Il termine “realtà aumentata” (in inglese Augmented Reality, abbreviato AR) è diventato abbastanza popolare negli ultimi anni grazie ai Google Glass; ma l’idea è più vecchia del primo telefono Android. La tecnologia AR ha reso possibile integrare le informazioni del mondo reale con informazioni dal mondo virtuale. Le informazioni fisiche (visive, suoni, tatto, ecc.) sono quindi sovrapposte a quelle virtuali sullo stesso schermo (o spazio aumentato) in tempo reale.

Ti ricordi il film Terminator? Dove l’eroe principale vedeva, sovrapposte alla realtà, informazioni aggiuntive su oggetti o persone. Questo, in sostanza, è il concetto di realtà aumentata.

A definire cos’è la realtà aumentata ci ha pensato un guru del settore: Ronald Azuma. Alla fine del 1997 ha stabilito i tre concetti principali che definiscono la realtà aumentata:

  1. Collega mondi reali e virtuali,
  2. È interattiva in tempo reale,
  3. Permette il movimento in 3D.

Quindi la realtà aumentata aggiunge componenti digitali al mondo reale, spesso utilizzando la fotocamera di uno smartphone.

Realtà Virtuale (VR), Realtà Aumentata (AR) e mista (MR)

È molto importante non confondere la realtà aumentata con la realtà virtuale, perché queste tecnologie non sono la stessa cosa.

La augmented reality AR sovrappone al mondo reale le informazioni digitalizzate, ad es. visualizzando informazioni sull’edificio che stai guardando. La virtual reality VR è generata dal computer: un ambiente virtuale tridimensionale che consente agli utenti la totale immersione ed è isolato dall’ambiente reale. La realtà mista MR è una combinazione di realtà virtuale ed aumentata. Tutto qui.

  • VR (Realtà Virtuale): la realtà virtuale trova posto in un ambiente artificiale; tutto quello che vedi quando indossi gli occhiali VR è prodotto da un computer. Vengono utilizzati anche sensori e apparecchiature per interagire con la realtà virtuale. Ad esempio, puoi assistere dal vivo ad un concerto VR.
  • AR (Realtà Aumentata): dopo aver indossato gli occhiali AR (o uno smartphone con realtà aumentata) il mondo reale è ancora lì, ma potenziato a livello digitale. Un tipico esempio sono le app che ti permettono di “provare” un mobile direttamente nel salotto di casa tua.
  • MR (Realtà Mista): la realtà mista è in realtà una combinazione di AR e VR, a seconda di quale sia la migliore di entrambe. Ad esempio, sei in piedi di fronte ad un centro commerciale. Puntando il tuo smartphone con realtà aumentata puoi vedere l’interno del centro commerciale, con tutti i negozi e i prodotti. E puoi anche vedere l’intero processo di costruzione del centro commerciale, dal disegno di pianificazione al completamento della costruzione, come se tu fossi stato sul posto.

Ti potrebbe interessare anche: Le 13 migliori app per la realtà virtuale, anche per iPhone

Come funzionano gli smartphone con realtà aumentata?

Esistono fondamentalmente 2 tipi di AR che possono essere utilizzati nelle app e sullo smartphone. Differiscono in termini di sensori e tecnologie utilizzati, ma il principio di base è sempre lo stesso: visualizzano oggetti 3D virtuali sopra la vista “live” della telecamera dello smartphone.

Realtà aumentata con marcatori (marker)

L’Augmented Reality basata su marker utilizza algoritmi di riconoscimento delle immagini per specificare la posizione e la rotazione dei marcatori. Dopodiché visualizza, ad esempio, un oggetto 3D nel luogo specificato.

Cosa sono i marcatori (marker)? All’inizio il riconoscimento delle immagini non era ben sviluppato e il marcatore era solo un codice QR. Ma oggi ci sono strumenti in grado di riconoscere quasi tutto, dal testo al volto umano. Vediamo alcuni interessanti esempi di soluzioni AR basate su marker.

Filtri

I filtri per il viso sono uno dei casi più popolari in cui viene utilizzata la realtà aumentata. Il successo dei filtri per il viso è iniziato nel 2015, quando Snapchat li ha introdotti nella loro app. Le persone sono impazzite e adesso troviamo filtri AR su tantissime app, a partire da colossi coma Facebook e Instagram.

Ma come è effettivamente possibile posizionare ad es. le orecchie di cane su una testa umana? La risposta sono algoritmi di riconoscimento facciale e un po’ di magia 3D. Riconoscere i volti umani non è una caratteristica banale, ma oggigiorno esistono strumenti che consentono agli sviluppatori di creare i propri filtri per il viso, ad esempio Firebase ML Kit.

Con Firebase è possibile rilevare la posizione di occhi, bocca, naso e contorni. Tali dati possono quindi essere utilizzati per posizionare una mesh 3D con una grafica adeguata sull’immagine della fotocamera.

Tatuaggi: Inkhunter

Hai sempre voluto un tatuaggio, ma non sei sicuro che ti stia bene? La realtà aumentata può aiutarti.

Inkhunter è un altro esempio di AR basato su marcatori che posiziona un tatuaggio virtuale sul tuo corpo. Il primo passo è usare l’app per disegnare un sorriso sulla tua mano o ovunque tu voglia mettere il tatuaggio. Il sorriso viene utilizzato come indicatore. Ora è il momento di selezionare un tatoo e puntare la fotocamera del tuo smartphone verso il sorriso che hai appena disegnato.

Inkhunter è disponibile sia per Android che iOS.

Realtà aumentata senza marcatori (Markerless)

Il tipo precedente di realtà aumentata utilizzava il riconoscimento delle immagini per posizionare oggetti 3D nel mondo reale. L’immagine viene elaborata dalla fotocamera per recuperare le informazioni sulla posizione e l’orientamento dei marcatori.

La realtà aumentata markerless è meno complicato in termini di algoritmi utilizzati, ma più complicata quando si tratta di sensori hardware. Utilizza sensori per conoscere la posizione e l’orientamento del dispositivo. Quali sensori? Ci sono 3 sensori utilizzati in questo tipo di AR:

  • Accelerometro: misura l’accelerazione applicata al dispositivo,
  • Giroscopio: velocità angolare attorno a tutti gli assi nello spazio 3D,
  • Magnetometro: misura il campo magnetico su tutti gli assi.

Grazie a loro è possibile calcolare l’esatta rotazione di ogni asse nello spazio 3D. In molti casi è anche necessario utilizzare i dati GPS per posizionare oggetti 3D a una certa distanza. Oltre alla nota PokemonGo, vediamo altri esempi di app AR senza marcatori.

Maisons du Monde / IKEA

Fonte: Engadget

Sia IKEA che Maison du Monde hanno realizzato un’app molto utile per chi desidera acquistare nuovi mobili o riorganizzare casa. La caratteristica principale dell’app è la possibilità di vedere se un determinato prodotto si adatta ai tuoi interni. Ikea afferma che i suoi prodotti vengono visualizzati nell’app con una precisione delle dimensioni del 98%.

Stessa funzione nell’app di Maison du Monde:

Puoi scegliere dove piazzare il mobile e fare un giro a 360° per renderti meglio conto delle dimensioni.
Puoi anche selezionare un gruppo di prodotti: pratico quando vuoi vedere come sarebbe rifare tutto l’arredamento!

Google Maps AR

Conosciamo tutti Google Maps, app indispensabile, ma posso scommettere che molti di voi si sono trovati in una situazione in cui avete iniziato la navigazione nel bel mezzo del nulla e c’era scritto “Dirigetevi a nord”; quindi avete iniziato a camminare in una direzione e spesso tornare indietro perché la direzione non era quella giusta.

Nel 2018, Google ha presentato il nuovo Google Maps AR. Utilizza mappe e Street View insieme ai sensori del dispositivo per mostrare i tragitti e le indicazioni stradali. Inoltre, può visualizzare informazioni aggiuntive sui luoghi nelle vicinanze.

Quali smartphone supportano la Realtà Aumentata?

In questa fase, gli smartphone con realtà aumentata possono essere semplicemente suddivisi in base al sistema: Android e iOS.

Android: smartphone con realtà aumentata

Le applicazioni AR sulla piattaforma Android sono attualmente supportate dalla tecnologia ARCore in bundle con il sistema Android.
Tutti i modelli di telefoni che supportano la realtà virtuale sono indicati (e periodicamente aggiornati) sul sito ufficiale AR Core di Google.

