10 prodotti cinesi falliti miseramente

0

Anni fa la tecnologia cinese era disprezzata. Non che ora sia al pari di quella occidentale ma un certo numero di aziende cinesi sono state pioniere di nuove tecnologie.

Non tutti i prodotti o le tecnologie di origine cinese hanno avuto successo. Questo post dà un’occhiata a 10 di quei prodotti e tecnologie che sono falliti e ora sono sepolti nel cimitero tecnologico.

1. HotKnot

HotKnot è stato annunciato nel 2013 da Goodix ma la maggior parte delle persone lo associa a MediaTek perché era disponibile solo su dispositivi alimentati da processori MTK.

Funzionava come NFC ma richiedeva meno hardware (senza bisogno di antenne e ricevitori RF).

Con HotKnot gli utenti possono trasferire file tra telefoni “toccando” gli schermi capacitivi dei due dispositivi. Sfortunatamente, HotKnot era piuttosto lento rispetto alle velocità di trasferimento e talvolta inaffidabile.

Oggi quasi nessun telefono ha HotKnot. Il Bluetooth è ora molto più veloce quando si tratta di trasferire file e ci sono app che ti consentono di condividere file tramite WiFi a velocità incredibili.

2. MediaTek Pump Express

Pump Express di MediaTek è stata la risposta del produttore taiwanese alla tecnologia Quick Charge di Qualcomm. Proprio come HotKnot, era anche una funzionalità trovata principalmente su dispositivi con un processore MediaTek.

L’ultima versione della tecnologia di ricarica rapida è stata denominata Pump Express 4.0 e è stata lanciata nel 2018. Tuttavia, ci sono pochissimi telefoni che supportano lo standard di ricarica rapida, il che non sorprende poiché la maggior parte dei principali produttori come Huawei , Xiaomi , OPPO , Vivo e OnePlus hanno sviluppato la propria tecnologia di ricarica rapida mentre altri produttori utilizzano la tecnologia Quick Charge di Qualcomm.

3. Xiaomi Mi 5c

Xiaomi Mi 5c

Il Mi 5c è stato il primo smartphone Xiaomi alimentato da un processore interno casa Xiaomi – il Surge S1 . Il telefono conteneva specifiche di fascia media e un prezzo inferiore a $ 250. Tuttavia, non è stato un successo poiché Xiaomi non ha rilasciato un successore né ha rilasciato il tanto atteso processore Surge S2. Xiaomi Mi 5c non ha nemmeno ricevuto un aggiornamento per Android Oreo ed è stato aggiornato solo a MIUI 9. In base alla decisione di Xiaomi di non supportarlo ulteriormente dopo solo un anno, è sicuro dire che Mi 5c era un flop.

4. LeEco

Leeco

LeEco potrebbe

Le Eco potrebbe essere uno dei maggiori fallimenti cinesi del decennio. La compagnia di smartphone è stata indebitata a causa di debiti non pagati dovuti dalla sua fondatrice, Jia Yueting. I problemi di LeEco sono iniziati con la sua rapida espansione e i suoi grandi sogni di conquistare i mercati esteri con TV intelligenti, un’auto intelligente e una bicicletta intelligente alimentata da Android. Parte dei problemi della compagnia include il fallito tentativo di acquisire il produttore televisivo americano, Vizio, che ha portato a una causa legale di 60 milioni di dollari.

5. OnePlus 2

OnePlus 2

Dopo il successo di OnePlus One , i fan del nuovo marchio stavano aspettando con impazienza il successore del killer di punta, tuttavia OnePlus 2 è stato una delusione.

Il telefono è stato lanciato senza NFC, una funzionalità che il suo predecessore aveva ma è stata rimossa. Il motivo di OnePlus per la sua rimozione era che era sottoutilizzato. Il telefono aveva anche uno scanner di impronte digitali / pulsante home difettoso, era alimentato dallo sfortunato Snapdragon 810 noto per i suoi problemi di riscaldamento, e quindi OnePlus si rifiutò di aggiornarlo ad Android Nougat.

OnePlus ha compensato i suoi errori l’anno successivo con OnePlus 3 e OnePlus 3T; con quest’ultimo pubblicizzato come uno dei suoi migliori telefoni di sempre.

6. Meizu PRO 5 Ubuntu Edition

Meizu Pro 5 Ubuntu Edition

Tra il 2015 e il 2016, c’erano una manciata di telefoni e tablet con Ubuntu Touch e Meizu PRO 5 era uno di questi. Prima c’era la Meizu UX4 Ubuntu Edition che faceva del PRO 5 il suo secondo dispositivo Ubuntu Touch. Il PRO 5 era anche il telefono Ubuntu più configurato.

Purtroppo, il telefono è stato considerato un errore a causa della sua mancanza di app e delle sue prestazioni lente causate dal sistema operativo anche se comprendeva specifiche di punta.

7. Helio X30

Un altro prodotto MediaTek appare di nuovo nell’elenco. Questa volta è il loro processore di punta 2017, l’Helio X30. Avevamo grandi speranze per l’Helio X30, che è stato il suo primo processore a 10 nm.

Il chipset deca-core (2 + 4 + 4) è stato annunciato per la prima volta nel 2016, ma non è stato mostrato in un dispositivo più di 6 mesi dopo il lancio. È stato riferito che il processore ha avuto problemi di prestazioni e MediaTek era alle prese con l’offerta . Quando era pronto, la maggior parte dei produttori che l’avevano sottoscritta, come OPPO, Vivo, Xiaomi, LeEco , DOOGEE , ecc., Avevano lasciato solo Meizu e Vernee.

Il processore alla fine è apparso nella serie Meizu PRO 7 nel 2017 e nel Vernee Apollo 2, ma nessun altro produttore ha annunciato un telefono con Helio X30 diverso da questi due.

8. Telefoni a doppio schermo (Vivo NEX Dual Display Style)

Vivo Nex Dual Display Edition

I telefoni a doppio schermo sono in uso da un po ‘di tempo in vari design. Ci sono quelli che hanno un secondo schermo per una maggiore produttività che ti consente di usare il telefono come un grande tablet e ci sono quelli che hanno effettivamente un display su ciascun lato. Per il bene di questo post, stiamo parlando di quest’ultima categoria.

Questa tendenza a doppio display è iniziata con la serie Meizu PRO 7 2017 con il suo display secondario AMOLED da 2 pollici sul retro. L’anno seguente, Nubia e Vivo si unirono al treno rispettivamente con Nubia X e Vivo NEX Dual Display. Entrambi questi telefoni hanno schermi secondari che sono più del doppio delle dimensioni del display secondario della serie Meizu Pro 7.

Per fortuna, ora ci sono modi migliori per ottenere un design a tutto schermo come con il design della fotocamera selfie pop-up e il display del foro di perforazione.

9. Telefoni a scorrimento

Lenovo Z5 Pro

I telefoni con dispositivo di scorrimento erano una cosa dell’anno scorso ed erano una delizia perché portavano una boccata d’aria fresca al modo in cui i telefoni cellulari sembrano. OPPO Find X , Mi MIX 3 , Lenovo Z5 Pro , Lenovo Z5 Pro GT e Honor Magic 2 sono stati i telefoni slider del 2018 ed erano in realtà uno dei metodi adottati per ottenere un design a schermo intero.

Tuttavia, nel 2019 non sono stati lanciati nuovi telefoni slider, il che significa che i produttori hanno abbandonato il design.

10. Meizu Zero

Meizu Zero con ricarica wireless 18W

All’inizio di quest’anno, Meizu ha presentato uno smartphone chiamato Meizu Zero senza porte o “buchi” ed è stato chiamato il primo telefono holeless al mondo. Il telefono ha un eSIM, quindi non è necessario un vassoio SIM fisico; supporta solo la ricarica wireless; ha motori lineari sul lato anziché pulsanti fisici e utilizza la tecnologia del suono dello schermo anziché un altoparlante tradizionale.

Meizu ha elencato il telefono su Indiegogo per il crowdfunding con un prezzo di $ 1299 ma non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo di crowdfunding di $ 100.000. Il CEO e fondatore, Jack Wong, si è recato al forum ufficiale di Meizu per dire che il prodotto era una prodezza di marketing e non era mai stato progettato per essere prodotto in serie .

Share.

Rispondi