Parliamo sempre più spesso di stampanti 3D e ne vedrete sempre di nuove. Questo avviene perché ormai credo che le stampanti siano il futuro di tutte le case, con tanti se e tanti ma. Immagina di avere una stampante in casa e stamparti qualcosa su misura e magari anche personalizzata. Con il tempo i costi delle stampanti calano, le tecnologie migliorano e la facilità di montaggio delle stesse sono sempre più alla portata di tutti. Ci saranno sempre più stampanti montate al 90% come la Sidewinder della Artillery e meno stampanti con un montaggio più difficoltoso, come la JGMaker Magic.

Oggi parleremo della Q5 di Flsun, una stampante 3D con un sistema di stampa delta, a differenza delle altre viste fino ad oggi che erano cartesiane. La differenza sostanziale tra un sistema cartesiano ed una delta è che la delta ha l’hotend che si muove grazie a 3 bracci, i pesi sono minori da gestire e quindi può gestire velocità maggiori. Il piano non si muove ed è rotondo piuttosto che quadrato. Le dimensioni delle delta sono maggiori, quasi il doppio rispetto ad una cartesiana classica. Questo perché i braccetti che reggono l’hotend richiedono spazio in verticale.

Se sei indeciso su che filamenti acquistare ti inserisco qui qualche mia scelta di prodotti di qualità.

PLA Filamento 1.75mm
SUNLU PLA 1.75
PLA 1.75mm, Eryone

Questo Amazon non l’ho ancora testato ma il prezzo è competitivo.

AmazonBasics - Filamento per

Confezione

La confezione della Q5 Flsun è ben imballata e protetta. All’interno della confezione troverai la stampante con i relativi bulloni per montarla, una microSD, un paio di tronchesine ed una spatola. I soliti accessori necessari per poter andare subito in stampa, ovviamente troverai anche un paio di metri di PLA per i test, sufficiente per stampare qualche progetto già presente nella SD.

Occorrente essenziale in questa Q5 Flsun, ma comunque utile. Non considerare la qualità di stampa con il PLA fornito, solitamente le impostazioni del file sono ottime per la stampante ma la qualità del materiale di prova lascia sempre a desiderare. Utilizzalo pure per le prove ma considera che con un PLA migliore le stampe usciranno molto meglio.

Montaggio Q5 Flsun

Il montaggio della Q5 Flsun è davvero semplice. Sono abituato ad montare stampanti cartesiane e mi sentivo momentaneamente spiazzato per un design a cui non sono abituato. Dopo i primi minuti di disorientamento ho dato uno sguardo nella microSD, fortunatamente nella scheda è presente un video di come eseguire il montaggio davvero. Il video è davvero ben fatto e porta step by step a completare tutta la procedura nel giro di mezz’ora circa.

La struttura è davvero molto semplice e non c’è molto da poter sbagliare o impostare male. A differenza dei modelli cartesiani, dove si scorre su delle guide lineari che seguono i 3 assi, qui le guide con i relativi motori si muovono tutti nella stessa direzione e con il variare delle altezze si muovono nello spazio. Dovrai quindi iniziare a montare le tre guide lineari nei relativi angoli, sono segnati gli assi di ogni guida. Una volta fissate le guide bisogna agganciare anche la base con il relativo piatto circolare. Al termine è necessario agganciare l’hotend con le relative 6 aste che si collegano ai motori. Una volta terminato il montaggio bisognerà solo collegare i vari cavi ed infine il supporto per la bobina del PLA. Ti lascio qualche immagine sotto durante il montaggio.

Design Q5 Flsun

Dal punto di vista estetico la Q5 presenta un design semplice e che si sviluppa verso l’alto, come tutte le delta. Nella parte alta frontale è presente un display a colori touch, che consente di controllare la stampante.

Il lato sinistro presenta, invece, l’ingresso per l’alimentazione, l’interruttore on/off, l’ingresso per la USB e quello per la SD.

Il latro destro, rispetto il display, presenta l’estrusore e i vari fori per l’areazione.

L’estrusore è un titan clone, che consente di stampare anche materiali flessibili.

Le aste mantengono i braccetti che sorreggono l’hotend.

La base è un piatto circolare bucherellato. Questo fa si che aumenti l’aderenza durante la stampa.

Sopra ogni asta è presente uno switch di fine corsa in modo da segnare alla stampante il termine massimo d’altezza.

Nella parte alta è presente il porta bobbina che è stabile e rigido ma a mio avviso troppo corto per bobbine con un design più grosso.

L’hotend è sospeso sulle varie barre che lo sostengono, oltre l’hotend ci sono delle ventole per il raffreddamento e c’è anche la postazione per il sensore di livellamento automatico.

Specifiche Tecniche

NomeFlsun Q5
Area StampaØ200 x 200 mm
Materiale telaioAlluminio
Ugello0.4 mm
Temperatura Ugello270 °C
Temperatura Piatto110 °C
Velocità massima di stampa60 mm/s
Livellamento PiattoAutomatico
Materiali da stampaPLA, ABS, HIPS, TPU
Diametro materiale1.75 mm
Formato file stampa.gcode
SoftwareCura, Slic3r, Simplify3D, IdeaMaker, Prusa
Porte d’ingressomicroSD, USB
SchermoLCD a colori e touch
Dimensioni e peso300 x 300 x 650 mm, 7 kg

Funzionalità e caratteristiche

Rumorosità, quasi assente se non per le ventole e qualche rumorino dei binari dove magari c’è qualche piccolo scricchiolio, assolutamente nulla di orribile, già da una stanza di distanza non si sente quasi più alcun rumore. Questo è possibile grazie ad una scheda madre da 32 bit e ai drivers tmc2208 davvero silenziosi.

Se dovesse andare via la corrente ha una funzione di power resume. In pratica se dovesse andare via la corrente durante la stampa ha la possibilità di poter recuperare la stampa dal punto esatto da dove si era fermato. Provato diverse volte in maniera voluta ed ha funzionato bene, si nota un piccolo errore dove riprende la stampa, ma è una cosa del tutto normale. Quando la stampa si ferma ovviamente ci sarà un piccolo grumo che si formerà e raffredderà e che non c’è modo in maniera automatica dalla stampante di poter rimuovere. In una sola occasione mi ha dato errore di file non presente e che mi ha rovinato la stampa.

L’estrusore Titan, che in realtà è un clone, consente anche di stampare materiali flessibili. Non sono mai stato tentato a stampare materiali come il TPU, per tutte le complessità che comporta, ma apprezzo la possibilità di poterlo fare. Il sistema di stampa è di tipo bowden.

L’hotend è tutto in metallo ed è un clone di un v6, questo tipo di configurazione consente di poter raggiungere alte temperature e quindi stampare anche quei materiali più ostici.

Apprezzato molto lo schermo LCD a colori e touch. Questo tipo di display consente di avere un tipo di utilizzo più diretto rispetto ai sistemi che vengono gestiti dalla manovella che bisogna girare per raggiungere ogni menù.

La cosa che più mi è piaciuta però è il sensore per l’autoleveling magnetico. Questo sensore calibra il piatto facilmente andando a prendere 27 punti per poter calibrare il livello del piatto su tutta la superficie. Ho adorato questo sensore poiché è la prima volta che mi capita di provarne uno, calibrando fino ad ora sempre a mano, ma soprattutto per la facilità di configurazione. Si attacca un cavo e si aggancia sotto l’hotend magneticamente, finito. Consigliato.

Purtroppo manca un sensore per la presenza del filamento, come nella Artillery. Nel caso dovesse danneggiarsi il filamento e non scorrere più non verrà interrotta la stampa, sarebbe stato un plus gradito.

Conclusioni e stampa

Cosa c’è da dire di questa Q5 della Flsun? Non voglio dilungarmi troppo riferendo le mie impressioni dopo averla utilizzata per un po’ di tempo. Mi piace, ero spaventato di passare dalle mie comode cartesiane ad una delta non sapendo cosa aspettarmi. Ho passato più tempo per sistemare il mio slicer Idea Maker per funzionare con questa stampante che il montaggio vero e proprio. Non ho voluto utilizzare lo slicer già su microSD poiché ormai adoro IdeaMaker e lo trovo tra i migliori slicer sia tra i gratuiti che a pagamento.

Appena montata ho deciso di mandare in stampa, con del pla differente da quello di prova, un file di test che era già presente nella microSD. La stampa di prova è stata un bullone con il relativo dado, questo file serve per vedere le dimensioni di stampa e la correttezza delle dimensioni. Il bullone con il dado essendo rotondi devono avere una dimensione esatta per poter combaciare tra loro e consentire al bullone di ruotare. La stampa secondo me è venuta benissimo, non si notano livelli e la trama del bullone è davvero bella. Filettatura perfetta e combaciano tra loro perfettamente.

Secondo me la Q5 è una stampante facile e pronta all’uso nel giro di un’ora al massimo. Con questo tempo intendo il tempo per montarla, configurare i programmi e inserire anche il filamento per poter stampare. Probabilmente è consigliata più di tante altre stampanti come stampante per chi vuole iniziare. Questa mia considerazione nasce dal fatto che di base c’è il sensore per il livellamento automatico e quindi può aiutare in quelle operazioni più ostiche per chi si approccia alla stampa 3D. Il livellamento è una di quelle operazioni che più facilmente fa fallire le stampe.

Ho voluto testare ulteriormente la precisione di stampa andando a stampare un cubo di prova. Stampato quindi il cubo 20×20 di prova ed ho poi misurato i relativi lati per verificare la correttezza delle dimensioni. La Q5 si è comportata bene anche in questo caso mostrando delle dimensioni davvero quanto più vicine alle dimensioni teoriche della stampa.

Una stampante che ha un’aria molto professionale, dalla struttura solida e dalla facilità d’uso disarmante. Davvero per chi è alle prime armi e vuole una postazione che non occupi troppo spazio sul tavolo da lavoro, non considerando lo spazio verticale, potrebbe essere la pria scelta. Forse la cosa che più penalizza questa stampante sono le dimensioni di stampa, 200 mm di diametro con un’altezza di 200 mm. Queste dimensioni sono sufficienti per stampare il 99% delle cose, io stesso non credo di essere arrivato a più di 17 cm d’altezza nella stampa. Superato questo piccola limitazione vi troverete con una stampante veloce, pratica e facile da utilizzare, se si supera il timore di utilizzare una stampante delta.

La stampante Q5 delle Flsun è disponibile ad acquisto su Amazon ad un ottimo prezzo, soprattutto considerando le caratteristiche e la facilità d’uso.

FLSUN Q5 Delta Stampante

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui