Nest Aware: abbonamento necessario? Suggerimenti e alternative

0

Nest è un ecosistema Smart Home (principalmente citofoni, termostati e telecamere smart) con un’ottima interfaccia utente (in stile iOS di Apple) e un’eccellente qualità di costruzione. Ma come funziona?
La peculiarità di Nest è quella di essere un sistema aperto: i dispositivi non sono delle entità autonome nella nostra rete locale, ma bensì dei terminali nella rete di Nest.
Sono molti i vantaggi di questo particolare ecosistema, che porta però altrettanti e numerosi svantaggi. Per capire, quindi, se valga la pena comprare Nest Aware (e quindi ogni altro prodotto Nest!), in questo articolo valuteremo:

  • Nest Aware – caratteristiche, costi e utilizzo banda Wi-Fi
  • Ecosistema Nest – funzioni e compatibilità
  • Telecamere Nest – installazione e utilizzo
  • Prodotti/Servizi Nest – Pro e Contro
  • Sicurezza, conclusioni e alternative

 

Nest Aware: da 50 euro / anno (indispensabile)

Una volta scaduto l’abbonamento iniziale gratis di 30 giorni, si perdono le funzionalità premium dell’abbonamento Nest Aware. Tutte le registrazioni della telecamera nei giorni precedenti non saranno più accessibili e quando un movimento verrà rilevato, nessun video verrà registrato. Nest si limiterà a scattare un’istantanea  visibile sull’app. Una sola foto per rappresentare un movimento che in alcuni casi potrebbe non bastare per identificare la situazione. (eg.: un cancello impiega qualche secondo ad aprirsi, l’istantanea potrebbe escludere eventuali soggetti).

 

Il messaggio è chiaro: una telecamera da 200+ euro senza abbonamento non offre nessuna funzionalità se comparata ad esempio ad una dafang, che costa sui 30 euro.
Analizziamo altre peculiarità del servizio free vs a pagamento:

FunzionalitàSenza AbbonamentoCon Abbonamento
Accesso real time
Accesso web/app
Notifiche su app
Creazione di zone
Time Lapse
Identifica persone (IQ)

Come anticipato, Nest deve sfruttare i servizi cloud per funzionare. Se hai intenzione di acquistare questo prodotto, devi considerare un budget minimo di 50€ di abbonamento annuo per una telecamera Nest.

250 GB al mese in più sul Wi-Fi

Da moltiplicare per il numero di telecamere. Questo è uno dei compromessi dell’ecosistema, analizziamolo:

Con qualsiasi abbonamento Nest Aware, anche il più piccolo, dovrai inviare ogni secondo di registrazione a Nest. Ma quanto ci costa in termini di banda residenziale sul nostro modem di casa?

Includendo compressione, siamo a circa 250 GB al mese per telecamera di banda.
In Italia, la velocità media di upload per le reti fisse è di quasi 14mbps (puoi controllare qui). Una telecamera Nest IQ arriva ad usare fino a 1/3 di queste risorse individualmente.

Considera attentamente:

  • Numero concorrente di connessioni 4K nella rete
  • Distanza della telecamera dal Router
  • Richieste particolari in termini di latenza (per chi ha ad esempio gamers in casa)
Attenzione anche alla concorrenza sul Wi-Fi
Nest consiglia di posizionare la telecamera nel punto desiderato e di testare il funzionamento prima di fissarla. Questo per fare buchi sui muri solo dopo essere sicuri di una copertura Wi-Fi perfetta.

Non basta. Nel nostro caso, abbiamo posizionato la telecamera nello stesso angolo dove prima stava la vecchia SriCam. La risoluzione arrivava a 720p ma la telecamera era sempre connessa (tranne quando crashava). Con un paio di connessioni a Youtube, Netflix o SkyGo, la telecamera perde completamente copertura Wi-Fi e abbiamo dovuto usare un ripetitore Wi-Fi per tenere la telecamera a parte.

Tutto questo non per spaventarti dell’ecosistema Nest: inviando i video a Nest, ritroverai i movimenti salvati e analizzati dai server della società. L’abbonamento non è altro che un affitto di spazio web in un datacenter dove macchine super potenti processeranno le immagini. La telecamera deve avere solo l’hardware per sfamare il grande fratello. Immagina da una parte un processore biometrico di un iPhone studiato per la faccia del proprietario e i suoi amici, e dall’altra un mainframe Nest con 512 GB di RAM e un machine-learning ottimizzato sui dati di milioni di dispositivi. Il potenziale è enorme e lascerà molto spazio all’intelligenza artificiale nel futuro. Elettrizzante!

Nest è compatibile con Nest: può bastare?

Nest ha sviluppato un ecosistema direttamente per l’utente, che avrà tutto tramite le applicazioni sviluppate in casa. Questo da spazio a Nest per fare focus sul “core” del prodotto:

SupportatoNON Supportato
  • Android 4.4+
  • Android TV 5.0+
  • Android Wear 5.5.1+
  • iOS 10.0+
  • Apple TV 10.0+
  • Apple Watch OS 2.0+
  • Windows & Mac (browser)
  • RTSP, ONVIF, or FFMPEG
  • NAS, FTP, S3,..

Un grande vantaggio per chi adora la tecnologia semplice e funzionante out-of-the-box,  svantaggio per tutti coloro che vogliono essere padroni dei propri video, e customizzare la propria domotica.

L’assenza di supporto a protocolli unversali come RTSP inoltre rende Nest una pecora nera. Se vuoi vedere la tua telecamera Nest a un vecchio LCD, magari in uno split screen con altre telecamere, la cosa sarà abbastanza complicata perchè Nest non offre le integrazioni di base per questo.

Puoi trovare qui una serie di integrazioni con IFTTT, sviluppate direttamente da Nest.

Se tra gli add-on ufficiali trovi tutto quello che ti serve, allora Nest sarà un’ottima soluzione, altrimenti, continua ad investigare.

Installazione di Nest: facile e intuitiva

Se con una telecamera cinese hai avuto qualche mal di testa nei primi giorni per configurare i settaggi, con Nest sarà tutto più facile.

L’installazione è molto semplice. Il pairing è immediato.

Fai attenzione però: nei modelli da esterno precedenti alla IQ, il cavo USB ha un blocco spesso quasi 2 Cm che non entra nelle classiche canaline di plastica.

La telecamera è molto elegante, dover tagliare un cavo per nasconderlo meglio, un po’ meno, tenendo conto che è il modo più facile per perdere la garanzia, fin dal primo giorno.

Questi problemi sono stati successivamente risolti dalla versione IQ, che costa comunque sia di più.

Qualità servizio vs qualità del prodotto

Acquistando Nest, non acquisterai una prodotto. Acquisterai l’ecosistema Nest. Analizziamo i punti principali di questo ecosistema:

  • Hardware Stabile: la telecamera in 30+ giorni non è mai crashata. Ottimo per tutti coloro che passano tanto tempo fuori porta.
  • I video sono protetti: essendo i video caricati sui server cloud di Nest. Nessuno potrà comprometterli fisicamente perché risiedono nei datacenter di Nest.
  • Semplicità installazione e gestione: Nest ha probabilmente l’UI più accattivante rispetto alla concorrenza, sia su browser che app. Inoltre, essendo tutti i video “accessibili” al produttore, immaginati un Grande Fratello che può offrire un servizio migliorato dai dati sull’esperienza di tutti i propri utilizzatori. In questo modo, anche i modelli vecchi continueranno ad avere i benefici degli aggiornamenti sul server centrale.
  • Condivisione in famiglia: fino a 20 account. E’ possibile mettere in “pausa” le notifiche quando qualche membro famigliare è casa.
  • Gestione delle zone: è possibile ad esempio escludere aree riprese dalla telecamera dal mandare notifiche.
  • Richiede Internet, sempre: oltre al consumo di banda discusso, in caso di black-out di Internet, Nest non ha un sistema di buffering per caricare in differita. Quindi solo quando c’è internet, avrai le tue registrazioni accessibili
  • Prezzo: se sei sensibile al prezzo, devi aggiungere almeno 50€ x numero di anni al costo della telecamera. Il tuo investimento passerà di conseguenza i 400€ facilmente, per telecamera.
  • Fai da te, integrazioni per smanettoni: essendo il sistema chiuso, sarà molto più difficile ad esempio unire video di Nest con quelli di altre telecamere, su split screen o dispositivi appositi.
  • Scalabilità: più dispositivi Nest = – banda web per tutto il resto. Sarebbe poco sensato comprare un prodotto così costoso e pagarci un abbonamento, per poi non sfruttare il massimo del servizio. Questo argomento è stato archiviato dal supporto Nest (qui)

Sicurezza di Nest: c’è da fidarsi? e Google?

Nest è stata acquistata da Google nel 2014 per più di 2 miliardi di dollari. L’azienda è solida e offre prodotti di ottima qualità, che raccomandiamo a tutti coloro che adorano sistemi “centralizzati” in stile Apple, dove l’utente accetta lo standard imposto dal produttore.

Siamo tuttavia un po’ confusi sul contributo di Google. Il servizio crasha, ancora nell’estate 2018 (fonte). Era già crashato a Maggio mandando tutti l’ecosistema offline (inclusi i termostati – per fortuna durante un mese temperato!). Questi crash sono stati risolti sempre in giornata, tollerabile? Un servizio google da da 2+ miliardi dovrebbe essere sicuramente più affidabile. L’azienda invece lavora con l’integrazione degli smart speakers.

Navigando il servizio si trovano sempre dei bug, qua e la, non degni di google. Basti pensare che la sezione downloads, ha errori di crittografia:

Google ha appena cominciato con Smarthome / IoT, quanto tempo ci vorrà per reinventare Nest con gli standard del 2018? L’acquisizione è avvenuta 4 anni fa. Per ora sembra un’idea ancora un po’ tenuta sullo scaffale dalle menti geniali a Mountain View? O forse Google sta aspettando che la legge di Moore faccia il suo decorso perché questo sistema ha bisogno di più banda larga a un prezzo più contenuto?

Conclusioni

Servizio consigliato se sei spesso fuori casa, vuoi  un sistema di videosorveglianza “smart” funzionante e intuitivo,  tenendo al minimo la manutenzione.
Ottimo per nuclei familiari: quando tutti sono “Fuori Casa”, ognuno potrà ricevere notifiche personalizzate sui movimenti, con inclusioni ed esclusioni di aree e FaceID come opzione.

Sconsigliamo questo prodotto a tutti coloro che vogliono internet veloce per giocare o hanno tante connessioni in parallelo durante la giornata.

Alternative

Come alternative, potete prendere in considerazione NetGear Arlo:

366,79€
629,90
34 new from 359,40€
26 used from 293,00€
Amazon.it
Free shipping
149,99€
10 new from 149,99€
Amazon.it
Last updated on settembre 24, 2018 11:34 am

 

Oppure qualche ottima alternativa cinese, come:

  1. Yi Outdoor Camera 1080, videocamera di sicurezza da esterno. 
  2. Xiaomi Mijia Aqara – Recensione
  3. Recensione – Xiaomi MIjia Dafang 1080p

 

 

 

 

Share.