Lampadine Yeelight Xiaomi – recensione

0

Grazie ai gadget smart home, la nostra vita di tutti i giorni viene sempre più riempita da oggetti che hanno la possibilità di collegarsi ad internet e comunicare con noi. I vari marchi stanno già proponendo una serie di prodotti d’uso quotidiano con funzioni di domotica.
Termostati, condizionatori, frigoriferi e lampadine.
Oggi scopriremo delle lampadine smart, le Xiaomi Yeelight.

Sul mercato ci siano tanti tipi differenti di lampadine, comandabili da remoto sia con Wi-Fi che con Bluetooth:

Lampade smart: guida e consigli per una smart-home

L’illuminazione domestica diventa oggi automatizzata e connessa alla rete internet come ogni altro dispositivo elettronico. È uno degli aspetti più visibili dell’ingresso dell’IoT (Internet delle Cose) nelle nostre vite. Così le smart bulbs, o lampade intelligenti, cominciano a far parte del nostro quotidiano e si propongono di renderlo più funzionale e creativo. Sono preistoria i

0 comments

Le Yeelight stupiscono, però, per il loro costo ridotto, soprattutto se si considera che le dirette rivali sono le Philips Hue.

Specifiche:

  • Lumen: 600
  • Connessioni: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n 2.4GHz
  • Temperatura colore: 1700K – 6500k
  • Colore: 16 milioni di colori
  • Consumo: 9W
  • Attacco: E27
  • Vita: 25000 ore
  • Sistemi supportati: iOS, Android.

L’attacco di queste lampadine è di tipo E27. La potenza nominale è di 600lm, che varia in base al colore selezionato. Per il bianco invece il range possibile è molto ampio, andando dai 1700K fino ai 6500K (in pratica da una luce rossastra fino ad una tendente al blu, passando per un bianco assoluto).
I consumi sono in linea con le classiche lampadine a LED e quando spente consumano circa 1W. Importante ricordare che questo tipo di lampadine smart vanno spente da App e non con il classico interruttore, in questo modo avrete la possibilità di poterle comandare da remoto e accenderle anche lontani da casa.

Confezione

La confezione, a differenza di altri prodotti della Xiaomi, non è di cartone giallo, è totalmente bianca, logo Yeelight sul davanti, specifiche sul retro. Questo aspetto minimale dà un tocco premium ed elegante. All’interno della confezione è presente oltre la lampadina, un foglietto d’istruzioni in lingua cinese. Fortunatamente la configurazione è così intuitiva da non servirci.

Costruzione e Design

La prima cosa che sorprende aprendo la confezione è la solidità e la qualità che la lampadina trasmette. Le differenze estetiche tra la lampadina bianca e quella colorata sta nella parte bassa. In quella bianca la colorazione è bianca mentre in quella colorata la colorazione è grigia.

Confronto

Come già accennato le dirette rivali sono le HUE della Philips. Le specifiche tecniche sono quasi del tutto simili.

Il vantaggio delle Yeelight è che non hanno la necessità di nessun tipo di bridge (al contrario delle Philips), andando quindi a ridurre i costi ed alleggerendo il numero di dispositivi necessari. Altro vantaggio delle Yeelight è che anche se dovesse venire a mancare la corrente la lampadina continuerà a mantenere le impostazioni salvate, a differenza delle Philips che in caso di mancanza di corrente non salvano le impostazioni quali luminosità e colore.

Applicazione e configurazione

Le lampadine possono essere utilizzate e configurate con 2 applicazioni ufficiali, la Mi Home e l’applicazione Yeelight. Noi consigliamo l’utilizzo di quest’ultima in quanto è meglio ottimizzata e offre una serie di funzioni maggiori, senza contare un ottimo widget disponibile nella versione iOS.

La configurazione di questa lampadina è veramente molto semplice: va attaccata alla lampada, aperta l’app e collega seguendo le semplici istruzioni ed è pronta all’uso.

Vi lasciamo qualche schermata della app per darvi un’idea

   

Conclusioni

Come visto, le lampadine, nonostante il costo veramente basso, portano la qualità su di un piano veramente elevato. Rendono la domotica accessibile ad ogni tipo di tasca e allo stesso tempo non richiedono stravolgimenti o lavori da eseguire in casa.

Il consiglio è quello di non acquistarne una sola ma prenderne diverse, così da poter sfruttare al massimo tutte le possibilità offerte, come la creazione di preset, cioè di lampadine unite da controllare contemporaneamente per creare scenari e atmosfere particolari.

Le lampadine sono inoltre compatibili con il servizio online IFTTT che consente di creare delle azioni automatiche, come la possibilità di accendere o spegnere la luce in determinate condizioni. Potrete ad esempio far accendere le luci automaticamente al calare del sole o alla ricezione di una mail, potrete collegare la vostra lampadina a telegram e inviare un messaggio che fa accendere o spegnere le luci.

Le lampadine sono disponibili all’acquisto sui principali shop online:

 

 

Share.