Ecco un elenco non esaustivo che raccoglie i principali smartphone che supportano l’augmented reality:

  • Asus: ROG Phone, ROG Phone II, ROG Phone III. Zenfone 6, Zenfone 7/7 Pro, Zenfone AR, Zenfone ARES
  • Google: Nexus 5X, Nexus 6P. Google Pixel, Pixel XL, Pixel 2, Pixel 2 XL, Pixel 3, Pixel 3 XL, Pixel 3a, Pixel 4, Pixel 4 XL, Pixel 4a, Pixel 4a 5G, Pixel 5.
  • HMD Global (Nokia): Nokia 3.4, Nokia 5.4, Nokia 6.1, 6.1 Plus, Nokia 6.2, Nokia 7 Plus, Nokia 7.1, Nokia 7.2, Nokia 8, Nokia 8 Sirocco, Nokia 8.1, Nokia 8.3 5G
  • Huawei: Honor 8X, Honor 10, Honor View 10 Lite. Mate 20 Lite, Mate 20, Mate 20 Pro, Mate 20 X, Mate RS, Mate 20 RS. Nova 3, Nova 3i, Nova 4. P20, P20 Pro, P30, P30 Pro. Huawei Y9 2019.
  • OnePlus: OnePlus 3T. 5, 5T. OnePlus 6, 6T. 7, 7 Pro, 7T, 7T Pro. OnePlus 8, 8 Pro, 8T.
  • Oppo: Oppo A52, A72, A92, A92s, F11 Pro, Oppo F15, F17 Pro, Find X2, Find X2 Pro, Oppo K3, Oppo K5, Oppo R17 Pro, Oppo Reno, Reno2, Reno2 F, Reno2 Z, Reno3, Reno3 A, Reno3 Pro, Reno4 4G, Reno 10x Zoom, Reno A, Reno Z.
  • Realme: Realme 5, 5 Pro. Realme 6, 6 Pro. 7, 7i, 7 Pro, Realme Q, Realme X, X Lite, XT, X2, X2 Pro, X3 Super Zoom, X7 5G, X7 Pro 5G, X50 Pro, X50t 5G. Realme V5 5G
  • Samsung: Samsung Galaxy A3 (2017, Galaxy A5 (2017, Galaxy A6 (2018, Galaxy A7 (2017), Galaxy A7 (2018), Galaxy A8, Galaxy A8+ (2018), Galaxy A20, Galaxy A20s, Galaxy A30, Galaxy A31, Galaxy A40, Galaxy A41, Galaxy A50, Galaxy A50s, Galaxy A51, Galaxy A60, Galaxy A70, Galaxy A71, Galaxy A80, Galaxy A90 5G, Galaxy Z Fold2 5G, Galaxy J5 (2017), Galaxy J5 Pro, Galaxy J7 (2017), Galaxy J7 Pro, Galaxy M20, Galaxy M21, Galaxy M30s, Galaxy M31, Galaxy M51, Galaxy Note8, Galaxy Note9, Galaxy Note10, Galaxy Note10+, Galaxy Note10 Lite, Galaxy Note20 5G, Galaxy S7, Galaxy S7 edge, Galaxy S8, Galaxy S8+, Galaxy S9, Galaxy S9+, Galaxy S10e, Galaxy S10+, Galaxy S10 5G, Galaxy S10 Lite, Galaxy S20, Galaxy S20+ .
  • Vivo: Vivo Nex 3, NEX S, iQOO 3, V17, V20, V20 Pro, X23, X50, X50 Pro
  • Xiaomi: Xiaomi Mi 8, Mi 8 SE. Mi 9, Mi 9 Lite, Mi 9 SE. Xiaomi Mi 10, Mi 10 Pro. Mi A3. Mi Mix 2S, Mi Mix 3. Xiaomi Mi Note 10, Note 10 Lite. Pocophone F, POCO X2, POCO X3, POCO X3, POCO M2 Pro. Xiaomi Redmi K20, K20 Pro, K30, K30 Pro. Redmi Note 7, 7 Pro, Note 8, 8 Pro, Redmi Note 9 Pro, Note 9 Pro Max, Note 9S.

Potete fare riferimento al sito ufficiale di Google ARCore per la lista completa.

iPhone e Realtà Aumentata

Per quanto riguarda la piattaforma iOS, Apple utilizza principalmente la propria tecnologia ARKit; attualmente supporta dispositivi con processore A9 o superiore, ovvero iPhone 6s / SE o superiore.

Realtà Aumentata e smartphone: app e funzioni da provare

1. Traduzione in tempo reale

La più grande differenza tra la traduzione AR e la traduzione di foto è che non è necessario scattare una foto per riconoscere il testo contenuto nell’immagine; per tradurre basta puntare la fotocamera e la traduzione apparirà in tempo reale. Prova la funzione dall’app Google Translate!

2. Riconosci l’immagine

Oltre a tradurre il testo, la realtà aumentata può portarti anche informazioni utili. Con lo sviluppo della tecnologia di intelligenza artificiale, la combinazione di AR + AI può già realizzare molte cose, come l’analisi in tempo reale degli oggetti di fronte a te. Il precedente software di riconoscimento può riconoscere solo cose 2D, quindi il tasso di errore è alto. Oggi, gli smartphone con realtà aumentata possono riconoscere oggetti 3D. Puoi provare questa funzione su app come PlantSnap

3. Prendi le misure

In pochi hanno a portata di mano un metro quando serve; ma se hai bisogno di misurare qualcosa che desideri acquistare, gli strumenti di misurazione AR possono aiutarti. Fancy AR nello store IOS e Core AR nel Google Store sono entrambi strumenti di misurazione molto efficaci.

4. Gioca

Se sei stanco di giocare ai giochi 2D sul touch screen, allora vale la pena provare i giochi AR. Apple ha rilasciato un gioco in realtà aumentata multiplayer “Galaga AR”, che consente a più persone di giocare sulla stessa piattaforma tridimensionale. Per giocare, non devi solo muovere le dita, ma devi muovere tutto il corpo… che tipo di gioco è? Provalo e lo saprai.

5. Prova il make-up

L’app per il trucco “Style My Hair” di L’Oreal può simulare gli effetti di vari colori di capelli e rossetti. Attraverso il servizio di trucco AR, i consumatori possono simulare gli effetti di vari cosmetici e provarli “direttamente” sullapropria pelle.

6. Osserva le stelle

Star Chart è un’app che ti aiuta a trovare le stelle. Che sia giorno o notte, può trovare con precisione la posizione della costellazione corrispondente in base alla posizione effettiva dell’utente. Inoltre, può anche mappare ciascuna costellazione in una bellissima immagine in realtà aumentata.

Project Tango

Tango è una piattaforma creata da Google che consente a dispositivi come smartphone e tablet di riconoscere la loro posizione rispetto al mondo che li circonda. Secondo gli sviluppatori, questa tecnologia è simile all’occhio e alla percezione umana, che ci permettono di orientarci all’interno di una stanza, e quindi sapere dove ci si trova, dove sono il pavimento, le pareti e gli oggetti che ci circondano. Questi rapporti fisici sono una parte essenziale di come ci muoviamo attraverso la nostra vita quotidiana. Tango dà ai dispositivi mobili l’abilità di comprendere e riconoscere lo spazio tridimensionale utilizzando tre tecnologie principali: sensori di movimento (Motion Tracking), Area Learning e percezione di profondità.

Quindi, lo smartphone (o tablet) con fotocamera AR -realtà aumentata- e sensori di movimento e posizione, scansiona l’ambiente circostante e produce una mappa di punti simile a quella di uno scanner 3D che diventano il riferimento per il software. Per esempio, se avete lo smartphone in mano e state camminando in uno stretto corridoio e girate un angolo, il telefono si ricorda non solo da dove siete venuti ma monitora anche dove state andando. E’ in grado di dirci dove sono le pareti, quanto siamo vicini ad oggetti specifici e quali sono le dimensioni di questi oggetti

Ma è l’integrazione tra la realtà fisica e quella virtuale che rende questa tecnologia così affascinante.

E tu che ne pensi? Hai delle applicazioni o funzioni AR che ti piacciono? Faccelo sapere nei commenti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui