Oggi puoi immaginare un qualsiasi prodotto con le forme più strane e realizzarlo in maniera completamente casalinga. La stampa 3D sta avendo un seguito sempre più grande ed in futuro entrerà nelle case di tutti come una classica stampante a getto d’inchiostro. La diffusione di questo tipo di prodotti fa si che le aziende riescano a produrre prodotti sempre migliori riducendone i costi. Oggi ti parlerò della Longer Orange 10.

Longer produce stampanti 3D, se non hai sentito parlare di questo brand devi sapere che produce stampanti anche per Alfawise cambiandone il nome. Nella nostra recensione della Alfawise U20 abbiamo esaltato la facilità con cui si montava e la velocità di utilizzo. La Alfawise U20 altro non è che una Longer LK1 rebrand.

In una nostra recensione, di quasi un anno fa, parlavamo della Anet A8. Una entry level e ad un anno di distanza vi presentiamo una entry level per stampare con la resina. Ma quali sono le differenze effettive tra una stampa FDM ed una stampante a resina? Innanzitutto ti consiglio di fare un salto sulla nostra guida completa alla stampa 3D.

Per grandissime linee la stampa FDM avviene per fusione di materiale, come il PLA, la stampante a resina avviene per polimerizzazione della resina, appunto. Quindi con la FDM viene sciolto un filamento mentre con la resina viene indurito un liquido dall’azione della luce che la solidifica. All’atto pratico le stampanti in commercio riescono a dare dimensioni maggiori per le stampanti FDM e volumi più piccoli per quelle a resina, a parità di costo. Oltre la tecnologia differente la qualità di stampa si differenzia tantissimo. Una FDM riesce a stampare a qualità che non si avvicinano particolarmente a quelle offerte dalla resina. Se infatti dovessimo stampare una stessa miniatura con una stampante a FDM ed una a resina la differenza sarebbe lampante.

Una stampante a resina riesce a fornirci una stampa già praticamente finita. La stampa FDM ha quasi sempre necessità di maggior post produzione per rendere la stampa pronta. Le necessità possono però essere molto differenti. In generale se devi stampare cose di dimensioni contenute ma da alto dettaglio consiglio l’utilizzo di una stampante a resina.

Confezione

All’interno della confezione troviamo tutto il necessario per poter stampare. Troverai infatti la stampante vera e propria con un corpo in metallo, con alimentatore e copertura in acrilico di un bell’arancione. Oltre la stampante ci sono una serie di accessori utili per la stampa. Una spatola, dei guanti, diverse chiavi a brugola, filtri, adattatore e microSD, 5 carte e una pellicola di ricambio. Nella confezione troverai anche una bottiglia di resina da 250 ml, quantità più che necessaria per poter iniziare ad imparare.

La confezione della Longer Orange 10 ha davvero tutto quello che si necessita per poter stampare. Successivamente dovrai solo comprare gli accessori usurabili, come i filtri o i guanti. Il kit non comprende prodotti per la lavorazione delle stampe. Dovrai quindi dotarti di prodotti per la pulizia delle stampe a resina concluse. Tranquillo puoi utilizzare IPA oppure del più comune alcool denaturato. Presta molta attenzione a non entrare in contatto diretto con la resina liquida, se dovesse capitare pulisci bene le mani.

Design

Dal punto di vista estetico la Longer Orange 10 cavalca un design estremamente semplice e lineare della sua serie. Dimensioni davvero contenute, si può tranquillamente mettere su una scrivania, 170x170x360 mm totali. Guardando la Orange 10 frontalmente si nota un display da 2,8″ touch, incastrato nel frame metallico.

La parte superiore della stampante viene chiusa in un case acrilico di colore arancione. Personalmente lo trovo molto bello e di un colore che si fa distinguere ma non stona. Togliendo la copertura acrilica si vede il braccio dell’asse Z, il vat per la resina ed il piatto della stampa.

Ai due lati della Orange 10 sono presenti le aperture per le ventole. Nel lato destro, oltre la ventola, è presente anche la porta d’ingresso per la microSD. Posteriormente trovi l’ingresso per l’alimentazione e lo switch per accendere o spegnere la stampante.

Trovo questa stampante molto “stilosa” e compatta. Ha le dimensioni giuste per consentirti di poterla poggiare in qualsiasi angolo della casa o studio. Il metallo e la costruzione generale la trovo di altissima qualità. Appena avuta tra le mani mi sono sorpreso di quanto fosse solida e pesante. La stessa vaschetta per la resina è in acciaio mentre su altri modelli la si può trovare in plastica. Ogni dettaglio e davvero curato e non ci trovo sbavature nella qualità di costruzione.

Montaggio

Sul montaggio non c’è molto da dire. La Orange 10 è praticamente già completamente montata. Bisognerà montare, in maniera davvero semplice, la copertura in acrilico. Longer ha pubblicato una serie di video su come procedere alle prime fasi di utilizzo della stampante a resina.

