Se dovessi dire Spotify, Apple Music o Amazon Music tutti saprebbero di cosa stiamo parlando. Ma se ti dicessi che al secondo posto nella classifica della app di musica, c’è una app che si chiama eSound Music sapresti di cosa stiamo parlando? Spesso cerchiamo modi per poter fruire di Spotify in maniera gratuita aggirando quelle che sono le limitazioni della versione gratis. Io stesso ti ho spiegato in più guide come scaricare e usare Spotify gratis su iPhone. La mia guida ti mostra tutte le alternative gratis per ascoltare musica.

Ma perché devi fare tanti casini per Spotify quando puoi tranquillamente scaricare eSound? C’è da dire che eSound funziona davvero bene ed ha un’interfaccia che si ispira a Spotify. Comprenderai bene perché sono sempre più le persone che utilizzano questa app.

Come iscriversi a eSound Music

Iscriversi a eSound è davvero semplice e per chi ha un iPhone può evitare anche di inserire i soliti dati o effettuare l’accesso dando i propri dati di Facebook. Una volta aperta la app devi solo scegliere se effettuare l’acceso con Apple (automatico senza alcun dato personale condiviso), accedere con Facebook (solito accesso dando il consenso ai dati che condividi) o registrandoti a eSound inserendo email e password.

Una volta scelto come effettuare l’accesso o la registrazione sarai pronto a poter ascoltare la musica. Alla prima apertura noterai che eSond ti proporrà, come Spotify, una serie di playlist con le classifiche nazionali e per genere. Con l’utilizzo di eSound verranno proposti dei Mix Giornalieri basati sui tuoi ascolti, un po’ come avviene con il “Realizzate per te” di Spotify.

Come funziona eSound

Il funzionamento di eSound è davvero semplice ed intuitivo. Aperta l’applicazione puoi ascoltare una delle playlist già pronte, andare nella tua libreria (che si riempirà quando aggiungerai brani) o effettuare ricerche. Questi tab li trovi in basso con le relative icone. Clicca sulla canzone che vuoi riprodurre e se fa parte di una lista verranno riprodotte quelle successive automaticamente. Per aggiungere i brani alla tua libreria mentre giri per le playlist è davvero semplice.

Di fianco i brani troverai due pallini che indicano la possibilità di aprire un menù per quel brano. Premi sui due pallini a destra quindi.

Puoi salvare il brano nella tua libreria, scaricarlo offline, aggiungerlo da una playlist. Il tasto ripara questa canzone non ho dovuto mai utilizzarlo, credo che serva solo quando una canzone non si senta bene o presenti qualche problema. Visualizza la pagina dell’artista ti porterà a tutti i brani di quel cantante o band divisi per album e per i più ascoltati. Sleep Timer ti farà ascoltare musica per un tempo prestabilito prima di terminare la riproduzione. Come puoi notare eSound ha pensato davvero a tante funzioni e, al pari di Spotify, rende tutto facilmente raggiungibile.

Durante la riproduzione vedrai sempre l’immagine dell’album, i tasti per mettere pausa, play, tornare indietro o andare avanti. Anche in questo caso i due pallini apriranno il menù visto in precedenza. In alto a destra vedrai l’elenco dei brani successivi alla riproduzione.

Premendo su libreria, troverai tutti brani salvati e le playlist create o da poter creare.

In basso a destra c’è il tasto cerca apre una schermata completamente differente. Questo tab potrai cercare i brani in base al genere, oppure usare il campo ricerca in alto. Questo tipo di ricerca può essere effettuata in due modi, una ricerca nel database di sola musica oppure aprendo la ricerca anche a tutto i video di YouTube.

Questo tipo di ricerca, aggiungendo anche YouTube come motore di ricerca per i risultati, mostrerà anche video con la possibilità di poterli ascoltare in background. Qui puoi cercare anche tutta quella musica di cantanti minori che non vengono inseriti nelle ricerche classiche. Per poterla attivare dovrai solo premere sul tasto in alto “ricerca di YouTube”. Ovviamente una funzione di questo tipo non potrà mai essere implementata su Spotify, mentre su eSound risulta essere quella chicca in più che la fa apprezzare maggiormente.

In alto a destra trovi invece le impostazioni di funzionamento di eSound. Puoi cambiare il tema, accedere con il tuo account YouTube e addirittura importare la tua musica presente magari sul tuo account Dropbox. In alto trovi anche la possibilità di diventare un utente “Premium”, capiamo cosa significa.

Come puoi vedere il costo mensile e annuale è davvero basso, ma in cosa si tratta l’iscrizione come utente premium? Principalmente nessuna pubblicità, ma serve davvero? Ho provato questa applicazione per un po’ di giorni e devo dire che ha sempre funzionato bene. Nel mio caso la pubblicità si traduce in un po’ di pubblicità all’apertura della app. Per il resto non ho trovato particolari cose invasive o limitanti. Anche per questo eSound sembra essere una ottima alternativa a Spotify visto le minori limitazioni rispetto alla versione più famosa.

Dove scaricare eSound

eSound si può tranquillamente scaricare sui vari store in maniera del tutto gratuita. Basta cercare oppure utilizzare i nostri banner in basso che ti porteranno sulla pagina dell’applicazione, dovrai solo scaricarla.

eSound Music - Musica
eSound - Free Music

Utilizzi altre applicazioni per ascoltare la musica? Parlacene nel box dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui