martedì, ottobre 23

Xiaomi Mi Band 3: Recensione

0

Il gigante asiatico è già arrivato qualche anno fa con i primi modelli del suo famoso braccialetto fit, la Xiaomi Mi Band. Pochi giorni fa abbiamo ricevuto l’ultimo di questi, Xiaomi Mi Band 3. Il braccialetto smart ha una moltitudine di novità pur mantenendo il suo prezzo basso, qualcosa di fondamentale per il suo successo. Esaminiamo tutte le caratteristiche del braccialetto nella nostra recensione.

Xiaomi ha aggiornato con dei miglioramenti sostanziali un prodotto che già di per sé si vendeva bene. I dispositivi indossabili forse non hanno ancora avuto il successo che molti si aspettavano, ma dispositivi come Mi Band 3 possono rappresentare un punto di svolta.

L’aggiornamento di Xiaomi Mi Band 2 è arrivato ed è probabilmente il miglior braccialetto fit che puoi acquistare per poco più di 20 €.

Caratteristiche tecniche ed Unboxing

La scatola del nostro gioiellino è, da tradizione Xiaomi, molto stilosa ma nel contempo con un profilo minimal e del classico bianco perlato. La forma quadrata, il logo grigio Mi sul fronte ed il coperchio trasparente impreziosiscono il packaging.

Al suo interno troviamo posizionato nella parte superiore e ben visibile, il cuore del nostro braccialetto sul quale è applicato un piccolo adesivo che rappresenta ciò che vedremo sul display. Al di sotto sono posizionati il cinturino – nella sua versione black nel nostro caso – ed il cavetto per la ricarica, oltre ad una mini guida in cinese.

Le caratteristiche del core di Xiaomi Mi Band 3 sono:

  • Touch screen da 0,78 pollici con una risoluzione di 120 × 80 pixel.
  • Una batteria da 110 mAh con caricabatterie proprietario.
  • Ha un accelerometro e un cardiofrequenzimetro.
  • Bluetooth 4.2 a basso consumo energetico.

Il bracciale è realizzato in gomma good-touch e sia il bloccaggio del dispositivo che la chiusura del cinturino sono assolutamente di buona fattura e garantiscono un bloccaggio effettivo senza alcun problema di apertura.

Il pannello OLED è molto carino e mi sono piaciute sia la risoluzione che la luminosità ma non dobbiamo aspettarci di vederlo bene con la luce solare diretta, anzi risulta piuttosto difficoltoso visualizzare le scritte.

Design, poche ma importanti modifiche

Il cinturino sportivo Xiaomi mantiene l’essenza dei modelli precedenti. Ritorniamo ad avere un’unità posizionata nella banda di silicone.

La prima differenza è nella dimensione, in quanto è incorporato uno schermo più grande. Il display ha una dimensione di 0,78″ con una risoluzione di 120 x 80 px, rispetto a 0,42″ e 70 x 40 px della Xiaomi Mi Band 2. Il pannello OLED ritorna ancora una volta ma questa volta conta con touch screen capacitivo.
Questa era una delle caratteristiche più richieste per una navigazione molto più fluida ed efficace.

Notifiche di Mi Band 3

Una delle funzioni assolutamente più utili di questo Xiaomi Mi Band 3 sono le notifiche di chiamata, essere alla guida o sulla bici e vedere chi ci sta chiamando e poterlo ignorare è pratico e sicuro. Ti avviserà anche delle app di messaggistica come WhatsApp, ma dipenderà da te quante interruzioni vuoi sul tuo cellulare. Se ti chiamano al telefono, mostrerà il contatto e ti consentirà di silenziare o interrompere la chiamata. Non è però consentita la risposta diretta in quanto non è presente un microfono.

Xiaomi Mi Band 3 include nuove funzionalità come le previsioni del tempo rappresentate nell’app e sullo schermo del braccialetto. La posizione GPS, dallo smartphone, ci permette di conoscere il tempo di tre giorni sul braccialetto, con le temperature e il cielo. Il collegamento del nostro Mi Band 3 con lo smartphone consentirà anche di registrare il percorso seguito durante le nostre sessioni di corsa, ma questo lo approfondiremo nell’articolo dedicato all’utilizzo del bracciale per fare sport.

Batteria e materiali

Poco più di un’ora per una ricarica completa, con il suo connettore proprietario. Ufficialmente questo ti darà un’autonomia di oltre 20 giorni, ma ovviamente tutto dipende dalla quantità di notifiche che ricevi e dalle attività che decidi di fare. In ogni caso ti dimenticherai di caricarlo.

I connettori di ricarica sono posizionati nella parte inferiore dell’unità Xiaomi Mi Band 3.

Come per altri modelli, sarà necessario utilizzare l’adattatore USB incluso nella confezione. L’unità può essere caricata utilizzando un connettore USB libero in un computer, in una powerbank o anche con il caricabatterie del nostro smartphone. Usando questo adattatore, Xiaomi mantiene il corpo compatto ma ci rende dipendenti da esso. Se hai un connettore dei modelli precedenti a casa, potrai utilizzarlo anche per questo Xiaomi Mi Band 3.

Il bracciale è realizzato in materiale plastico TPSiV, un materiale che resiste alla torsione, alle alte temperature, traspirante e ipoallergenico. Ufficialmente, i cinturini in silicone sono disponibili in nero, arancio/rosso e blu. Anche se sicuramente avremo braccialetti sviluppati da terze parti in molti più design e colori diversi.

APP Mi Fit

Mi Fit, funziona bene e ti fornisce tutti i dati che raccoglie. Con grafica e dati ben presentati.

Fattore molto importante è che ora abbiamo a disposizione la nuova interfaccia utente in versione italiana!

Per ottenerla è solamente necessario collegare tramite bluetooth lo Xiamoi Mi Band 2 all’APP Mi Fit scaricata sullo smartphone e attendere l’aggiornamento. Un approfondimento della rinnovata UI, verrà presentato nell’articolo dedicato.

Allarmi e promemoria

La mia Xiaomi Band 3 ha anche le caratteristiche più semplici. Nell’app abbiamo allarmi/sveglie con vibrazione, con una modalità di ripetizione di 10 minuti per i più pigri. L’allarme viene disconnesso premendo lo schermo, attivando una ripetizione dopo 10 minuti. Se, al contrario, si disattiva l’allarme premendo la touch zone, non suonerà più. Sarà impossibile rimanere addormentati il lunedì mattina! Tra l’altro essere svegliati da una vibrazione sul proprio polso piuttosto che da un suono acuto proveniente dal comodino o dal pavimento..è molto più piacevole.

Dall’app possiamo programmare promemoria o appuntamenti. Anche se hai lo smartphone lontano dal braccialetto, Mi Band 3 ti avviserà. Una funzione di grande importanza per quelle persone che devono assumere un farmaco. Un’altra funzione sono agli avvisi di inattività, il braccialetto vibrerà se è inattivo per un’ora e questo è molto utile per chi trascorre la giornata seduto davanti al computer.

Pagamento NFC, dovremo aspettare

Una delle grandi innovazioni del braccialetto Xiaomi Mi Band 3 è l’implementazione di un chip NFC per effettuare pagamenti. Basta posizionare il braccialetto sul dataphone, come accade con gli smartphone. Tuttavia, questo chip è incluso solo in una versione specifica che non è ancora in commercio. La nostra unità appartiene alla prima unità ed è la versione standard. Quindi dovremo aspettare di vederlo in funzione, in quali paesi sarà compatibile e le banche che lo consentiranno.

Disponibilità e prezzo della Xiaomi Mi Band 3

Il miglior braccialetto sportivo economico ritorna con una moltitudine di novità e ad un prezzo molto basso. Restano i tratti distintivi che lo hanno reso famoso nella sua seconda versione. Le dimensioni dello schermo più grandi lo rendono più facile da usare, finalmente viene fornito con la lettura completa dei messaggi e con la possibilità di effettuare pagamenti con un chip NFC (versione specifica). E’ possibile acquistarlo nei negozi online cinesi.

Share.

Rispondi

15585

Un'ultima cosa 😏 

Mi Sconti di Oggi

Macchine del 😴

Ultimi Gadget

Migliori Cloni