Archiviazione cloud a prova di governo: ecco i servizi consigliati

0

Articolo 13 della costituzione italiana: La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, ne’ qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell’autorità giudiziaria.

Poi ovviamente la legge è di libera interpretazione e oggi, nel 2020, dopo decenni di ritocchi – ci vuole poco per accedere ai nostri dati, anche sul web.

Abbiamo già scritto una guida su come avere email sicure a prova di governo & hackers; oggi parliamo di archiviazione cloud sicura.

Il nostro obiettivo non è quello di favorire attività illecite – che non supportiamo in nessun modo. Il nostro obiettivo è quello di mostrare come è possibile far rispettare la propria privacy.

Da sapere, prima di procedere

Il segreto della sicurezza dei propri dati risiede nella end to end encryption: i dati salvati sul server remoto sono protetti da crittografia e nemmeno il provider sarà in grado di visualizzarli senza la nostra password.

Servizi cloud popolari come Drive di Google o iCloud di Apple sono facilmente nel mirino; principalmente per il fatto che hanno sedi legali in Italia e alla portata di una telefonata da parte delle forze dell’ordine.

Inoltre, avere una copia crittografata dei propri dati sul web non serve a nulla se utilizziamo password semplici e/o gli stessi dati sono accessibili in chiaro sul nostro computer.

Ricordati sempre – nella peggiore delle ipotesi – che le autorità potrebbero chiederti la password per sbloccare i tuoi contenuti – e tu te la sei dimenticata!

Mega.nz

Fondato da Kim Dotcom, un tedesco politico e attivista, famoso per aver creato il servizio megaupload (utilizzato per anni per la condivisione di contenuti multimediali protetti da copyright)

Mega.nz

Mega offre 50 GB di spazio cloud gratuiti con crittografia end-to-end. Tutti i dati salvati saranno crittografati sui server di Mega e solo con la tua password saranno visibili.

Ricordati sempre di registrarti con una email sicura e di utilizzare una password unica. Perdere la password = perdere i dati.

Per rendere la password più sicura, potresti utilizzare un password manager come 1Password dove il principio è identico: le tue password sono protette da una crittografia end-to-end.

pCloud Crypto

Ci spostiamo in Svizzera, questa volta parliamo di un servizio a pagamento.

Con pCloud Crypto puoi proteggere le informazioni più sensibili, i tuoi documenti privati, su ogni dispositivo. Nessuno, nemmeno gli amministratori di pCloud, avranno accesso ai tuoi contenuti. Tu solo hai la chiave della tua privacy online.

Essendo la crittografia lato client (eg. il tuo dispositivo Android), tutto ciò che sincronizzi in remoto sarà completamente crittografato. Puoi anche tenere una copia in locale ma aprirla solamente con una password. In questo caso, anche nel caso di furto dei tuoi dispositivi.. buona fortuna!

Fai da te

Se non vuoi utilizzare servizi esterni per la crittografia dei tuoi files (magari non li reputi affidabili) – ci sono sempre le soluzioni fai da te.

Winrar permette ad esempio di crittografare i file in locale:

  • Password 15+ caratteri per aumentare la sicurezza
  • Rimuovere copie locali per evitare recuperi
  • Avere il disco rigido crittografato senza possibilità di recupero (se non con la tua password)

Potrai poi caricare il tuo file anche su servizi Google e Apple, i file saranno accessibili solo con la tua password.

Share.

Rispondi