAh
  • il supporto per schede microSD
  • un jack per le cuffie.

E non dimentichiamo le sue prestazioni stellari: lo schermo da 5,7 pollici in grado di visualizzare contenuti olografici da quattro angoli (H4V: Hydronen 4-View).

Queste le specifiche tecniche complete di Hydrogen One:

Design
MaterialiAlluminio, Vetro
Dimensioni164,9 x 85,7 x 10 mm
Peso263 g
ColoriNero
Fotocamere
FunzionalitàDual-LED flash, HDR
Display
Dimensioni5,7 Pollici
Risoluzione1440 x 2560 Pixels
TipoIPS, 16M Colori
FunzionalitàCorning Gorilla Glass
Hardware
ChipsetSnapdragon 835
GPUAdreno 540
Memoria6 RAM, 128/256 Storage
Batteria4500 mAh (Li-Po, Non rimovibile)
SensoriGiroscopio, Accelerometro, Type-C
Software
OSAndroid 8.1
Connettività
ProcolliCDMA, GSM, EDGE, GPRS, LTE, EVDO, HSPA
Bande 4G700, 800, 850, 900, 1700, 1800, 1900, 2100, 2300, 2500, 2600
Bande 3G850, 900, 1700, 1900, 2100
FunzionalitàGLONASS, GPS, Bluetooth 5.0, Wi-Fi 802.11

 

Cos’è lo schermo olografico del Red Hydrogen One

Forse il modo più semplice – per chi ama i videogiochi – per descrivere la tecnologia H4 View è pensare di vedere i contenuti multimediali riprodotti nella console portatile Nintendo ma migliorati, e di molto, a livelli che non sono mai stati visti .

Come funziona lo schermo di Red Hydrogen One? Prima di tutto è importante chiarire il concetto di “schermo olografico”. No, il dispositivo non proietta immagini come abbiamo visto in Star Wars o film simili, bensì il termine “olografico” si riferisce al fatto che lo schermo ha un effetto 3D senza la necessità di utilizzare particolari occhiali per guardarlo e, cosa più importante, praticamente da qualsiasi angolazione.

Ciò che possiamo dire è che la scommessa RED è molto ambiziosa e, soprattutto, nuova. L’azienda vuole davvero introdurre un’innovazione particolare come lo schermo multimediale e per completare questo importante processo ha deciso di integrare anche i diffusori anteriori per offrire un suono surround.

Infine, è importante menzionare che per sfruttare la tecnologia dello schermo, RED sta stringendo accordi con varie aziende per creare contenuti specifici e sfruttare tutte le funzionalità dello smartphone, nonché con altre società per adattare i contenuti esistenti alla tecnologia H4V.

Ulteriori dettagli tecnici sullo schermo olografico di RED

Jim Jannard, CEO di RED, ha spiegato in un suo intervento che lo schermo di Hydrogen One è stato creato con la collaborazione di Leia Inc. che è una sussidiaria dei laboratori Hewlett-Packard, dove si concentrano sullo sviluppo di “soluzioni olografiche basate su campi luminosi per schermi mobili”.

Secondo i rappresentanti di RED, lo schermo di Hydrogen One avrà “retroilluminazione direzionale” che permetterà di mostrare diversi angoli di un’immagine o animazione su un pannello LCD. Avere quindi una sorta di effetto 3D grazie al fatto che ogni occhio avrà una visione diversa dell’oggetto, che cambierà a seconda dell’angolo in cui stiamo guardando lo smartphone.

Secondo Leia, ciò sarà possibile grazie alle nanostrutture posizionate sul pannello LCD del dispositivo, che permetterà di visualizzare oggetti olografici proiettati dallo schermo. Secondo l’azienda, l’uso di questa tecnologia non influirà sul consumo energetico del dispositivo, inoltre ci sarà la possibilità di disattivare la proiezione olografica, guardando così lo schermo direttamente, proprio come facciamo normalmente con qualsiasi altro pannello luminoso.

Comparto fotocamere dello smartphone RED

Perché RED, un’azienda con grande fama nel mercato delle videocamere, si concentra sullo schermo? Semplicemente perché James Jannard, fondatore di RED, seguendo la sua filosofia di vita,  vuole offrire qualcosa di nuovo ai consumatori, ma questo ovviamente non significa che lasci da parte la sezione relativa al comparto fotografico.

E’ in effetti importante concentrarsi sulla qualità delle fotocamere di Hydrogen One e capirne le principali caratteristiche perchè non si rimarrà delusi. Partendo da uno smartphone considerato un riferimento sul mercato per il comparto fotografico, ovvero il Pixel 2 XL, possiamo affermare che il Red Hydrogen One non ha nulla da invidiare a questo rinomato dispositivo. La fotocamera di Hydrogen One è davvero buona. In alcune situazioni i risultati dello smartphone RED sono migliori di quelli del Pixel 2 XL.