Come puoi notare la procedura di montaggio dei pannelli in acrilico è facilissimo. Rimuovi le pellicole di copertura sulle facce della copertura e fai combaciare i lati rispetto le fessure e attaccale per tenerle ferme con le etichette adesive. Una volta creato un parallelepipedo non dovrai far altro che tenere le parti insieme grazie alle molle uscite nella confezione.

Dopo aver costruito la copertura bisognerà passare al livellare il patto di stampa. La procedura è davvero semplice e facilissima. Per livellare il piatto di stampa hai bisogno solo di una chiave a brugola e di un foglio di carta.

Come puoi notare bisogna solo montare il piatto e allentare le viti ai lati con la chiave a brugola inserita in confezione. Rimuovi il contenitore della resina svitando le due rondelle laterali. Posiziona un foglio di carta sopra il pannello LCD, come vedi in video. Una volta assicurato di aver svitato le viti ai lati del piatto di stampa puoi dire alla stampante di mettere l’asse Z in Home. In questo modo l’asse Z sarà nel suo punto più basso ed il piatto di stampa andrà nella giusta posizione. Stringi con la chiave a brugola le viti allentate di prima e assicurati che il piatto sia basso e che ci sia solo lo spazio del foglio tra il piatto di stampe e il pannello LCD.

Una volta rimontato il contenitore per la resina, stringendo le due rondelle ai lati del contenitore in acciaio avrai terminato. Come puoi notare la procedura di montaggio e di livellamento del piatto è veloce e facile. Non dovrai far altro che agitare leggermente la bottiglia di resina e versarne il contenuto nel contenitore appena fissato.

Specifiche Tecniche

Passiamo alle specifiche tecniche della Longer Orange 10.

ModelloLonger Orange 10
Tecnologia di stampaLCD Sterolitografia SLA
Area di Stampa98x55x140 cm
Spessore layer0.02-0.1
Risoluzione asse Z 10 µm
Velocità 30mm/h
MaterialeResina
LuceUV LED 405 nm
Risoluzione LCD854×480 µm
Software SlicingProprietario Longer, Chitubox
IngressomicroSD
Formato.lgs /STL compatibile con software Slicing
Schermo Touch2.8″ a colori
Dimensioni Prodotto170x170x360 mm
Peso 5.4 Kg

Nel prossimo paragrafo ci concentriamo sui software da poter utilizzare con la stampante. In questo modo capiremo come passare dal montaggio alla stampa.

Software

Come ogni stampante 3D c’è necessità di un programma che trasformi un file STL in un formato digeribile dalla stampante. Per quel che riguarda la stampa FDM c’è una sorta di formato ormai utilizzato da quasi tutte le stampanti che è il GCode. Per la stampa a resina ci sono molti più formati proprietari, questo riduce le possibilità di utilizzare programmi di terze parti.

La Longer ha creato un proprio slicer per consentire una gestione dei file da stampare su misura per le caratteristiche della stampante. Un’azienda che crea la stampante sa bene quali sono i parametri migliori per eseguire stampe. D’altro canto c’è anche un programma di terze parti, molto apprezzato per funzioni e facilità d’uso di nome Chitubox. Questo programma ha il grande vantaggio di integrare la possibilità di aggiungere profili di stampanti. Longer per rendere il suo prodotto molto più appetibile ha deciso di creare un profilo della propria stampante compatibile con questo slicer.

Trovi sia Chitubox che Longer Slicer in quanto sono presenti nella microSD presente nella confezione. Ti consiglio di utilizzare però questo link e cercare la cartella della tua stampante per scaricare i file e programmi aggiornati. Sicuramente lo slicer della Longer in queste cartelle sarà sempre aggiornato, quello di Chitubox invece no.

Per scaricare la versione sempre aggiornata di Chitubox ti consiglio un salto al sito ufficiale. Non potrai scaricare direttamente il software, devi prima iscriverti al sito e successivamente confermare la mail.

Longer dichiara che il suo software ha una serie di funzioni davvero utili. Con il semplice utilizzo di un tasto ti genera in automatico i supporti andando a gestire anche le parti sospese. I supporti sono la causa principale per errori durante la stampa. Una seconda funziona davvero comoda è uno slicing veloce. Lo slicing si preoccupa di trasformare il modello in 3D in comandi da dare alla macchina livello per livello. Questa operazione può richiedere anche diverso tempo. Longer dichiara che il suo slicer riesce a elaborare un file da 100 MB in meno di un minuto. Rendendolo 30 volte più veloce degli altri programmi open source.

In questi due video qui sotto puoi apprezzare le capacità e cosa bisogna fare da dopo aver regolato la stampante alla creazione del file con il programma Longer.