D’altra canto, sulla parte anteriore abbiamo due sensori per le foto con effetto sfocato. Tuttavia, la cosa più importante è che su entrambi i lati del cellulare ci sono due fotocamere perché in questo modo il dispositivo può creare il proprio contenuto 3D , sia immagini che video, e questo è senza dubbio un aspetto molto importante.

Caratteristiche del software per la fotocamera di RED

Per quanto riguarda il software del dispositivo, nella gestione delle fotocamere troviamo un commutatore 2D / 3D, che consente di passare dall’acquisizione di tradizionali scatti 2D alla ripresa di scatti 3D. Sarà anche presente nella schermata della fotocamera un’icona che offre la possibilità di alternare le modalità di esposizione mentre con la modalità “programma (automatico)” si regola automaticamente il livello appropriato di esposizione, luce e ombra.

In modalità manuale, siamo in grado di controllare la velocità dell’otturatore e ISO, ma in linea di principio, le impostazioni del bilanciamento del bianco devono essere effettuate dal menù di configurazione dell’applicazione della fotocamera del telefono. E se scaviamo un po’ più a fondo, troveremo la possibilità di cambiare la risoluzione sia della foto che del video, la modalità bianco e nero, o il Time-Lapse, tra gli altri. Possiamo anche vedere un istogramma della scena corrente e cambiare la temperatura del colore. Previste anche le caratteristiche attese come HDR, panorama, flash e timer ed alcune altre icone facilmente riconoscibili.

Design sorprendente e contro tendenza

Ammettiamolo, l’aspetto di Hydrogen One è “ruvido” da qualsiasi parte lo si guardi e difficilmente può essere paragonato a quello che altre aziende hanno ormai raggiunto come standard qualitativo. Tuttavia, non è mancato il lavoro di progettazione industriale, ma è proprio questa immagine concentrata sulla sostanza e poco sull’apparenza che RED vuole dare con il suo smartphone, in quanto è parte di ciò che Jannard ha inserito nel DNA delle sue aziende.
Questo è un altro aspetto in cui l’azienda vuole distinguersi, offrendo linee estetiche che sono lontane da ciò che si vede normalmente nel mercato attuale, almeno questo è quello che hanno spiegato i dirigenti della compagnia.

Il corpo di Hydrogen One è in alluminio e kevlar, mentre nel telaio abbiamo quegli “archi” che hanno la funzione di rendere più confortevole l’impugnatura del dispositivo. Sul lato destro abbiamo il pulsante di sblocco con sensore di impronte digitali incorporato e curiosamente sullo stesso lato, ma sotto, c’è un pulsante dedicato per attivare e chiudere la fotocamera .

Impossibile ignorare la presenza di spilli magnetici nella parte posteriore di Hydrogen One che verrà utilizzata per aggiungere moduli al dispositivo come è stato fatto con la famiglia Moto Z. Sì, RED scommetterà anche sulla modularità, ma riguardo a questo aspetto ci sono ancora poche informazioni. Semplicemente la società promette proposte interessanti di cui condivideranno i dettagli nel prossimo futuro.

Come possiamo vedere, l’Hydrogen One non è il dispositivo più bello o fine, ma è comunque sorprendente. Anche in questo caso, l’aspetto aggressivo fa parte della filosofia del CEO e del fondatore, inoltre non possiamo dimenticare che il concetto di bellezza è molto soggettivo e dipende da ogni persona, quindi è sicuro che a più di una persona potrà apparire uno smartphone attraente e ben progettato.

Promessa rischiosa e prezzo sorprendente

L’Hydrogen One fa suona più di un campanello d’allarme per i produttori di Android che hanno seguito le tendenze senza mostrare innovazioni in altri campi che vanno oltre il semplice aumentare il numero delle fotocamere presenti su un dispositivo La promessa di RED con questo dispositivo è ambiziosa e ha motivo di sperare, ma tutto dipende dalla ricezione del pubblico in quanto un prezzo di circa 1200 euro non è facilmente gestibile per la maggioranza degli utenti.

RED giustifica il prezzo con le caratteristiche sopra menzionate, avendo nello schermo, esperienza multimediale e fotocamera i suoi punti di forza. È una scommessa interessante, ma anche rischiosa, ed ancora una volta tutto dipenderà da come gli utenti reagiranno una volta provata la tecnologia RED.

Se volete saperne di più (o magari acquistare RED Hydrogen One), potete visitare il sito ufficiale RED

Share.

Rispondi

15585

Un'ultima cosa 😏 

Mi Sconti di Oggi

Macchine del 😴

Ultimi Gadget

Migliori Cloni