Se vuoi utilizzare invece Chitubox come slicer invece di quello Longer per creare un file guarda il video qui sotto. In questo modo potrai elaborare il file con un programma comunque molto valido e poi importarlo in Longer Slicer per gli ultimi ritocchi. Personalmente ho notato che nelle ultime versioni di Chitubox è possibile esportare direttamente nel formato compatibile con la Orange 10.

https://www.youtube.com/watch?v=XMgGXb3N6uk

Qualità della stampa

Arriviamo quindi alla cosa necessaria, come stampa? Aldilà di quelle che possono essere funzioni, specifiche programmi e contenuti il risultato finale è quello che più conta. Piccola premessa, nonostante mi sia dedicato molto alla stampa di oggetti in 3D ho utilizzato unicamente stampanti FDM. Il mio approccio alla stampante a resina era di chi questa macchina la vedeva e provava per la prima volta. Capirai bene che se anche tu, come me, non hai particolari conoscenze in questo campo iniziare una cosa completamente nuova può scoraggiare.

Tolto quello che era il primo spaesamento iniziale di non sapere dove mettere le mani ho trovato davvero utili i video della Longer per l’utilizzo delle sue stampanti. Alcuni dei video li ho aggiunti a questo articolo, ti consiglio di dargli uno sguardo. La prima cosa che ho stampato è stato un file di prova contenuto nella microSD card. Questo mi è stato utile per capire prima di tutto quali erano le logiche della stampa a resina.

Abituato alle stampanti FDM dovevo capire bene come approcciare ad una stampa che sostanzialmente avveniva al contrario facendo emergere il prodotto stampato. La prima stampa è venuta piuttosto bene. Trattandosi di un oggetto grande pochi centimetri mi sono sorpreso della qualità e del dettaglio finale.

Ho poi voluto provare a stampare una cosa totalmente in autonomia, cercando un piccolo castello dai dettagli davvero strabilianti e di dimensioni totali di circa 5 cm. Con una stampante FDM stampare a tali dimensioni e con parti piccole anche pochi millimetri non è per niente semplice ed i risultati sono sempre poco convincenti. La Longer Orange 10 mi ha dato da subito risultati finali apprezzabili. Questo castello ad esempio ha una forma totale buona, il mio unico errore è stata la gestione dei supporti. Come scoprirai anche tu la riuscita di una stampa dipende sopratutto dalla creazione dei supporti e dalla modifica degli esistenti. Bisogna trovare un buon bilanciamento tra numero di supporti presenti. Troppi possono rendere difficile la post produzione di rimozione, troppo pochi al contrario rendere la stampa un fiasco.

Dopo aver calibrato la Orange 10 ho capito meglio come gestire i supporti ho provato a stampare una action figure. Come puoi notare anche dalle foto il risultato è di altissima qualità, quale potresti trovare anche in un negozio. Il risultato è ancora più sorprendente se si considera la quasi assenza di post produzione se non la rimozione dei supporti creati. Non ho grattato ne ridotto ulteriormente quelle leggere imperfezioni create dal contatto con i supporti.

Personalmente pensavo che il processo di stampa e di post produzione richiedesse più energia ed attenzione, cosa che non si è rilevata corretta. Il tutto è stato abbastanza semplice ed anzi meno complesso dell’approccio iniziale che ho avuto con le stampanti FDM.

Conclusioni

La Longer Orange 10 si rivela essere la stampante a resina più economica attualmente su Amazon. Il suo costo contenuto però non si riflette in stampe sufficienti o una scarsa qualità di costruzione, anzi. Sono rimasto più volte colpito dalla costruzione. Contenitore della resina in acciaio, così come il piatto di stampa. Asse Z ad una sola corsa ma che è solidissimo, struttura generale in metallo. Display frontale a colori e di tipo touch. Senza considerare facilità del livellamento del piatto dato alla costruzione con viti da allargare e stringere velocemente. L’unica cosa che mi ha richiesto più tempo delle varie fasi è stata la costruzione del case in acrilico, puoi ben capire come quindi tutti i passaggi siano stati una passeggiata.

Cosa farci però con una stampante 3D? In un nostro articolo abbiamo elencato una serie di oggetti da stampare con una stampante 3D. Ma questo elenco è solo una goccia di milioni di progetti che giornalmente vengono sempre più condivisi da tutti.

Perché usare una stampante a resina? Per tutti quegli oggetti di piccole dimensioni che possono essere elementi di arredo o anche utili per qualche funzione. Immagina di voler creare un prototipo di un tuo progetto. Magari hai sempre voluto creare qualcosa ma ti mancava sempre quel tocco finale. Oggi, con le moderne tecnologie disponibili per tutti, potresti decidere di creare un prodotto completamente nelle mura di casa e mostrarlo prima di passare alla produzione in serie.

Se vuoi acquistare la stampante Longer Orange 10 ti consiglio di dare uno sguardo su Amazon per avere una consegna veloce e tutte le garanzie. Se hai domande unisciti alla nostra pagina Facebook.

LONGER Orange 10

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui